Dei profughi non sappiano nulla: chi arriva dichiara un'identità falsa

In un documento della prefettura di Bologna due immigrati con uguale nome e cognome risultano essere nati lo stesso giorno e nello stesso luogo

L'Italia ospita a sue spese immigrati senza avere la minima idea di chi siano. Per conoscere le loro storie ci affidiamo ai racconti resi di fronte alle varie commissioni. Per le loro identità personali ci limitiamo a fargli mettere per iscritto nome e cognome al momento dello sbarco.

Ma il più delle volte in entrambi i casi i migranti dichiarano il falso. Si inventano storie e cambiano identità. Lo ha raccontato per filo e per segno al ilgiornale.it un interprete nigeriano che lavora presso le commissioni che decidono sull'ammissibilità (o meno) delle domande di asilo. Molti migranti si disegnano addosso una storia di persecuzioni e fughe da guerre che in realtà non hanno mai vissuto. Le commissioni sono chiamate ad ascoltare racconti che si ripetono identici come se provenissero da uno stesso ritornello imparato a memoria.

Eppure c'è un altro elemento, forse maggiormente inquietante, che sta venendo a galla poco per volta. In Italia, infatti, approdano migliaglia di persone che riescono a portarsi dietro telefoni cellulari ma mai uno straccio di documento di riconoscimento. "Chi approda in Italia dice di non averlo mai avuto o di averlo perso in Libia - ci raccontava l'inteprete nigeriano - Nel mio Paese falsificare documenti e cambiare più volte identità è una cosa normale. Fanno lo stesso durante il riconoscimento a Lampedusa". "La maggior parte delle identità - aggiungeva - vengono inventate all’arrivo, questo rende praticamente impossibile verificare davvero la storia dell'immigrato".

Per avere una conferma "ufficiale", siamo riusciti ad ottenere un documento della prefettura di Bologna che fa accendere più di un campanello d'allarme sulla vicenda. A fine luglio, infatti, il Prefetto del capoluogo emiliano aveva emesso un atto di "allontanamento" di quattro immigrati dai centri di accoglienza per via dei loro comportamenti "fortemente aggressivi e intimidatori". Come riportato nel documento, tre di questi giovani africani sono nati nei primi due giorni di gennaio del 1989. Curioso che nello stesso luogo si vengano a radunare tre persone nate in date che secondo uno studio della Harvard University sono quelle che contano il minor numero di nascite al mondo.

Ma non è tutto. Due degli immigrati "allontanati" sono nati lo stesso giorno (01.01.1989), nello stesso luogo (in Mali) e portano anche lo stesso nome e cognome (Coulibaly Makan). Escludendo che possano essere fratelli (perché chiamarli allo stesso modo?), e considerando le scarsissime possibilità che due persone che non si conoscono (o che siano parenti non stretti) possano essere nate lo stesso giorno e chiamarsi allo stesso modo, c'è da pensare che almeno una delle due sia un'identità inventata di sana pianta.

Ormai è chiaro anche ai fanciulli: di queste persone non conosciamo le vere storie e il più delle volte nemmeno la loro reale identità. Lo confermano gli stessi interpreti nigeriani e lo dimostrano gli atti ufficiali delle prefetture. Eppure continueranno a dire che è solo razzismo.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 17/08/2015 - 10:51

L'unica cosa che sa garantirci questo governo di traditori è la presa per il cubo. E guai ad obiettare ed a ribellarsi. L'accusa di razzismo e xenofobia è sempre dietro l'angolo.

VittorioMar

Lun, 17/08/2015 - 10:54

..vengono istruiti e indottrinati ad arte da chi organizza le partenze!!!

giovanni951

Lun, 17/08/2015 - 10:55

qualcuno aveva dubbi? solo i siriani arrivano col passaporto

mutuo

Lun, 17/08/2015 - 11:14

Arrivano già perfettamente informati su come devono comportarsi. Sono perfettamente informati che in Italia puoi fare quello che vuoi, senza correre alcun rischio. Appena rifocillati e vestiti assumono l'atteggiamento arrogante di chi pretende, avanza richieste, che tutto insomma gli è dovuto per diritto. D'altronde sanno che possono contare sulla solidarietà della chiesa e dei sinistri. Purtroppo nessuno ancora è riuscito ad organizzare i diseredati Italiani affinché anche a loro sia garantita la stessa solidarietà ed assistenza garantita agli invasori.

ziobeppe1951

Lun, 17/08/2015 - 11:37

Gli inferiori continuano a prenderci x il c..0

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 17/08/2015 - 12:00

A gente come quella fategli fare 3 mesi di carcere duro senza necessità di "processi", solo come pena preventiva, poi si vedrà per il resto.

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 17/08/2015 - 12:00

Macche profughi, la maggior parte di essai sono delinquenti. I Profughi non lasciano a MORIRE nei loro paesi PADRI, MADRI e figli, questa è gentaglia MANIPOLATA da qualcuno che un giorno avrà BISOGNO dei LORO SERVIZI. E questo GOVERNO DEFICIENTE, IGNORANTE, non riesce a capire che questi personaggi vengono in EUROPA per RESTARCI non di PASSAGGIO. Un giorno non molto lontano questi ci faranno la GUERRA per il possesso del TERRITORIO come accade in CAROLAINA (Negretti), FRANCIA (Negretti), GERMANIA (TURCHI), INGHILTERRA (NEGRETTI). Dove loro ABITANO è OF LIMIT anche per la POLIZIA.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 17/08/2015 - 12:23

L'importante è che una volta ottenuto lo status di rifugiato, lo ius soli, dieci ricongiungimenti con pensione e un vitalizio per tutti, il "profugo" impari a votare PD. Allora tutto bene.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Lun, 17/08/2015 - 12:27

"Chi arriva dichiara un'identità falsa." ... ma perché ci sono ancora questi dubbi?

Mauri44

Lun, 17/08/2015 - 12:28

la maggioranza dei clandestini che sbarca sono tutti giovani è possibile che scappino perche sono disertori-ho scappano perche tutta l'africa sa se va male avranno fatto un lungo periodo di vacanza tutta spesata

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Lun, 17/08/2015 - 12:31

Stamattina Centinaio ha spiegato al la7 che gli immigrati vanno 1° identificati, 2° se non provengono da paesi in guerra vanno respinti portandoli in acque internazionali. La giornalista ha chiesto "come? mettendoli in acqua con il salvagente?". E qui, come avviene costantemente dopo la solita sparata, Centinaio ha balbettato ancora che bisogna portarli la da dove sono venuti. Purtroppo "come fare" ha "dimenticato" di dirlo.

Raoul Pontalti

Lun, 17/08/2015 - 12:36

A parte il fatto che anche in Italia non si scherza con certi omonimi nati nello stesso giorno e nella stessa città (classico esempio gli Esposito Salvatore in quel di Napoli), va detto che se i pelandroni a carico del debito pubblico invece di svegliarsi solo per ritirare puntualmente lo stipendio uscissero dal letargo anche solo per una settimana al mese le fandonie di certi furboni le smaschererebbero subito e potrebbero redigere decreti di non accoglimento di asilo e di espulsione con la stessa rapidità dei tedeschi. Deve cessare poi la farsa dei permessi umanitari e sopratutto sussidiari: o si ha lo status di profugo o non lo si ha. Punto.

lamwolf

Lun, 17/08/2015 - 12:38

Quando anche in Italia si scateneranno gli attentati per l'accoglienza di questo governo incapace allora anche noi chiederemo dazio agli incompetenti.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Lun, 17/08/2015 - 12:43

consiglierei al "Il Giornale" di fare anche un reportage sull'età di questi intrusi clandestini

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Lun, 17/08/2015 - 12:59

Francesco + renzialfano ci riempiono di clandestini zombie se continua cosi ci saranno problemi di ordine pubblico perche possono sparire nel nulla come fossero morti e chi se ne accorge,non certo lo stato.Salvini salvaci tu

aitanhouse

Lun, 17/08/2015 - 13:28

chi credete che vi possa dare l'esatte generalità quando fugge da qualche carcere o mandato di cattura? solo gli imbecilli che pensano di propinarvi l'esistenza della befana......poveri italiani! cornuti e mazziati...

agosvac

Lun, 17/08/2015 - 13:30

Questa degli immigrati clandestini, è una vera presa per i fondelli! Nessuno di loro può essere ragionevolmente identificato. Di nessuno di loro si conosce il reale paese d'origine. Si sa solo quello che dicono che, molto raramente, è la vera verità. Del resto è anche normale se mentano perché la verità li potrebbe portare all'espulsione ed alla fine della pacchia di essere mantenuti a sbafo senza fare niente per avere vitto e alloggio anzi a lamentarsi se il vitto e l'alloggio non è adeguato alle loro esigenze di VIP!!! Qui, come non mi stancherò mai di dirlo, non si tratta di carità cristiana o di accoglienza o di razzismo. Con 35 euro al giorno ci sono milioni d'italiani che riuscirebbero a campare invece di andare a chiedere l'elemosina. Non le pare, monsignor galantino?????

FRANZJOSEFF

Lun, 17/08/2015 - 13:55

FALSE COME LE PAROLE DEGLI ARCIVECOVI TIPO GALANTINO PEREGO E ALTRI. DA PARTE DI DUN CATTOLICO EX ALLIEVO DI DON BOSCO AL FINE DI EVITARE INCOMPRENSIONI DI SORTA DICHIARO CHE SONO CATTOLICO E GRAZIE A DIO NON DI SINISTRA.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 17/08/2015 - 14:04

Per gli Europei gli Italiani si distinguono per la loro imbecillità. Sono infatti gli unici che danno accoglienta alla feccia del pianeta, anzi gli unici che fanno il servizio taxi con le loro navi da Guerra per andare a prendere questa feccia e per portarla in Italia. Si può essere più idioti di così?

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 17/08/2015 - 14:13

Ohibò, questa è nuova!

CIGNOBIANCO03

Lun, 17/08/2015 - 14:20

Per il giornale: e lo avete scoperto ora????? oh se potessi parlare!!!!!!!! anche se, nella vita reale, mi faccio sentire eccome;saranno parole al vento, ma continuo a dire la mia.

roberto.morici

Lun, 17/08/2015 - 14:21

Che siano gemelli monozigoti a loro insaputa?

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 17/08/2015 - 14:45

Qui da noi arrivano sicuramente delinquenti che non vengono neanche identificati e che prima o poi metteranno a frutto la loro esperienza a danno di ignari cittadini. È una situazione esplosiva che viene sottovalutata dalle autorità. Bisogna intervenire sull'espulsione immediata,toglindo tutti i cavilli che ne vanificano l'effetto.

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Lun, 17/08/2015 - 14:50

SOLO GL'IDIOTI DI SINISTRA, DELLA CARITAS E DELLE SOLITE ASSOCIAZIONI BUONISTE POSSONO CREDERE A QUESTI PERSONAGGI !!!!!!!

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 17/08/2015 - 14:55

Il Prefetto forse credeva che i migranti declinassero fedelmente le proprie generalità su richiesta dei pubblici ufficiali? Non sapeva che questi volevano sparire senza farsi più trovare? Non mi stupirebbe che qualcuno abbia dichiarato di chiamarsi Paolino Paperino, ovviamente tradotto in urdu o in altra lingua d'origine. Ma dove vivono questi prefetti? Nel paese di Burocratolandia? Se mai qualcuno avesse voluto una prova dell'arretratezza dell'apparato burocratico itagliano, eccola qui sotto gli occhi di tutti.

finedelmondo

Lun, 17/08/2015 - 14:59

Ma dalla foto sembra che siano nati in anni diversi, uno nel 1989 e l'altro nel 1990 !! L'unica stranezza rimane il giorno: entrambi nati a capodanno (prototipo di data "standard"), e l'omonimia. In ogni caso, se queste persone forniscono generalità modello "ajeje brazorf", è ovvio che avremo fiumi di dati falsi.

marygio

Lun, 17/08/2015 - 15:08

sbagliato. sappiamo tutto: è feccia

OttavioM.

Lun, 17/08/2015 - 15:09

Ma basta chiamarli profughi,chiamateli con il loro nome clandestini.I profughi veri sono pochissimi.Arrivano con tutti i documenti perchè hanno interesse a dimostrare chi sono e da che paese arrivano per avere lo status,vengono con tutta la famiglia,soprattutto donne,bambini e anziani,i capofamiglia sono pochi e di una certa età,i giovani pochissimi perchè restano a combattere per il loro paese.Come è possibile che questi che stanno sbarcando sulle nostre coste sono profughi?Il 95% sono uomini età media 25 anni e dell'Africa non della Siria.Ma ve le ricordate le foto sui libri di storia dei profughi della seconda guerra mondiale?Donne e bambini magrissimi e provati,questi spesso sono uomini ben pasciuti e con smartphone costoso.Basta essere presi in giro!

settemillo

Lun, 17/08/2015 - 16:02

Evidentemente chi ha scritto l'articolo è in malafede; NON è AL CORRENTE DEL FATTO CHE IL NOSTRO ministro alf.HANO sa a memoria i nomi e cognomi di tutti quelli che sbarcano sulle nostre coste. Il suddetto ministro è furbo,MOLTO FURBO.

settemillo

Lun, 17/08/2015 - 16:20

Jasper, le rispondo; all'IDIOZIA non ci sono LIMITI; ed i nostri disonorevoli fanno a gara per ottenere sempre primati sempre piu' lusinghieri. Di questo passo ne vedremo delle bel

Giorgio Rubiu

Lun, 17/08/2015 - 17:03

Per l'identificazione,a chi non ha documenti,si faccia una fotografia,si prendano le impronte digitali ed il DNA.Si faccia una Banca Dati e li si identifichino con una sigla come per le targhe delle automobili.Se dovessero ottenere il permesso di restare come rifugiati,i dati per le pratiche saranno quelli della Banca Dati.Il nome lo diranno dopo ed anche quello sarà inserito nella Banca Dati. Tutti gli altri,caricarli sulle navi o sui treni e rimpatriarli in tempi brevissimi.Gli aspiranti migranti,vedendoli tornare al punto di partenza,capiranno che è meglio non spendere soldi e rischiare la vita in un impresa inutile.

Borbone

Mar, 25/08/2015 - 00:33

Innanzi tutto non sono profughi il 90% sono clandestini che vengono x delinquere, Spaccio vendita di morte,Rapine,furti agli anziani con botte,Omicidi,Stupro alle donne indifese alla luce del giorno ecco chi ci stanno portando in Italia Renzi, Alfano, e tutto il PD, questi sono alloggiati in ALBERGHI CON COLAZIONE,PRANZO,CENA E PERNOTTAMENTO, CELLULARI ULTIMA GENERAZIONE SE NO RECLAMANO, e i pensionati alla fame e sfrattati con disabili e bambini piccoli in macchina se no sotto i ponti, si perché anno pagato le tasse,Inacasa,Gescal e altre tasse secondo i politici B.......i dovrebbero essere buttati nella spazzatura, sono di una cattiveria inumana, senza alcuna dignità, che si vergognassero!