Delitto Orlando: "L'ho uccisa perché aveva un'altro"

Dopo aver vagato per ore col cadavere della fidanzata, Nadia Orlando, in auto, alla fine Francesco Mazzega è stato arrestato. La confessione del killer

Dopo aver vagato per ore col cadavere della fidanzata in auto, alla fine Francesco Mazzega è stato arrestato. L'uomo, 36 anni, è accusato di omicidio per aver strangolato Nadia Orlando, 21 anni. Ma dopo l'omicidio il killer avrebbe confessato il delitto spiegando agli inquirenti il movente. A quanto pare Mazzega aveva scoperto che la sua fidanzata aveva un'altra relazione. E sarebbe stata la stessa Nadia a riverarlo al suo carnefice. Proprio durante l'ultimo incontro tra i due sarebbe scattata una lite fuoriosa, proprio subito dopo la confessione di Nadia che avrebbe parlato della sua nuova relazione a Mazzega. E così, secondo quanto raccontato dal killer agli inquirenti, durante un diverbio in auto sarebbe scattata l'ira dell'umo che a quel punto ha afferrato la ragazza per il collo strangolandola. Prima l'ha insultata, poi l'ha colpita con uno schiaffo. Infine le mani al collo. Nadia è morta in pochi istanti. Poi quel vagare in auto col cadavere nel bagagliaio. "o tolto la vita a una persona, alla persona che amavo. L'ho tolta a me e alla mia famiglia", avrebbe detto agli inquirenti Mazzega.