Delitto Rea, Parolisi torna in aula a maggio

Si riaprirà il 27, davanti alla Corte d'assise d'appello di Perugia, il processo al marito già condannato a 30 anni

Melania Carmela Rea e Salvatore Parolisi

Il delitto di Melania Rea torna in appello. Si terrà il 27 maggio prossimo l'udienza e la Corte d'assise d'appello di Perugia dovrà ricalcolare al ribasso la condanna a 30 anni di reclusione inflitta a Salvatore Parolisi per l'omicidio della moglie.

Il procedimento è approdato al tribunale di Perugia in seguito alla decisione con cui la Cassazione, il 10 febbraio scorso, ha confermato la responsabilità dell'ex caporalmaggiore dell'esercito. I giudici hanno però stabilito che è da eliminare l'aggravante della crudeltà.

Compito che per questioni tecniche spetterà alla Corte del Capoluogo umbro. Parolisi - difeso dagli avvocati Valter Biscotti, Nicodemo Gentile e Titta Madia - è stato accusato di avere ucciso con 35 coltellate la moglie Melania, di 28 anni, il pomeriggio del 18 aprile del 2011 in un bosco di Ripe di Civitella, (Teramo).

L'uomo è stato processato con il rito abbreviato ed è attualmente detenuto.