Una delle baby squillo: "I clienti erano deficienti. Io non ero felice"

"Svuotavo la testa e dicevo: vabbè, tanto è un'ora e poi è finito". Sei persone a processo

La prospettiva di un guadagno facile ma anche la paura di incontri sessuali con estranei. Dietro la vicenda delle ragazzine prostitute di Roma si cela una situazione di abbandono e solitudine che emerge dai verbali dell’incidente probatorio. Ma anche lo schifo dei clienti che la più piccola delle ragazzine erano "tutti deficienti". "Svuotavo la testa e dicevo "tanto è un’ora, poi è finito". Non ero felice ma volevo l’indipendenza economica, cercavo di mettermi nei panni di una persona che stava facendo un lavoro normale", ha dichiarato la giovane. Che ha ammesso come le prime volte fosse impaurita: "Che gente mi capita? E se ti violentano? Poi piano piano ho capito che erano tutti deficienti". Poi il racconto degli incontri: "Se andavo a casa del cliente o se lui mi veniva a prendere rispondevo alle domande il minimo indispensabile, ma non ero io, cioè ero proprio un'altra persona. Io non segnavo sull'agenda quelli che venivano anche perché non ero così tanto felice, anzi non ero felice per niente". E poi ancora il rapporto con la famiglia: "La mia amica doveva dormire sulle scale perché la madre non gli apriva. A volte rincasava alle tre e allora era troppo tardi, a volte la madre non era in casa oppure dormiva e non sentiva il campanello". Intanto la procura di Roma ha chiuso l'indagine sullo sfruttamento della prostituzione e la cessione di droga e presto chiederà il rinvio a giudizio per i primi sei clienti.

Commenti
Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 15/03/2014 - 20:16

E se ti violentano????? Scusate, ma mi sono perso. Pensava forse di giocare a monopoli?

@ollel63

Sab, 15/03/2014 - 20:37

solo pena per queste ... per quegli altri orchi famelici, indegni esseri vestiti a lusso ma sudici nel corpo e nell'anima (questa forse non c'è affatto), con portafogli gonfi di denari rubati maleodoranti di fogna, per loro il capestro, la gogna, il rogo.

Albeola50

Sab, 15/03/2014 - 20:44

Che tristezza leggere le parole di queste bambine cresciute troppo in fretta.Ma,la famiglia che doveva tutelarle dove era?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 15/03/2014 - 21:06

"I clienti erano deficienti". Lei, invece?????

angelomaria

Dom, 16/03/2014 - 00:06

il degrado di una societa che ormai non ha piu'niente di civile "i deficienti"lei li chiama e questo fa' pensare cosa e come ci si possa arrivareneanche tanto piu' per lei e di un brutto destino ma a qui "deficenti"i nostri MOSTRI MODERNI!!

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Dom, 16/03/2014 - 09:26

meglio una povertà dignitosa che una ricchezza frequentando deficienti

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 16/03/2014 - 09:41

Purtroppo questa e' la nostra società, valori zero, con la complicità dei genitori ormai rincoglioniti dalla puttanate che raccontano in Tv, dopo ai loro pargoli tutto è' concesso, senza mai responsabilità e colpe. . I valori sono il telefonino, la ricarica, i soldi ovviamente facili guadagnati senza fatica. E i risultati sono questi.

yulbrynner

Dom, 16/03/2014 - 09:55

se le figlie a 15 o 16 anni sono zoccole la colpa e dei genitori senza cervello non glki hanno insegnato nulla dalla vita alla loro eta al più tardi a mezzanotte ero a casa altro che tre di notte ma scherziamo?

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 16/03/2014 - 10:16

Concordo in toto sul post di @ollel63 del 15.03.2014 h. 20.37. Nulla da aggiungere. Anzi, non vorrei che Luigi.Morettini avesse delle figlie 14enni e cadessero nello stesso giro. Imbecille.

nino47

Dom, 16/03/2014 - 10:42

Che pena, che commozione, che tristezza ecc ecc nel leggere le dichiarazioni di queste "bimbe"! chissa' quanto a malinquore riempivano il portafogli mentre "svuotavano la testa" ed ancor piu' con quanta pena dovevano avvolgere le mazzette guadagnate con tanta fatica per farle stare a modo in tasca! Gia' immagino con quale timido ed innocente sguardo osservavano le griffe durante i loro shopping forzati per dimenticare tanta miseria morale ed i loro occhioni da "bambine cresciute troppo in fretta" mentre arraffano lo smartphone di ultima generazione da tempo implorato o la mise piu' costosa da mostrare con malcelato orgoglio alle amiche. Povere bimbe! chissa' in quante/i ci si saranno messi per convincerle al turpe commercio, chissa' quante violenze subite per allargare le gambe ai loro danarosi aguzzini e chissa' quanta ingrata distrazione nei loro genitori che attribuivano il tenore di vita delle loro fanciulle a generosi compensi ottenuti chissa', forse da fantomatici eserciti della salvezza! Eh si'! rimaniamo ( o meglio, RIMANETE) tutti attoniti nello scoprire che qualche decina di innocenti bimbe fanno le prostitute..e chissa' cosa vi succedera' quando finalmente anche i giornali non si vergogneranno a scrivere che in effetti una percentuale da maggioranza parlamentare delle moderne teenagers si dedica a questo secondo ( secondo?) lavoro...pero' c'e' sempre un motivo di consolazione: in genere sono tutte "di buona famiglia"...come i bulli,insomma! E voi genitori, non fatevene una colpa: questa e' l'eredita' che i vostri padri sessantottini vi hanno trasmessa e che voi inconsciamente avete trasmesso ai vostri bimbi; la libera espressione della personalita',l'anarchia autoritaria, la rottamazione di ogni regola morale, il tutto contro tutto.Droga libera.Fate l'amore non fate la guerra e mettete dei fiori nei vostri cannoni...gia'! e qualcuno imvece,i cannoni li ha messi nei fiori!! Qualcuno all'epoca semino' un po' di vento, e qualcunaltro adesso raccoglie, non so se soddisfatto o meno,molta tempesta!

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 16/03/2014 - 10:45

@ANDREA626390 ALLEL63: Va da sé he i fruitori siano feccia umana, ma tanto migliori non credo siano i genitori di questi virgulti assatanati, che pagano le conseguenze di una non educazione. Purtroppo i valori sono questi, lo si voglia o no: Nel 1996, quindi in tempi remoti, capitò una quindicenne per uno stage nell'ufficio dove lavoravo. A dieci minuti dal suo arrivo mi chiese cosa significasse un ritardo di una settimana: al mio imbarazzo sorrise maliziosamente e mi fece vedere un preservativo che non aveva usato. Al mio ulteriore imbarazzo ebbe a dirmi che per lei e le sue amichette era cosa normale e che "beccare" era il divertimento preferito. Conoscendone la madre capii molte cose. Da allora sono migliorati i contorni di questo andazzo? Da qualche parte ho letto che il mercato del sesso fa faville: di che ci meravigliamo quindi? Che la sorte ci sia propizia con i nostri figli e nipoti, ma dobbiamo aiutarla, altrimenti...

Ritratto di marcello.sanna

marcello.sanna

Dom, 16/03/2014 - 10:51

E basta col giustificare le piccole baldracche ! Sembra che sia un fenomeno di oggi. Sono sempre esistite e sempre esisteranno: se si mettono in vendita ci sarà qualcuno che se le comprerà. Si sanzionino anche loro come si sanzionano i clienti : con la galera. Altro che psicologi e case protette a spese nostre. Io a puttane non ci vado e non ci sono mai andato. Ma che le mie tasse servano a psicanalizzarle mi fa dire che devono andare affanculo. Loro e chi le difende.

Ritratto di giordano

giordano

Dom, 16/03/2014 - 11:01

metto da parte le ragazze zoccoline e i clienti maialoni, chi secondo me fa' veramente venire il vomito sono i talebani perbenisti e le lesbiche acide che hanno postato prima di me.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 16/03/2014 - 11:04

@andrea626390- Lei, invece, e si vede benissimo, deve essere semplicemente "caduto" da piccolo dal seggiolone e battuto la testa. Solo un idiota totale può ancora pensare che nel 2014, ragazzine di 15-16 anni, "cadono nel giro" delle baby squillo. Quanto meno queste tipe hanno genitori assenti o deficienti perchè nel remunerativo giro della prostituzione sono loro a volerci entrare, nonostante tutte i predicozzi di imbecilli senza cervello come lei.

syntronik

Dom, 16/03/2014 - 11:19

Ma in che mondo vivete, le bambine hanno meno di 10 anni, queste sono quindicenni, già in grado di decidere per conto loro, sono il frutto di genitori dementi, quelli che nel 68 hanno voluto tutto, adesso godetevelo. Nei supermercati, scene raccappriccianti, genitori che dipendono dalle parole di un marmocghio viziato, su cosa comprare o nò, all'età di due anni, questa non è causa della società, è causa della ignoranza dei genitori, se a 15 anni vogliono spassarsela e fare soldi con quello che la madre natura ha dato a loro, che facciano pure, il mondo è pieno di "deficenti" senza quelli molti farebbero la fame, non si deve dare la colpa a nessuno, la società siamo noi, e la maggioranza stabilisce di crescere i figli nella stupidità e perversione, dove tutto è possibile, dove a 2/3 anni si è il capofamiglia, e che tutto gira attorno a loro, non si vengano poi a lamentare che è colpa di tizio o sempronio, nelle famiglie SANE, queste cose non avvengono, e per fortuna sono ancora tante, ma in diminuzione, il dilemma sarà, fra 30/50 anni, cosa saremo diventati???

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 16/03/2014 - 11:26

Svuotavano la testa e...riempivano gli orifizi naturali. E magari qualcuno (psicologi dell'età evolutiva, sociologi, asceti, filosofi, onanisti e rompiballe vari)le sta a sentire con seriosa gravità ed annuisce pensosamente.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 16/03/2014 - 11:46

Luigi.Morettini, imbecille pedofilo che non è altro. Sono strasicuro che lei va a mignotte e possibilmente con minorenni. Ci posso scommettere. Spero che la becchi la polizia e gliela faccia pagare. P.S. - Se poi lei avesse figlie che si prostituiscono sono ancora più che felice.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 16/03/2014 - 11:47

Luigi.Morettini, se le sue figlie si prostituiscono sono sicuro che lei è il magnaccia protettore. Pur di incassare ......

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 16/03/2014 - 11:52

"Io non ero felice". E, prostrato ai suoi piedi, ad ascoltarla come un oracolo, con seriosa gravità, annuendo pensosamente, c'è un intero esercito di psicologi dell'età evolutiva, sociologi , asceti, filosofi, onanisti e ...rompiballe.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 16/03/2014 - 12:42

@NINO47: A parte il "malinquore", condivisibilissimo il commento. Che sia per l'età? Saluti

nino47

Dom, 16/03/2014 - 19:03

@NINO47: EH SI'....L'ANAGRAFE.....!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 17/03/2014 - 16:47

@andrea626390- Impiccati tossico!

mario micheletti

Lun, 17/03/2014 - 18:44

@andrea626390 ma cosa dici ai preso qualche droga oggi sbagliato dose

Giampaolo Ferrari

Mer, 14/01/2015 - 13:19

I sinistrelli italiani vorrebbero far votare pure i tredicenni,per quello sono capaci di intendere e volere.Ma sono minorenni quando si tratta di farsi penetrare per denaro.Se lo fanno tra loro per piacere va bene. Penso che se non c'è costrizione,violenza ed è una libera scelta non sia giusto perseguire il così chiamato cliente.