Dell'Utri a casa e un messaggio per Forza Italia

Ieri è come se Silvio Berlusconi avesse vinto le sue elezioni

Ieri è come se Silvio Berlusconi avesse vinto le sue elezioni. Ha riportato a casa Marcello Dell'Utri, un soldato, direi un ufficiale, di Forza Italia fatto prigioniero e torturato dai nemici in base a un incredibile e falso teorema che voleva fare figurare il partito complice della mafia. «Concorso esterno», avevano deciso i giudici non potendo dimostrare alcun fatto specifico. Per quanto conosco Silvio Berlusconi, la revoca dell'ingiusta detenzione a Dell'Utri è la più bella delle notizie. Per lui, ne sono testimone, la vita e la libertà di amici e collaboratori vale più del successo del partito e delle aziende. Negli ultimi anni non c'è stato incontro o telefonata con il Cavaliere - mi scusi se svelo questioni private - che non terminasse con una parola su Marcello: «Mi raccomando direttore, stagli sotto, quell'uomo soffre ingiustamente e la cosa fa soffrire anche me, tutti dobbiamo fare qualcosa».

Per questo trovo stupidi, se non addirittura vigliacchi, alcuni commenti di esponenti di o vicini a Forza Italia che accusano Berlusconi di avere mollato l'amico al suo destino, o che mostrano gelo se non imbarazzo nel volere festeggiare l'avvenuta liberazione - sia pure parziale - dell'ex senatore malato. Se Mattarella, ma financo Napolitano, potessero parlare liberamente, potrebbero testimoniare che Berlusconi ha sempre posto, prima della sua, la questione giustizia per Dell'Utri. E l'ha fatto in ogni occasione politica, anche se non era in agenda e suscitando non pochi imbarazzi.

Mi guardo bene dal santificare qualcuno, Berlusconi e Dell'Utri per primi. Ma divido le persone tra quelle leali e con le palle e quelle opportuniste, che si spostano sempre dove tira il vento. Mi fa tristezza, per esempio, vedere la nuova Lega scaricare, al primo problema giudiziario, Umberto Bossi come se fosse uno sconosciuto malandrino. La Lega è, nel bene e nel male, Umberto Bossi, così come Forza Italia è Silvio Berlusconi e pure Marcello Dell'Utri, senza il quale forse il partito vincente che abbiamo conosciuto non sarebbe mai nato.

Forza Italia sta rinascendo, con Antonio Tajani in plancia, dalla botta presa alle elezioni del 4 marzo. Giusto voltare pagina e guardare avanti, ma mai rinnegare la propria storia e gli uomini che l'hanno scritta. Marcello Dell'Utri, carattere spigoloso e a volte burbero, è uno di questi. Bentornato (semi) libero, senatore.

Commenti

luan

Dom, 08/07/2018 - 15:04

ALTRI voti per Lega e 5Stelle

Pigi

Dom, 08/07/2018 - 15:45

La "riabilitazione" di Berlusconi proprio durante le trattative per il governo, in modo che mettesse il bastone in mezzo alle ruote (come ha tentato) all'alleanza Lega-M5S, non ha insegnato? Non viene minimamente in dubbio di venire usati proprio da coloro che ne avevano causato la rovina? E che nel caso, molto improbabile, in cui Forza Italia tornasse competitiva per i sinistri, sarebbe tutto revocato?

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 08/07/2018 - 16:01

sperano che Berlusconi faccia opposizione al governo in cambio di qualche zuccherino. il problema è che FI sta per "finita"

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Dom, 08/07/2018 - 16:18

Egregio direttore,condivido la sua soddisfazione per la(semi)liberazione dell'on.Dell'Utri e senza entrare nel merito della questione,vorrei soffermarmi su due punti dell'articolo:i reati a cui puo' seguire condanna in "assenza della dimostrazione di alcun fatto specifico" e Umberto Bossi. Riguardo al primo punto,stupisce che nonostante uno di questi molteplici e fantasiosi reati abbia toccato una persona cosi' importante come l'on.Dell'Utri,ma anche Cuffaro e molti altri,da parte del centrodestra non si chieda a gran voce una riforma profonda riguardo lo strumento probatorio in generale e che riguardi TUTTI. Su Bossi,mi spiace,ma e' stato lui a mettersi in contrasto con l'attuale dirigenza e non viceversa,tant'é vero che é stato ricandidato.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Dom, 08/07/2018 - 16:25

Ho seguito la vicenda e la gogna mediatica che ha dovuto subire. Un saluto e un grande abbraccio a Marcello Dell'Utri.

mzee3

Dom, 08/07/2018 - 19:04

Assicuro Dell'Utri che è stata una sorpresa anche per gli Italiani perbene, non legati né alla camorra né alla mafia ne alle cene eleganti. Pensi Dell'Utri, che tutta la popolazione carceraria è sbigottita. Ma poi, a pensarci bene, con l'arrivo del nuovo governo forse era prevedibile. Far andare a casa i nuovi "eletti" sarebbe stato più difficile. Così come il governo giallo verde se ne infischierà di Reggeni..

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 08/07/2018 - 19:16

L'uomo della strada (io lo sono) si domanda se il condannato Dell'Utri sia stato giustamente punito per reati effettivamente commessi, ovvero se la condanna inflitta sia strumentale, connessa ad interessi politici avversi. La vicenda si ripete in questi giorni con l'assalto al tesoretto della Lega, partito ora nazionale, guidato da un troppo esplosivo Salvini, fortemente colpevole di voler difendere gli interessi del Popolo Italiano, da anni succube della prepotenza franco-tedesca. In altri tempi, i nostri avi, avrebbero chiesto: "Quousque tandem abutere, magister, patientia nostra?"

maria angela gobbi

Dom, 08/07/2018 - 21:51

"Quousque tandem...ecc"Perfetto.

Rotohorsy

Dom, 08/07/2018 - 22:50

Il messaggio sembra essere: "se Berlusconi e Forza Italia fanno i bravi col PD, questo gli verrà riconosciuto". La gente però se n'è accorta e continuerà a dare sempre più consensi a Lega e 5 Stelle.

mcm3

Lun, 09/07/2018 - 06:17

Senza vergogna...un soldato, un ufficiale fatto prigioniero, una vittima, perche' non dite la verita', perche' non dite chi sta coprendo, perche' non dite cosa succederebbe se cominciasse a parlare, chiaramente naascondete e cambiate la realta' dei fatti, mi domando cosa avreste scritto se si trattava di un ex senatore di un altro partito..

forzanoi

Lun, 09/07/2018 - 06:24

tanti si stanno accorgendo delle storture di LEGA-5S e del tentativo di minare la democrazia. i consensi verso di loro scendono a vista d'occhio. Siamo una nave senza nocchiero

jim74

Lun, 09/07/2018 - 11:14

Da vent'anni a questa parte qualsiasi processo o chiarimento per quanto riguarda esponenti di sinistra o cosiddetti pdioti sono stati tutti archiviati o prescritti. Non ho mai visto un esponente del pd scontare alcuna pena riguardo i fatti contestatigli o subire condanne (vedi De Benedetti). Questo a dimostrare che dell'utri è stato incarcerato proprio per avvalorare questa tesi.

Slomb

Lun, 09/07/2018 - 11:24

Vede caro direttore, e lei lo dovrebbe intendere bene, il vero problema di questo paese – al di là dell’immigrazione, della mala economia eccetera – è la mancata riforma della magistratura. Finché non sarà fatta questa riforma, questo paese non potrà mai rinascere e crescere. Le ricordo che nelle condizioni di Dell’Utri ci sono migliaia di detenuti e si ricordi che costoro sono in carcere anche da innocenti o per futili motivi. Allora dovete riflettere che quando fate campagne mediatiche giustizialiste per la pancia del vostro elettorato, in realtà state facendo il gioco della magistratura, che si legittima, quella stessa magistratura che in questo oscuro periodo della storia italiana governa il paese con il pugno di ferro. E non v’è nulla di più mostruoso e pericoloso della dittatura dei giudici.

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Lun, 09/07/2018 - 11:35

Il massimo della tragedia nell'Affare Marcello Dell'Utri, sfuggito more solito ai giornalisti, è che nel terzo millennio una persona è riconosciuta ipertesa, cardiopatica ischemica, diabetica e cancerosa a 50-60-70 anni, mentre i relativi Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relativaeCostituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche erano presenti alla nascita, diagnosticabili con un fonendoscopio ed eliminabili con una terapia medica, TQMR, che costa poco. Su tuto questo cala il silenzio dei media e degli stessi pazienti, familiari e amici di partito. Commento nel mio blog

g.l

Lun, 09/07/2018 - 11:51

Il fatto che Dell'Utri sia stato mandato ai domiciliari,mi sembra una atto umanitario nei confronti di una persona malata.Però con tutti i mezzi economici e avvocati di prima categoria che il signor Dell'Utri ha a disposizione,continuare a farlo passare per innocente sembra veramente una cosa fuori dal mondo.Non ci fossero prove il signor Dell'Utri non sarebbe andato in galera altrimenti bisognerebbe pensare che tutti i suoi avvocatoni sono proprio delle sole nel non riuscire ha dimostrare la sua innocenza.

Slomb

Lun, 09/07/2018 - 12:39

g.l ...tu non hai proprio capito come agisce la magistratura in questo paese. Pensi che siano necessarie le prove per incarcerare un uomo? Incredibile che vi sia ancora tale ingenuità nelle persone. Gli avvocati in questo paese non contano nulla, sono solo degli orpelli più o meno costosi. In Italia vi sono 1000 casi l'anno di persone che finiscono in galera da innocenti, come stabiliscono poi le sentenze dopo iter processuali lunghissimi e terribili. Se così è, dov'erano le prove che hanno spedito in carcere tutti questi innocenti? Sveglia!

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Lun, 09/07/2018 - 13:12

@g.l:se legge attentamente quello che ha scritto,vedra' che anche lei ci stai arrivando senza che nessuno glielo lo spieghi;il problema e' proprio lo strumento probatorio,"Non ci fossero prove.." e cioé come vengono costruite queste "prove",e non si parla solo di mafia,ma di decine di altri reati,dove basta un calunniatore alla canna del gas ben imbeccato,per mandare in galera uno che non c'entra niente;eppure,ad attenti osservatori come lei,non dovrebbe essere sfuggita la vicenda del falso pentito Scarantino;la approfondisca. @Slomb:grazie di cuore per aver speso il suo tempo su questo argomento,il suo e' uno dei commenti piu' precisi ed esaustivi che abbia mai letto.

cangurino

Lun, 09/07/2018 - 13:26

FI si è sempre professata iper garantista nei confronti di tutti i politici, DC, PSI, PCI, DP, PD, UDC, CCD, AN, FI ecc. ecc. Una regola ferrea: fino all'ultimo grado di giudizio, si presume l'innocenza. Devo constatare la prima ed unica eccezione, nei confronti dell'alleato Lega sui fondi. In questi giorni dove chiunque ha preso posizione, anche i sassi, abbiamo assistito ad un silenzio surreale dei vertici di FI sul tema. Forse hanno compreso che l'iper garantismo non paga in termini elettorali? Vedremo, certo che suona strano.

Giorgio1952

Lun, 09/07/2018 - 13:43

02121940 bel commento, le consiglio di leggere l'articolo sulla intervista di Andrea Camilleri, riportato da questa testata ma rilasciata a Repubblica, perché dall'uscita del fondatore Montanelli questo giornale non fa altro che copia/incolla da altre testate. A cominciare del Direttore Sallusti non c’è un giornalista che sappia fare questo mestiere. Tralascio la vicenda Dell’Utri invece a proposito dell'assalto “al tesoretto della Lega, partito ora nazionale, guidato da un troppo esplosivo Salvini, fortemente colpevole di voler difendere gli interessi del Popolo Italiano, da anni succube della prepotenza franco-tedesca”, le ricordo che il tesoretto è fatto con isoldi pubblici, il partito “nazionale” al Sud raccoglie pochi voti e Salvini novello Alberto da Giussano, è “troppo esplosivo” perché è come un kamikaze imbottito di tritolo, vedrete che prresto esploderà da solo.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 09/07/2018 - 14:37

---ci sono diverse sentenze di terzo grado di corte di cassazione -ci sono dispositivi di motivazione di altre sentenze di cassazione che ci dicono in maniera inequivocabile--comprovata ed avallata da fatti e documenti--che il cav ha foraggiato cosa nostra senza ombra di dubbio alcuno per un periodo eterno durato vent'anni--per tramite del signor dell'utri--questi sono i fatti che si leggeranno sui libri di storia--sapere della liberazione di dell'utri mentre i suoi sodali riina e provenzano sono usciti dal gabbio orizzontali edefunti e divorati dalle metastasi è una sconfitta colossale per l'italia democratica-

fisis

Lun, 09/07/2018 - 14:51

Non vedo cosa ci sia tanto da gioire. Dell'Utri è comunque agli arresti domiciliari, gravemente ammalato, dopo aver passato anni in carcere, senza potersi curare adeguatamente, nonostante il parere contrario dei medici. Inoltre è stato accusato di un delitto inesistente e ambiguo e comunque mi pare in maniera retroattiva, ci spieghi lei dottor Sallusti. In più Berlusconi, come già successo con Craxi - in quel caso in maniera “definitiva” - è stato ridotto al silenzio, dopo essere stato sotto scacco perenne delle toghe rosse, le quali adesso rivolgono la loro “attenzione” verso Salvini. A me pare che siamo tuttora nel pieno di una "democrazia" sotto tutela giudiziaria che assomiglia tanto a una dittatura.

gedeone@libero.it

Lun, 09/07/2018 - 14:59

Ora i magistrati sinistri hanno cambiato obiettivo perché per il momento non è pericolosa per il Pd e 5* Forza Italia, bensì la Lega. Ora si stanno ""lavorando"" Salvini ed il suo partito, hanno appena iniziato e ne vedremo delle belle. Se sono riusciti a far (quasi) fuori Berlusconi e FI, figuriamoci la Lega.

pilandi

Lun, 09/07/2018 - 15:48

Si, che se parlava un altro finiva dentro...

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Lun, 09/07/2018 - 17:01

Si parla di sentenze,come se fossero verita' assolute,bene,provo a spiegare come,in Italia,si puo' arrivare a quelle verita':un signore con una toga,la cui carriera dipende dal numero di condanne che riesce a far infliggere,dice a Tizio di raccontare una storia su Caio>Caio dice "non e' vero!",ma essendo l'imputato,la sua parola non ha valore>a questo punto un collega del signore con la toga,decide arbitrariamente se credere o meno a Tizio,MA Caio gli sta proprio sullo stomaco>COLPEVOLE!ed ecco come si arriva alla cosidetta "verita' processuale";ma Tizio e' un pluripregiudicato assassino o un pazzo o uno/a che si vuole vendicare del coniuge fedifrago:chissenefrega,lo dicono 3 gradi di giudizio,non puo' che essere cosi':questo sarebbe un Paese civile?Facciamo che la parola di Tizio valga almeno come la parola di Caio?E' troppo?

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Lun, 09/07/2018 - 18:20

Direttore, grazie per l'articolo. Conoscendo la vicenda sono felice per l'on. Dell'Utri ed anche e soprattutto per Silvio Berlusconi.

beccaria

Lun, 09/07/2018 - 18:41

Forza Italia sta rinascendo......Sogna Sallusti, sogna, che nel frattempo e per fortuna Salvini fa i fatti....

g.l

Lun, 09/07/2018 - 18:43

slomb io mi dovrò anche svegliare ma te ancora non hai capito come funziona in italia,tutto in mano alla mafia e alla corruzione, grazie a quelli come te che difendono questi delinquenti per parte presa.Meno tifoseria e più amor proprio.Questi individui,destra o sinistra,che ci hanno rubato tutto non meritano essere difesi davanti a una condanna.

g.l

Lun, 09/07/2018 - 18:54

Comunistialmuro questo può succedere a un disgraziato,ma a uno con un potere come quello che aveva Dell'Utri ma mi facci il piacere.(ma guarda strano che gli uomini di potere sono tutti innocenti.)Ci fregheranno tutta la vita,con un popolo che gli difende dove vuoi andare?

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 09/07/2018 - 19:28

Sicuramente gli avranno chiesto qualcosa in cambio della liberazione di Dell'Utri. Col piddì verso il 15% sono disperati. E così chiedono aiuto al soccorso rosso di magistratura democratica che si attiva in vari modi per l'esercizio del suo potere mafioso.

Slomb

Mar, 10/07/2018 - 08:45

g.l … Tu non hai capito il senso del mio commento. Io non sono tifoso di nessuno e faccio un discorso al di là del campanilismo politico. Che la magistratura in Italia sia un potere tirannico e fuori dallo stato di diritto è un dato di fatto. Chi non lo capisce o è stupido o è un magistrato che naturalmente difende i suoi privilegi di casta medievale. Tu dici che questo paese è in mano alla mafia e alla corruzione. Vero. Peccato però che i primi a comportarsi come mafiosi siano proprio quelli che dovrebbero combattere la mafia, ovvero la Direzione Distrettuale Antimafia. Informati e vedrai come costoro (leggi i magistrati) stanno distruggendo il tessuto produttivo del sud, a suon di interdizioni quasi sempre immotivate ed arbitrarie. Ripeto e lo dico a tutti: finché non si procederà ad una seria riforma della magistratura (separazione delle carriere, responsabilità civile e penale dei giudici eccetera) il paese non avrà futuro.

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 10/07/2018 - 10:31

Caro MCM3 vatti a vedere chi era il Sig. Francesco Moranino in arte comandante Gemisto, e come funzionano le cose in Italia, poi ne riparliamo.

dagoleo

Mar, 10/07/2018 - 12:36

I Giudici al libro paga del ????? danno una mano a Berlusconi perchè faccia forte opposizione a Lega e 5Ste. L'abbiamo capito tutti. Timeo danaos et dona ferentes. Il dono è dell'Utri a casa. Come dovrà sdebitarsi Berlusconi lo sappiamo bene ed avremo modo di vederlo in futuro su questi schermi. Ma non ci caschiamo.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mar, 10/07/2018 - 13:45

A causa di questa feccia mafiosa politica, che si fa e viene appellata come onorevoli , il vero onore in italia non esiste piú Guarda i giornalai, i politici e i mafiosi di cosa nostra tutti onorevoli a cominciare dal presidente della repubblica dell´Italia mafiosa e delinquente.

Atlantico

Mar, 10/07/2018 - 17:37

Un grande articolo di un grande direttore !