La compagna di Di Cataldo l'accusa su Fb: "Picchiata fino ad abortire"

La donna pubblica sul social network foto che ritraggono le percosse subite e denuncia i maltrattamenti, che avrebbe subito dal cantante

Una serie di immagini, pubblicate su facebook, in cui appare con gli occhi gonfi e i segni dei maltrattamenti di cui accusa il compagno. Anna Laura Millacci, un'artista visuale, compagna del cantante Massimo di Cataldo, dal quale ha anche avuto una figlia, lo accusa delle botte che l'hanno ridotta nello stato mostrato dalle fotografie.

"Ho pensato a lungo se farlo o meno", scrive la donna, aggiungendo di essersi decisa, perché crede "nella dignità e nel rispetto delle donne". Una storia ripresa da Repubblica.it, che riporta le parole di una lettera in cui l'artista si rivolge al compagno. "Non avrei mai voluto arrivare a dire pubblicamente che uomo sei - scrive - e a pubblicare queste foto così terribili". 

La donna, alle cui accuse l'artista non ha ancora risposto, denuncia anche di avere avuto un aborto a causa delle violenze subite. Parole che accompagna con una fotografia sul suo profilo, per dare forza alla sua tesi. Aggiunge di essere stata picchiata anche durante la prima gravidanza. E conclude: "Mai nessun uomo potrà mai più farmi questo a me e alla vita. E spero che questo outing e sputtanamento pubblico sia utile a tutte quelle donne che subiscono uomini che sembrano angeli e poi ci riducono così".

La polizia ha avviato alcune verifiche sulla denuncia della donna.

Commenti

nebokid

Ven, 19/07/2013 - 21:51

Bel pezzo di m......

vince50

Ven, 19/07/2013 - 21:51

Questioni strettamente personali,non credo sia il caso di esibirle.In ogni caso NESSUNA forma di violenza potrà mai essere positiva e mano che mai costruttiva,è profondamente sbagliata la violenza fisica l'uomo così come quella psicologica devastante e martellante della donna.

Ritratto di CesareAugusto

CesareAugusto

Ven, 19/07/2013 - 21:54

Attenzione prima di giudicare! Non è possibile che due schiaffi per placare una donnetta isterica siano necessariamente violenza domestica e femminicidio. Certamente non è questo il caso ma chissà..

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 19/07/2013 - 22:03

Come si può fare in modo che "Mai nessun uomo..."? La violenza sulle donne è diventata non più sopportabile, eppure aumenta.

milo del monte

Ven, 19/07/2013 - 22:21

si certo e vbai su facebook invece che alla polizia

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 19/07/2013 - 22:24

Quella di questi del Corriere é violenza psicologica... Loro misurano la cultura di una persona dal fatto se dice Kazaco o Kazachistano gli ignoranti che appestano il Paese. Loro non potranno mai comprendere che nell´antica Roma c´erano persone che non sapevano leggere e scrivere, passavano il giorno nel mercato mangiando semi e quando andavano ai bagni pubblici parlavano tra loro di ció che era Corretto e Bello... Loro facevano cultura, mica come questi impostori del Corriere che con la loro rivoltante perfidia sanno solo insudiciare il Paese ...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 19/07/2013 - 22:26

Quella di questi del Corriere é violenza psicologica... Loro che misurano la cultura di una persona dal fatto se dice Kazaco o Kazachistano sono gli autentici ignoranti che appestano il Paese. Loro non potranno mai comprendere che nell´antica Roma c´erano persone che non sapevano leggere e scrivere, passavano il giorno nel mercato mangiando semi e quando andavano ai bagni pubblici parlavano tra loro di ció che era Corretto e Bello... Loro facevano cultura, mica come questi impostori del Corriere che con la loro rivoltante perfidia sanno solo insudiciare il Paese ...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 19/07/2013 - 22:26

Quella di questi del Corriere é violenza psicologica... Loro che misurano la cultura di una persona dal fatto se dice Kazaco o Kazachistano sono gli autentici ignoranti che appestano il Paese. Non potranno mai comprendere che nell´antica Roma c´erano persone che non sapevano leggere e scrivere, passavano il giorno nel mercato mangiando semi e quando andavano ai bagni pubblici parlavano tra loro di ció che era Corretto e Bello... Loro facevano cultura, mica come questi impostori del Corriere che con la loro rivoltante perfidia sanno solo insudiciare il Paese ...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 19/07/2013 - 22:30

Quella di questi del Corriere é violenza psicologica... Loro che misurano la cultura di una persona dal fatto se dice Kazaco o Kazachistano sono gli autentici ignoranti che appestano il Paese. Non potranno mai comprendere che nell´antica Roma c´erano persone che non sapevano leggere e scrivere, passavano il giorno nel mercato mangiando semi e quando andavano ai bagni pubblici parlavano tra loro di ció che era Corretto e Bello... Loro facevano cultura, mica come questi impostori del Corriere che con la loro rivoltante perfidia sanno solo insudiciare il Paese ...

aredo

Ven, 19/07/2013 - 22:31

Si capisce tutto.. ma una non è normale se mette tutto su Facebook. Al giorno d'oggi la gente è impazzita. Ma che è diventato Facebook? La nuova piazza del Grande Fratello comunista? "il tribunale del popolo" di fede Marxista ? E BASTA CON 'STO FACEBOOK ! Imparate a tenervi le cose per voi e non sbandierare ogni cosa in piazza! L'uso di droghe è alle stelle al giorno d'oggi davvero... Fra poco vedremo anche i serial killer che pubblicano su Facebook i loro capolavori con nonchalance...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 19/07/2013 - 22:49

Corriere, per favore, basta con la violenza della monnezza… Voi che misurate la cultura di una persona dal fatto se dice Kazako o Kazakistano siete gli autentici ignoranti che appestate il Paese. Non potrete mai comprendere che nell´antica Roma c´erano persone che non sapevano leggere e scrivere, passavano il giorno nel mercato mangiando semi e quando andavano ai bagni pubblici parlavano tra loro di ció che era Corretto e Bello… Loro facevano cultura, mica come voi, raccapriccianti impostori che con la vostra rivoltante perfidia sapete solo insudiciare il Paese … Altro che Cultura!

hectorre

Ven, 19/07/2013 - 23:59

l'atto più vile che un uomo possa compiere......sai quanti ti avrebbero messo le mani addosso per le tue canzoni di m????......

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Sab, 20/07/2013 - 07:27

e continuavi a stare con lui ? o lo sei e allora poveraccia vai a fuori dalle suore , se non lo sei allora ti sta a pennello .

fishnchips

Sab, 20/07/2013 - 08:43

Ora aspetto la reazione a livello internazionale di quelle che io chiamo 'La Brigata delle P.ttane' ('International Sl.ts Brigade'), cosi' sollecite a suo tempo a scatenarsi contro Berlusconi "in nome della dignita' della donna". Pero' mai viste agitarsi quando si tratta di mutilazione femminile o a sostegno di Malala Yousafzai, la sedicenne pakistana sparata alla testa dai Talibani per aver sostenuto il diritto all'istruzione femminile nel suo Paese (tanto per fare un paio di esempi). E voglio vedere se questo mio commento sara' censurato come tutti gli altri mandati nell'ultimo mese.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Sab, 20/07/2013 - 09:49

Non conosco Di Cataldo. Farei un quiz per cercare I parametridella giustizia Italiana: -Uccisione di 16enne senza portare soccorso : 3 gg di carcere poi si vedrà -Libertinaggio sessuale con Maggiorenni o quasi : 7 anni -Pestaggio di giovane donna con procurato aborto ? buffetto su guancia ? -Processo a Mafiosi :spesso scadono i termini -Maradono non paga il fisco per alcuni milioni : applausi di folla ed evidenza in trasmissioni televisive. Per I Cittadini semplici serverebbe un metro per capire cosa è veramente un reato serio in Italia.

Ritratto di frank.

frank.

Sab, 20/07/2013 - 10:15

Cadaques, devi diminuire le dosi...