Il desiderio di malvagità omicida dopo aver leccato i tacchi a spillo: così è morto Luca Varani

I particolari più perversi che hanno portato alla morte di Varani. Prato vestito da donna per convincere Foffo a fare sesso con un uomo. Poi le pratiche fetish e il raptus di follia. "Luca si dibatteva per rimanere in vita"

Secondo Marco Prato, Manuel Foffo nega la sua omosessualità. E, per questo, accetta di avere rapporti sessuali con altri uomini solo se questi si travestono da donna. Ma quello che succede venerdì scorso va oltre qualsiasi perversione. La ricostruzione dei fatti è ancora frammentaria e contraddittoria, ma ne emerge un quadro di devastante violenza e di inumana depravazione. Stando alle carte degli inquirenti riportate dal Corriere della Sera, la scintilla dell'omicidio si accende in Foffo proprio durante un rapporto a tre con Luca Varani in cui interviene "dopo aver leccato i tacchi a spillo ed essersi fatto camminare sul corpo partecipando all’eccitazione sessuale".

"Manuel era come impazzito mi ha chiesto prima di versare un farmaco nel bicchiere di Luca e poi dopo che questo aveva cominciato a stare male mi ha chiesto di ucciderlo: 'Questo stronzo deve morire', urlava in preda a un improvviso e insensato odio e repulsione verso Varani". Stando alla deposizione di Prato, anche la ricerca di una vittima sarebbe nata per assecondare una fantasia di Manuel: "Voleva simulare uno stupro con un prostituto-maschio". Non avendo trovato nessuno girovagando in auto, i due chiamano Varani. "Ero infatuato di Manuel - continua Prato - ho cercato di assecondare la sua follia omicida, obbedendo in modo passivo alla sua richiesta di strozzarlo". Così Prato ha provato ad ammazzare Varani a mani nude. "Ma - ammette - senza riuscire a stringere in modo da ucciderlo. Luca pareva voler combattere per rimanere in vita". Ed è allora che sarebbe intervenuto Foffo. "In preda a una furia bestiale - dice Prato - inizia a colpirlo con il martello in testa, adirandosi sempre di più per non riuscire, nonostante tutti i colpi, a provocarne la morte e chiedendomi ripetutamente di aiutarlo".

La versione di Prato si discosta da quella di Foffo. "Non sono attratto dagli omosessuali e prima dell’arrivo di Luca, nei tre giorni trascorsi assieme - si difende - ho avuto con Marc solo un rapporto orale a causa dell’alcol e della droga che avevamo assunto". Ma non sa spiegare perché Prato si sia travestito da donna. Non solo. A suo dire, la genesi di uccidere qualcuno scaturisce da "un'idea delirante maturata già il giovedì durante l’uscita in macchina in cerca di una vittima che si sarebbe poi tacitamente concretizzata quasi come un accordo tra loro alla vista di Luca nella mattina di venerdì". Poi, per il resto, nulla coincide. Tutto è difforme. "Mi assumo le responsabilità dell'orrore - ribadisce Foffo, anche se sono stato io a coinvolgereLuca. E non è vero come dice lui che avevo l'idea fissa di violentare qualcuno. Mai pensato allo stupro di una persona". Secondo il Messaggero, l'unica preccupazione di Foffo ora è ribadire che non è gay. Assassino sì, omosessuale no. "Lo abbiamo davvero torturato - continua - chi doveva morire in quella circostanza eravamo sia io sia Marco, non Luca. Non c'è stato alcun motivo che mi ha portato a fare questa cosa. E comunque Prato ha detto bugie, ha raccontato tante falsità - insiste - io non sono omosessuale, ho le mie perversioni, ma non sono predatore sessuale, non sono uno stupratore".

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 11/03/2016 - 14:05

Questi subumani dovrebbero vivere sottoterra come i nostri antenati della caverne,nutrendosi di topi ed escrementi,e senza possibilità di fuga.

lorenzovan

Ven, 11/03/2016 - 14:13

con buona pace degli odiatori professionali questi sono i risultato della represssione delle propria personalita'...in questo caso omosessuale...come dice lç'articolo...il vero problema di Foffo e' negare la propria omosessualita' !!!! non negare l'omicidio o le torture...!!!dal che si deduce quanto devastanti nello sviluppo psichico siano state le repressioni in questa persona...il dover negare sempre e comunque...la vergogna...la doppia vita nascosta... i rapporti privi di amore ...ma pieni di sesso violeno quasi a atupunirsi e punire..per il "peccato" grazie all'educazione ealla morale corrente che stigmatizza qualsiasi comportamento "diverso"

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 11/03/2016 - 14:17

C'E' CHI DICE DROGA LIBERA. FIGURIAMOCI .............................

schiacciarayban

Ven, 11/03/2016 - 14:26

Eh so' froci... che ci volete fare, loro si divertono così

venco

Ven, 11/03/2016 - 14:30

Figli della modernità senza un minimo di fede cristiana.

Mechwarrior

Ven, 11/03/2016 - 14:45

Corda e sapone

Boxster65

Ven, 11/03/2016 - 14:57

Fateci un favore brutti froci, suicidatevi!!

titina

Ven, 11/03/2016 - 15:00

Potevano sposarsi e risolvevano i loro problemi: sono fatti l'uno per l'altro

Ritratto di matteo844

matteo844

Ven, 11/03/2016 - 15:35

Luca ormai non c'e' piu' e' nella mani di Dio e probabilmente avra' raggiunto i suoi veri genitori quei genitori da cui lo tolsero quando scampo' all'infermo di Sarajevo non sapendo povera anima che l'inferno lo avrebbe aspettato solo qualche anno dopo. Ora le sue sofferenze e le paure di quella notte sono finite.Voi, genitori di quei due ragazzi...lasciate che la giustizia faccia il suo corso,non intervenite con scorciatoie o giustificazioni,sarebbe l'ennesimo errore verso i vostri figli.Devono pagare questo orribile crimine da loro commesso con la giustizia e verso un Paese a cui la morte di Luca ha toccato le corde piu profonde del cuore e che si aspetta una condanna esemplare per colmare la rabbia che ha dentro. A voi romani vorrei dire di curare la vostra citta una citta dove la gente ha paura a mettere piede.Luca continuero a pregare per te e a voi famiglie auguro di trovare dentro di voi la pace di cui avete tanto bisogno.

giugurta

Ven, 11/03/2016 - 16:14

Questo episodio è il simbolo della disgregazione dell'umanità, di quel "cupio dissolvi" che presto potrebbe condurre all'estinzione della specie umana.

Cacciamo i Padani

Ven, 11/03/2016 - 16:30

Questi fatti sono frutto del nichilismo dilagante nella società moderna. Tutto è lecito, tutto va legalizzato per avere piacere. Non esiste "peccato", non esiste "limite". Per loro provo solo una gran pena. Questo è il frutto della scristianizzazione. Ce la prendiamo con i crocifissi, e poi non ci accorgiamo del bassissimo livello morale che ci circonda.

fisis

Ven, 11/03/2016 - 16:54

Semplificando, uno psicanalista direbbe che Manuel ha ucciso Luca perchè ossessionato e terrorizzato dalla propria omosessualità repressa. Uccidendo Luca tentava di eliminare l'omosessuale che è in lui, che vede come un altro da sè che non vuole e che non riesce ad accettare.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 11/03/2016 - 17:03

Ma il povero Luca non poteva prevedere a cosa andava incontro prestandosi consciamente ad un rapporto omo-sandwich? Non era, forse, attivo partecipe di un'identica perversione...che avrebbe potuto,tranquillamente, concludersi con l'omicidio di un altro componente del terzetto?

lorenzovan

Ven, 11/03/2016 - 17:28

@ fisis..hai riassunto concisamente quello che ho detto precedentemente...dilungandomi dato che se parli qua' di psicologia o psichiatria...danno di matto...lololol

puponzolo

Ven, 11/03/2016 - 17:48

Una volta andandogli bene a questi signori la Marina inglese li avrebbe fatti imbarcare a forza come marinai sui velieri per l'Oceania...e gli avrebbe restituito il senno a forza di nerbo di bue.

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 11/03/2016 - 17:58

Forse una una coppia di arcobaleno ??? ehehehe

baio57

Ven, 11/03/2016 - 18:01

@ lorenzovan - Illustre ,sarai anche dotto ed al di sopra di noi comuni bananas ,ma vedi di scrivere QUA senza apostrofo ,grazie. Dopo la lezione di psicologia (ma guarda caso è ciò che si scrive sempre in questi casi ,quindi niente di nuovo sotto il sole) posso andare a farmi l'aperitivo. Ah dimenticavo...ma va a ciapà i ratt!!

Linucs

Ven, 11/03/2016 - 20:06

Mutanti, ancor meno che subumani, prodotto della cultura che siamo diventati a forza di dare corda alle varie associazioni.

sparviero51

Ven, 11/03/2016 - 20:09

VORREI SAPERE DA GIUDICI E GIORNALISTI ONANISTI E GUARDONI COSA ACCOMUNA LA "LIBERTÀ DI STAMPA" A QUESTA SQUALLIDA SEQUELA DI ARTICOLI CON PARTICOLARI RACCAPRICCIANTI .PENSATE PIUTTOSTO AL DOLORE DEI GENITORI DI QUEL POVERO RAGAZZO MASSACRATO DA QUESTE DUE BESTIE.GLI INQUIRENTI SI VERGOGNINO PER QUESTO STILLICIDIO DI NOTIZIE PASSATE AI PROPRI LECCOBARDI PENNIVENDOLI !!!

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 11/03/2016 - 20:32

Questi pezzi di mxxxa se trovano ancora un pizzico di lucidità nel loro cervello devastato facciano solamente quello che gli rimane da fare... un sacchetto di plastica in galera lo trovano

salvatore40

Ven, 11/03/2016 - 20:39

Quei particolari,agghiaccianti,sono rivelatori del Nulla, del suo potere Nullificante,di un Gruppo Bestiale che trova il suo pari e modello solo nelle efferate PRATICHE NAZISTE ! Il Nazista si considerava Libero,al di là del Bene e del Male,pura torva ferina prepotenza. Il Nazista non può e non deve aver pietà. La pietà è la virtù dei DEBOLI... Domanda : ma questa società, sotto sotto, ci vuol forse riportare all'efferatezza e spietatezza delle SS ?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 11/03/2016 - 21:45

La filosofia nazista asseriva che la guerra è la purificatrice della Umanità, intesa come coacervo di individui, non di meno ai giorni nostri le ideologie disfattiste e il permissivismo ad ogni costo, alias trasgredire alle regole consuete e non di meno sballarsi con l'alcool, le droghe e similari, stanno sostituendo l'effetto purificatrice della guerra: praticamente si sostituisce un metodo arcaico e sempre attuale con un altro altrettanto micidiale e criminale. Peccato che a rimetterci sono spesso i deboli o gli illusi ma tanto vale in natura non esiste la pietà.

123214

Sab, 12/03/2016 - 12:58

sembra già pronta la difesa e la assoluzione dei due feroci assassini . il primo è+ succube dell'altro. il quale è però uno che vive male la sua omosessualità e non la vuole riconoscere.( peccato siano insieme facciano sesso entrambe con altri uomini e via dicendo.) questi avranno le attenuanti della incapacità di intendere e volere faranno 10 anni in qualche comunità, ammissione di colpa pentimento rito abbreviato) tra 5 anni saranno già in giro a riempire salotti televisivi e a dire che è colpa della società omofoba. insomma si sono già organizzati per un giudizio lieve lieve. altro che ergastolo e forca. questi saranno più liberi dell'aria a breve.