Devastazioni a Milano: almeno 10 gli indagati.​ Rischiano 15 anni

Il numero è destinato a crescer. Con i blitz della Digos una cinquantina di persone sono indagate a vario titolo

Sono almeno una decina gli indagati per i disordini che si sono verificati a Milano il primo maggio. Ma il numero è destinato a salire. Alcuni soggetti sono stati identificati nel corso del blitz di Digos e carabinieri. Il reato contestato è di devastazione e prevede una pena massima di 15 anni di carcere.

Sulle persone sospettate di aver messo a ferro e fuoco la città, nascoste dietro i cappucci neri, saranno effettuati test del Dna, da comparare poi con campioni biologici che saranno ricavati dal materiale sequestrato come tute nere, maschere e mazze.



Le cinque persone arrestate a Milano durante i disordini, tra cui due donne, al momento restano in carcere con l'accusa di resistenza aggravata.

Con i blitz della Digos prima della manifestazione e con quelli dei giorni successivi il numero di indagati per vari reati, tra cui la resistenza a pubblico ufficiale e il porto di armi improprie, è salito a una cinquantina di persone.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 08/05/2015 - 10:33

da quando Berlusconi e' stato esautorato, mi diverto un mondo a guardare santoro ed il suo ''servizio pubblico''. il poveretto non sa piu' dove arrampicarsi: la Boschi non e' fotografata in compagnia di Rocco Siffredi che insieme, nudi , prendono il sole e bevono un drink. Renzi e' quasi sempre in compagnia della moglie, ambedue impeccabilmente vestiti. Solo la giannini si e' fatta fotografare in topless ma santoro capisce che e' meglio non rivangare perche' e' una sconfitta per tutti. Allora cosa rimane? invitare carlo freccero che difende i centri sociali e la ''protesta'' e affidarsi ai video di fedez (sic !) . Ieri sera e' stata l'apoteosi del nulla ed ora mi sento triste perche' il mio divertimento nel guardare la trasmissione di santoro e' di una crudelta' immane.

cgf

Ven, 08/05/2015 - 12:01

saranno giudicati come kompagni che hanno sbagliato e debbono avere la possibilità di non sbagliare più, tarallucci e vino.

buri

Ven, 08/05/2015 - 12:15

speriamo che si troveranno le prove per cpndannarli e che per una volta i magistrato si dimenticheranno delle loro opnioni politiche e li manderanno in galera