Diciotti, blitz contestatori: vernice rossa contro i migranti

Un gruppo di manifestanti ha preso a bottigliate la struttura di Messina nella quale verranno accolti 39 immigrati della Diciotti

Bottiglie piene di vernice rossa sono state lanciate contro il centro di accoglienza di Messina e un ex albergo trasformato in struttura che ospita i migranti sbarcati la settimana scorsa dalla nave Diciotti.

La protesta contro i 39 immigrati trasferiti nell'ex caserma di Messina arriva contemporaneamente a quella di Rocca di Papa, dove sono ospitati per quarantotto ore 100 profughi. Profughi che poi verranno redistribuiti in altre destinazioni "controllate" dalla Chiesa italiana. Ma tutte queste manifestazioni e contestazioni sono un chiaro segnale del malcontento diffuso fra gli italiani. Malcontento che già il ministro Matteo Salvini aveva evidenziato e "proprio per questo il popolo mi ha votato, per fermare l'immigrazione" selvaggia.

Ma torniamo alla protesta di Messina. Un gruppo di ignoti, quindi, in un primo momento, ha preso a bottiglie il portone dell'ex caserma. Poi il raid è proseguito durante la notte in via 1° Settembre, nei pressi della stazione ferroviaria con un altro lancio di bottiglie piene di vernice che hanno imbrattato i gradini e il portone dell'ex albergo.

Durante il blitz dei contestatori, sono stati lasciati anche dei biglietti con messaggi contro le politiche dell'accoglienza. Anche questo un chiaro segnale che non tutti i cittadini italiani sono d'accordo con l'aprire le loro città agli immigrati sbarcati dalla nave Diciotti.

Commenti
Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 29/08/2018 - 14:15

Gli italiani ne hanno piene le scatole. Non vogliono subire quest'integrazione forzata. La politica migratoria tenuta dai governi fino all'intervento di Salvini è consistita in tentativi continui di integrazione forzata su basi ideologiche catto-socialiste demenziali, a spese degli italiani inviperiti. I politici responsabili sono dei veri delinquenti.

venco

Mer, 29/08/2018 - 15:31

I nemici nostri non sono i migranti ma chi li ha voluti e continua a proteggerli ed esaltarli invitandoli a venire

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 29/08/2018 - 16:18

venco - 15:31 Guardi al di là di Ventimiglia e vedrà chi ci ama.