Diciotti, i migranti accusano i maltesi: "Ci dissero di andare in Italia"

Sul caso della nave Diciotti con a bordo 177 migranti salvati dalla Guardia Costiera in acque maltesi spunta un retroscena: le testimonianze dei migranti

Sul caso della nave Diciotti con a bordo 177 migranti salvati dalla Guardia Costiera in acque maltesi spunta un retroscena. Di fatto in queste ore è scontro tra Roma e La Valetta per la responsabilità delle operazioni di salvataggio. Il governo ha chiesto l'intervento dell'Unione Europea per risolevere la faccenda e soprattutto per dare il via ad una nuova suddivisione dei migranti tra i vari stati membri "volenterosi" che potrebbero aprire le loro porte. E in questo quadro alcune testimonianze di 8 migranti sui 13 fatti sbarcare per ricevere cure urgenti mostrano come le cose siano andate in modo ben diverso rispetto a quanto raccontato da Malta. "Avete sbagliato rotta, la direzione per l'italia è un'altra", avrebbero detto alcuni soccorritori maltesi ad alcuni migranti.

La testimonianza è stata raccolta dagli investigatori. Secondo fonti investigative, gli otto avrebbero spiegato a Polizia e Guardia costiera di essere stati avvicinati, dopo circa un giorno e mezzo dalla partenza dalle coste libiche, "da un’imbarcazione di notevoli dimensioni e da due gommoni". Secondo i testimoni, i soccorritori si sarebbero presentati come "maltesi". Questi soccorritori, sempre secondo il racconto riportato dai migranti, avrebbero rifornito l'imbarcazione di viveri e giubbotti aggiungendo però che non sarebbero stati accompagnati a Malta perché "avevano sbagliato rotta". In seguito, sempre l'equipaggio dei soccorritori avrebbe fatto capire ai migranti che sarebbero stati poi scortati fino a Lampedusa. In realtà, secondo quanto riferito dalla Guardia Costiera italiana, i maltesi dopo un primo contatto con l'imbarcazione l'avrebbero abbandonata lasciando la responsabilità delle operazioni di slavataggio proprio all'equipaggio italiano.

Commenti

EmanuelaBs

Lun, 20/08/2018 - 16:32

Malta se dovesse fare come l' Italia a quest'ora non esisterebbe più; i barconi, gommoni e quant'altro vanno intercettati subito e riportati da dove sono partiti altrimenti queste situazioni si creeranno sempre. Avete pubblicato un interessante articolo sui satelliti in uso dalla Guardia Costiera: ebbene sembrano non funzionare molto se nemmeno un barcone con oltre 170 persone non viene intercettato

venco

Lun, 20/08/2018 - 16:47

In ogni caso gli sbarcati si tengono e si mantengono in campi chiusi fin che vogliono, quando saranno stufi possono solo chiedere di farsi rimandare a casa, l'importante è non farli circolare liberi,

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 20/08/2018 - 17:26

La Republica di Malta, pur indipendente dal R.U. dal 1964, mi fa sottintendere che gli inglesi lo zampino da quelle parti ce l'abbiano lo stesso, ergo..

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Lun, 20/08/2018 - 17:30

Onefirsttwo dice : Perché mancano le boe galleggianti con i cartelli per l'Italia ? STOP Ogni boa dovrebbe avere i cartelli con l'indicazione delle varie direzioni(Italia , Malta , Libia , ecc.) STOP Così possono orizzontarsi invece di stare in balie delle onde e possono scegliere la via STOP Yeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

DRAGONI

Lun, 20/08/2018 - 17:44

I MALTESI SI SONO SPECIALIZZATI A FARE I "PIZZARDONI " DEL MARE! A QUANTO LE MULTE DA FARE PAGARE A CHI SBAGLIA, SECONDO LORO, LA ROTTA PER ANDARE IN ITALIA? FUORI DALL'EUROPA UNA SIMILE NAZIONE COVO DI PIRATI!!

maurizio50

Lun, 20/08/2018 - 17:51

Comunque la Guardia Costiera deve stare a ridosso delle acque territoriali Italiane e non girovagare per il Mediterraneo in cerca di presunti migranti o profughi o furbastri che vogliono arrivare in Europa a tutti i costi. Chi ha contravvenuto alle regole, Ufficiale inferiore o Superiore della Marina, va destituito e poi processato. Se ha simpatia per i Compagni, riservi le sue simpatie alla cabina elettorale, non al servizio per il quale e' pagato dalla Nazione!!!

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Lun, 20/08/2018 - 18:05

Okkio alle "confessioni" degli immigrati i quali dicono quello che si vuole che dicano... Purtroppo è che si tratta oramai di un teatrino comico dove tutti gli attori sono dei comici sfacciati. Purtroppo si fa l'errore di pensare che i "nostri" dicano "sempre" la verità solo perché sono i nostri e che i maltesi dicano solo frottole in quanto non sono i nostri... In questo pasticcio internazionale, ci mancavano solo dei principianti allo sbaraglio per complicare ancora di più il quadro complessivo dove TUTTI tendono a farsi gli interessi propri eccetto noi che abbiamo dei cani sciolti che fanno di testa loro con la scusa dei "salvataggi" che tali non sono.

mariod6

Lun, 20/08/2018 - 18:17

Rimane il fatto che il comandante della nave italiana, essendo un militare, va rimosso dal comando e processato per disobbedienza e quindi radiato dalla Guardia Costiera con disonore e senza pensione. vada a farsi pagare da Renzi e dalla Boldrini. E' un insulto alla sua bandiera.

Una-mattina-mi-...

Lun, 20/08/2018 - 18:23

... E L'ITALIA RISPONDE DI TORNARE INDIETRO...