“Diritto Doganale”: il libro di Sara Armella in un convegno alla Bocconi

Per rilanciare le imprese bisogna passare dalla dogana, o meglio dal diritto doganale. Ne è convinta Sara Armella autrice del libro "Pianificazione doganale"

“Pianificazione doganale. Uno strumento di crescita per le imprese”. È il tema del primo convegno che si svolgerà oggi pomeriggio alle 16 alla Bocconi, organizzato da Egea (editrice dell’Università Bocconi), in occasione della presentazione del libro “Diritto doganale” di Sara Armella, avvocato fiscalista, delegato italiano nella Commissione Custom & Trade Facilitation della Camera di Commercio internazionale di Parigi, autore della voce “Tributi doganali” (Enciclopedia Treccani, 2015) e di oltre cento pubblicazioni scientifiche in materia tributaria.

“In passato i temi doganali sono stati spesso sottovalutati, dice Sara Armella - mentre sono ormai decisivi per la competitività delle imprese e rappresentano, pertanto, uno strumento indispensabile di pianificazione del business plan aziendale. Il libro “Diritto Doganale”, infatti, affronta il diritto doganale con un’analisi sempre oggettiva e documentata dei vari istituiti, alla luce delle interpretazioni fornite da dottrina, prassi e giurisprudenza. E rappresenta uno strumento completo e di agevole consultazione per i professionisti e le imprese, per conoscere e facilitare le operazioni di import-export, ma anche per chi intenda avvicinarsi alla materia e desidera ricevere un quadro informativo globale d’immediata fruibilità.
In uno scenario mondiale sempre più globalizzato e aperto agli scambi commerciali, il diritto doganale diventa via via più complesso e richiede imprese e professionisti specializzati, competenti e costantemente aggiornati. Nel contesto competitivo internazionale, le imprese italiane che esportano hanno resistito meglio alla crisi e oggi crescono più delle altre, mentre la delocalizzazione di molti processi produttivi ha incrementato considerevolmente anche le importazioni. L’Italia rappresenta oggi l’ottavo Paese al mondo per esportazioni, che rappresentano circa 400 miliardi di euro, a fronte di importazioni per circa 350 miliardi, con un saldo positivo in netto incremento rispetto agli anni precedenti.
Dopo i saluti del prof. Stefano Liebman dell’Università Bocconi e del presidente dell’Ordine degli avvocati di Milano, Remo Danovi, interverranno il prof. Cesare Glendi, dell’Università di Parma, l’avv. Lorenzo Ugolini (Armella & Associati) e l’avv. Sara Armella, autore del libro “Diritto doganale”. Seguirà una tavola rotonda, moderata dall’avv. Sara Armella, a cui interverranno il dott. Lorenzo Clemente, direttore regionale per la Lombardia dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, il dott. Paolo Fietta, chief financial officer del Gruppo Illy e l’avv. Agostino Nuzzolo, direttore affari legali, fiscali e societari del Gruppo Italcementi.

Annunci