Disastro aereo sul Sinai: ecco la foto che fa pensare a un attentato

Una foto pubblicata dai media russi proverebbe che l'Airbus crollato sul Sinai sarebbe precipitato dopo l'esplosione di una bomba all'interno dell'abitacolo

C'è una foto che getta nuove ombre sulla tragedia aerea del Sinai, dove 224 persone hanno trovato la morte nello schianto di un Airbus russo in volo da Sharm El Sheik a Mosca sabato 31 ottobre. Una foto che contribuisce ad asseverare l'ipotesi più tragica: quella dell'attentato terroristico.

Le nuove immagini, riferisce il britannico The Evening Standard, sono state pubblicate dal giornale russo Komsomolskaya Pravda e mostrano dei buchi all'esterno dei rottami della fusoliera dell'aereo della compagnia russa Kogalymavia. Dal modo in cui i rottami sono composti tutto lascia a pensare all'esplosione di una bomba avvenuta all'interno dell'abitacolo.

Le cause dell'esplosione ancora non sono chiare, ma gli esperti russi hanno detto di non aver trovato segni di esplosivi sui corpi delle vittime. L'incidente è stato rivendicato dall'Isis come attentato, anche se le autorità egiziane hanno smentito questa ipotesi.

Nel frattempo oggi diverse compagnie aeree internazionali, tra cui Easyjet, hanno sospeso i voli in arrivo e in partenza da e per Sharm. Le indagini proseguono nel tentativo di accertare le cause del disastro.

Commenti

epesce098

Gio, 05/11/2015 - 15:33

La foto non dimostra niente. E' possibile che un missile penetrato nella carlinga è esploso all'interno della stessa.

sagemmio

Gio, 05/11/2015 - 16:03

@epesce098 Normalmente i missili non esplodono dentro il bersaglio dopo averlo sfondato (cosa che causerebbe l'esplosione per contatto) ma vicino ad esso, così da rilasciare schegge che fanno più danni