Viaggio nella discarica abusiva più grande d'Europa, tre anni dopo

Nel 2015 la scoperta choc nell'area di una vecchia azienda chiusa, oggi le 25 tonnellate di rifiuti interrati sono ancora in quei terreni

Era una rovente estate del 2015 quando gli scavi del Corpo Forestale portarono alla luce un sistema criminale nascosto per oltre 40 anni. Dal terreno ormai di diversi colori intorno all’azienda di vernici e ceramiche Pozzi-Ginori (chiusa negli anni Ottanta) emersero i primi rifiuti superficiali, ma fin da subito si capì che si era davanti ad una bolla ecologica simile ad un inferno, in cui la contaminazione aumentava con la profondità.

Il primo strato composto da plastiche e buste con prodotti industriali, poi un tappo di cemento e un secondo strato costituito da fusti. Ad oltre 5 metri un altro tappeto di plastiche e pelli. Secondo il Generale Sergio Costa, oggi ministro dell’ambiente, che indagò sul caso si tratta della discarica abusiva sotterranea più grande d’Europa, un’area abusiva equivalente a 50 campi di calcio.

​Ma cosa resta della maxi discarica sotterranea alle spalle dello scheletro della vecchia Pozzi Ginori? Dopo tre anni da quella scoperta choc che tanta eco mediatica ha avuto, tutto è rimasto pressoché invariato. Ad eccezione delle numerose fumarole tossiche che hanno continuato ad animare quell’inferno grazie all’autocombustione sotterranea dei rifiuti interrati.

Per oltre mille giorni i rifiuti tossici sono rimasti lì, sottoposti agli agenti atmosferici e incustoditi. E tutto questo sebbene nel 2016 la Regione Campania abbia stanziato ben 15 milioni di euro per la bonifica. Soltanto nell’aprile del 2019 sono iniziati dei lavori di rimozione preliminari, attuati dal comune di Calvi Risorta in cui insiste la discarica. Ma della bonifica ancora nessuna traccia, nonostante le proteste infaticabili di cittadini e comitati ambientalisti, e chissà per quanti altri giorni ancora.

Commenti
Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Ven, 19/04/2019 - 09:45

Chis'è o paese do' sole… chist'è o paese do' mare… chist'è o paese da MUNNEZZA. MUNNEZZA CAMPANA DOC!!!

Gibulca

Ven, 19/04/2019 - 10:11

Secondo una buona norma giornalistica, nelle prime 3 righe bisognerebbe indicare DOVE si è svolto il fatto. Invece niente. Non c'è traccia. Più avanti si deduce che siano in Campania, regione da più di 13mila km2. E quindi? Dove si trova? Dulcis in fundo, vedo che nemmeno la consecutio temporum è seguita. Il Giornale è veramente sempre meno leggible.

HARIES

Ven, 19/04/2019 - 10:21

Discarica più grande d'Europa? E rimane ancora lì? De Magistris non prende provvedimenti? Ci deve pensare questo nuovo Governo a sistemare le cose? Come d'altra parte ha fatto con la più grande acciaieria d'Europa, l'ILVA.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 19/04/2019 - 11:21

... la peggiore munnezza non sta nelle discariche ma su questo blog! la pozzi ginori, guarda caso è tosco/lombarda. i patani, chiedetevi dove vanno a finire i rifiuti tossici e pericolosi da 30 anni a questa parte, sicuramente non allo smaltimento a norma di leggi, e neanche trasportati al sud ma interrati nella patania!

Tip74Tap

Ven, 19/04/2019 - 12:19

I 15 milioni probabilmente non bastavano neanche per le varie carte bollate, consulenze ai consulenti etc. etc....

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 19/04/2019 - 12:27

Interessante sarebbe capire come sia passato inosservata la formazione della discarica abusiva di dimensioni record.Mi viene perfino il dubbio che siano girate bustarelle .

leopard73

Ven, 19/04/2019 - 12:37

E Dove il presidente della Campania a rincorrere i 15milioni!!!!

Ja'aqov

Ven, 19/04/2019 - 12:42

Sig.Gibulca-nell'articolo si legge:... E tutto questo sebbene nel 2016 la Regione Campania abbia stanziato ben 15 milioni di euro per la bonifica. Soltanto nell’aprile del 2019 sono iniziati dei lavori di rimozione preliminari, attuati dal comune di Calvi Risorta in cui insiste la discarica.

rawlivic

Ven, 19/04/2019 - 12:43

magnateve la mozzarella ed i pomodori campani DOP ...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 19/04/2019 - 13:21

Mi pare che quellafabbrica fosse stata da Capua a Mondragone. La vedevo quando andavo al mare,ma non ricordo di preciso la zona.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 19/04/2019 - 13:40

rawlivic, t''o magne 'o ca... pitone eeeh!

Gibulca

Ven, 19/04/2019 - 14:30

Caro signor giovinap, per sua norma e regola, l'azienda nata con la fatica, l'impegno e la professionalità dei padani ha aperto una succursale all'estero e più precisamente in Campania. Qui la gestione è stata data a manager e maestranze locali, in base agli accordi con lo stato (ladro) italiano. Ergo: a dare le cose in mano ai somari ci si rimette sempre.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 19/04/2019 - 15:17

esimio gibulca, ella per caso crede di dialogare con qualche suo paesano patano? io non lo sono! le strategie aziendali le detta sempre la sede centrale(casa madre) ma ella avendo solo esercitato la professione di disoccupato e di operaio non le può sapere!

peter46

Ven, 19/04/2019 - 16:13

Gibulca...ma di che ca...volo stai a parlare.Vuoi l'elenco delle 'schifezze' 'patane' con cui ci hai convissuto e continui a convivere?E di cui Seveso,Porto Marghera...non sono che la 'milionesima' parte del resto che ancora 'esiste'.Non facci perdere tempo con le tue 'str.....',dai.O almeno domandati come mai st'ufficiale da 30anni fa denunce e neanche 'B&B' ,nè altri governi,sono intervenuti durante i governi del 'fare'...affari?NB:Per farti l'elenco c'è da farsi venire l'artrosi al dito da quanto scrivere.

peter46

Ven, 19/04/2019 - 16:21

giovinap...rawlivic certo che se lo mangia 'o ca...pitone',ma dopo essersi fatto prima tante 'buone leccate' per 'aumentare' la 'consistenza'...'o ca...pitone,rawlivic,bellu c.......eeee'.

umberto1964

Ven, 19/04/2019 - 17:16

giovinap e compari , ennesima occasione persa per evitare brutte figure , vogliamo parlare della Terra dei fuchi ? Di certo per seppellire tutti quei rifiuti avranno ottenuto il permesso da qualche mariuolo , la vedo dura che potessero fare tutto questo senza il benestare della camorra , che avrà ottenuto di certo dei "benefici" in cambio. Se per voi il problema non sono i veleni che vengono nascosti ma da dove arrivano contenti voi contenti tutti

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 19/04/2019 - 17:39

umberto1964, tu sei "la brutta figura" raffigurata ma non è colpa tua, e solo ignoranza, clicca in rete seveso, porto marghera, roghi tossici in italia,il glifosato in agricoltura, e vedrai che nella terra dei fuochi si respira aria fresca se confrontata con l'aria della pania! umbè sei pugliese vero? il nome ti condanna!

Ritratto di VittorioDettoToi

VittorioDettoToi

Ven, 19/04/2019 - 17:46

Gente io per tanti anni ho smaltito i rifiuti prodotti nelle Aziende dove lavoravo e gli unici ad avere Tutti i fogli in Regola, timbrati dalla Regione era Solo la Campania; Se vi chiedete come mai succedeva siete bun po leggerini, la Camorra comperava Tutto e dove andava realmente il TIR lo sapevano solo Loro e Nostro Signore, al Nord invece, erano a posto discariche ed inceneritori ma sulle copie di ritorno dei rifiuti, o mancavano i timbri, o la data, o la firma; Forse ora hanno migliorato gli uffici TIMBRI.... Vittorio in Lucca

peter46

Ven, 19/04/2019 - 18:05

umberto1964...solo una domanda che tanto a 'impararti' è proprio 'na perdita di tempo e c'è proprio di meglio,tanto di meglio,con cui 'intrattenersi'.Da quale parte del recinto sei riuscito a 'cadere' e 'capitare' fra noi?Non per altro,solo per sapere a chi affibbiare la patente di c per non essere stato attento a chi 'cadeva' fra noi.Mi auguro comunque che non hai 'sbattuto' la testa contro qualcosa...anche se in verità sembra proprio di sì.Quando vai a f f.

sparviero51

Ven, 19/04/2019 - 18:29

L'UNICA COSA RIMASTA DA FARE E' ESPATRIARE ,QUESTO PAESE NON HA FUTURO !!!

venco

Ven, 19/04/2019 - 18:35

Solo 25 tonnellate di rifiuti? un niente a confronto di tante discariche.

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 19/04/2019 - 19:31

DOVREMMO CONDANNARE A MORTE, TUTTI QUEI MASCALZONI DI PARLAMENTARI CHE HANNO GOVERNATO DAL 1960 ALLO SCORSO ANNO, PER AVER PORTATO TUTTA LA POPOLAZIONE ITALIANA IN UN GRANDE PERICOLO DI ISTINZIONE, AVVELENANDO I TERRENI SABOTANDO LE SCUOLE, LE STRADE LE AUTOSTRADE, I TUNNEL ED AVER PORTATO LA CORRUZIONE IN TUTTO IL PAESE!!! COMINCIAMO A COSTRUIRE GHIGLIOTTINE, PRIMA CHE SCAPPINO CON IL DANARO RUBERO AGLI ITALIANI!!!

carlottacharlie

Ven, 19/04/2019 - 21:12

Dai, andiamo a raccontarlo alla Greta ed ai Gretini del disatro sulla terra che loro non vedono e nemmeno lo sanno? Diciamolo urliamolo ai beoti applaudenti la fuffa, ignoranti di cui vergognarsi e nient'altro.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 19/04/2019 - 22:11

L'italia è anche questa.

Gibulca

Ven, 19/04/2019 - 23:12

Signor GIOVINAP, ribadisco quanto detto anche se lei, abituato al lassismo campano, dubito possa capire: se la sede centrale dice di gestire i rifiuti secondo la legge e poi tale succursale all'estero non lo fa perché getta tutto nel terreno, la responsabilità è di chi lo fa. Tanto più che - lei non può saperlo sia perché straniero sia perché poco informato - l'azienda era in totale gestione locale. Estero per estero, conveniva delocalizzare in Serbia o in Polonia, dove c'è gente più onesta e con più voglia di lavorare che in Campania.

Gibulca

Ven, 19/04/2019 - 23:18

Signor peter 46, anche se lei è straniero dovrebbe scrivere in un italiano più comprensibile. E magari, già che c'è, utilizzando la punteggitura come dovrebbero insegnare nelle scuole che probabilmente lei frequentava solo nei giorni dispari dei mesi pari. Riguardo i rifiuti, basta fare un giro nel Regno delle 2 Sicilie e poi farlo nel nord Italia: l'abisso è notevole, soprattutto per chi ha un po' di voglia di aprire gli occhi. Eh sì, il sud affonda sempre più sotto i colpi autoinferti. Io osservo e "me la rido" di gusto.

peter46

Sab, 20/04/2019 - 20:14

Gibulca...la risposta mi è stata 'trombata'...sarà x un'altra volta e...faccia lo stesso una SANTA pasqua.