Dispersa in mare a Capodanno, ritrovato il cadavere della ragazza

La 30enne si era gettata in mare dopo aver litigato con il proprio fidanzato

È stato trovato il cadavere di Alessia Puppo, la donna di Strevi, in provincia di Alessandria, dispersa in mare dalla sera di Capodanno ad Albenga. La 30enne, dopo una lite con il suo fidanzato, è stata vista gettarsi in acqua.

Il corpo della ragazza è stato avvistato in mare dai soccorritori al largo di Alassio e subito recuperato. Non è ancora stato effettuato il riconoscimento ufficiale, ma secondo la capitaneria di Savona non ci sono dubbi sulla sua identità.

I fatti

Le ricerche della giovane erano iniziate già la sera di Capodanno subito dopo l'allarme lanciato dagli amici. Secondo quanto ricostruito dai testimoni, la ragazza durante la cena aveva avuto un diverbio con il fidanzato. A un certo punto la giovane si sarebbe allontanata dal gruppo per dirigersi verso la spiaggia dove si è gettata in mare.

Commenti

baronemanfredri...

Mer, 03/01/2018 - 18:41

PERDERE LA VITA PER UN ALTRO, QUANDO CI SONO NEL MONDO MILIONI NON DICO UGUALE, MAGARI MIGLIORI IN TUTTO E PER TUTTO. SE PERDEVA LA VITA PER UN PROBLEMA SERIO E NON AVEVA VIA DI USCITA, PACE ALL'ANIMA SUA ETERNA, MA PER QUESTO MOTIVO NON C'E' RAGIONE ALCUNA. HANNO UNA CARATTERISTICA I CADAVERI CHE PRIMA O DOPO SI FANNO TROVARE, ALMENO SAPRANNO DOVE SARA' IN FUTURO.