Come distinguere tra innamoramento e attrazione

Le persone che amano cambiano dentro. Ma si deve essere in due

È in atto una trasformazione che sconvolge le strutture patriarcali, fa emergere il sesso, muta i rapporti maschio-femmina, di qui un grave stato di disordine. Per cercare di capire cosa sta succedendo è assolutamente necessario distinguere fra due classi di fenomeni amorosi: quelli di origine amicale ed erotica e quelli che nascono dall'innamoramento. Ma attenzione, la cultura corrente non distingue il vero innamoramento dalle altre forme di attrazione. Molte persone, quando sono attratte dalla bellezza o dal sesso, dicono subito «mi sono innamorato». Ma non è vero, perché l'innamoramento non nasce dall'erotico e dall'estetico ma da un mutamento interiore dello stato nascente. Le persone in cui si accende questo stato si «riconoscono», sentono fra di loro una straordinaria affinità e vedono nell'altro l'unico al mondo di cui non possono fare a meno. L'innamoramento non nasce nel singolo ma in due. Nel libro Innamoramento e amore ho definito l'innamoramento come lo stato nascente di un movimento collettivo formato da due persone. Esso nasce direttamente da due persone che si «riconoscono». E perciò è della stessa natura dei processi collettivi che producono le chiese le sette, i partiti, le nazioni. È questo che rende l'innamoramento tanto importante per lo sviluppo dell'umanità. I neonati di quasi tutti gli animali diventano capaci di sopravvivenza autonoma nei primi giorni di vita mentre nella specie umana solo dopo molti anni. Il legame amoroso esclusivo fra maschio e femmina favorisce perciò immensamente la sopravvivenza e l'evoluzione della specie.

Oggi, data la facilità degli incontri e la scomparsa di tutte le proibizioni sul sesso, diventa estremamente importante rispondere alla domanda come distinguere una passione sessuale travolgente da un vero innamoramento? Come fai a sapere se sei veramente innamorato? E che lui lo è di te? Questa domanda diventa sempre più importante nella nostra epoca. Perché ti puoi legare a chi ti piace sessualmente ma non ti ama e non ti amerà mai. O puoi non capire che quello è l'unico adatto a te e rompere per dimostrargli che sei libera e indipendente. Di qui equivoci, amarezze, gelosie, rotture dolorose, nevrosi. Bisogna chiedersi sempre: è un vero innamoramento oppure no?

Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 03/06/2018 - 17:56

Caspita... oggi Alberoni mi ha sconvolto la vita!!!

d_amod1

Dom, 03/06/2018 - 20:05

Caro Prof, purtroppo penso che le due cose non siano poi così nette e la canzone di Venditti dove dice "e non c'è sesso senza amore" mi frulla da qualche giorno nella testa e credo sia vera. 50 anni fa o forse più, quando la donna sapeva aspettare che "i giardini rifiorissero" - che tornasse l'amore e anche l'azione - e lo faceva per difendere il suo ruolo di madre e matrona del suo regno, la famiglia esisteva ancora. Oggi la donna non aspetta e non spera e tanto meglio star soli che male accompagnati, a valere per tutti. Che babele!

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 03/06/2018 - 22:37

Qui si combatte con artrosi, diabete, problemi di udito e vista, colesterolo, cardiopatie, prostata, dentiere traballanti, e lei continua da 40 anni a parlare di innamoramento, come se si rivolgesse a ragazzini del “Tempo delle mele”. Alberoni, ancora con questo innamoramento? E cambi disco; che palle!

federgian

Lun, 04/06/2018 - 18:23

Caro Giano, mi dispiace per te, ma non hai capito un cavolo. Ti assicuro, si combatte ancora con l'amore, e se non lo sai vuol dire che non hai mai provato quello che viene dopo il sesso, dopo quel colpo di fulmine che, quando ti capita, ti assicuro che non ti chiedi più che cosa è, e che ti fa essere felice di percorrere il film della vita in due. Il tempo delle mele dura tutta la vita, dipende da te.

apostata

Mar, 05/06/2018 - 19:29

I professionisti del mistero dell’anima hanno, nel rapporto con l’ignoto, lo stesso atteggiamento surrettizio dei preti. I preti fanno credere di aver ricevuto il messaggio da dio in persona e dalle scritture. Basta leggere l’antico testamento e avere la visione della complessità del creato, per comprendere l’inconsistenza di questa fandonia. I professionisti del mistero dell’anima dicono di aver appreso la scienza dagli studi, dall’intuizione, da freud. In realtà il mistero dell’anima è mistero e nessuno l’ha svelato. L’uomo, come tutti gli esseri viventi, riceve dall’esterno un solo impulso: l’impulso imperioso della riproduzione. È l’impulso della selezione naturale per il quale i leoni si sbranano, le farfalle monarca vanno da una parte all’altra dell’america. Pretendere con autocitazioni di rivelare che l’innamoramento è come lo stato nascente di un movimento collettivo formato da due persone, è roba da ridere.