Dolce e Gabbana: "Quella tradizionale è l'unica famiglia"

Uscita a sorpresa dei due stilisti: "La famiglia non è una moda, questa generazione ha paura di investire sugli affetti"

Dolce e Gabbana in campo a difesa della famiglia tradizionale.

I due stilisti, notoriamente omosessuali, dichiarano il proprio amore per la famiglia naturale, in un'intervista in edicola oggi su Panorama: E a dispetto di quanto si potrebbe pensare, rivendicano con orgoglio "il loro attaccamento alle tradizioni, agli affetti più veri, alle mamme, alle donne con le loro gravidanze."

"Non si vive di cool, fashion e app, questa generazione ha paura di investire sugli affetti", spiegano i due. No quindi ai cosiddetti "figli della chimica", no alle tecnologie note come "uteri in affitto." Perché, come rivendica Stefano Gabbana "la famiglia non è una moda passeggera, ma un senso di appartenenza."

Curiosamente, un paio di mesi fa era stato lo stesso Gabbana a definire una "pagliacciata" il convegno sulla famiglia organizzato a Milano con il patrocinio della Regione Lombardia, su cui si erano scatenate accuse di omofobia.

Commenti

Rossana Rossi

Gio, 12/03/2015 - 10:46

E da persone intelligenti quali sono hanno perfettamente ragione.......

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Gio, 12/03/2015 - 12:10

la famiglia e' una cosa seria , quello che propongono i comunisti e solo porcilaia ...

gallieno ferri

Gio, 12/03/2015 - 12:26

stilisti,moda,stilisti,moda.dappertutto. non se ne puo' piu'.

agosvac

Gio, 12/03/2015 - 13:15

L'omosessualità c'è sempre stata da che mondo è mondo. Ma essere omosessuali non significa essere cretini, anzi, spesso, gli omosessuali sono persone intelligenti, a volte anche più intelligenti di tante altre persone. In fondo la loro è solo una scelta di sessualità, nient'altro. Non è che un omosessuale non può "andare" con una o uno dell'altro sesso, è solo che non gli piace, preferisce quelli del suo stesso sesso. Cosa diversa è questa tendenza moderna di pretendere di essere equiparati agli eterosessuali, di sposarsi ed avere una famiglia, ovviamente adottiva!!! Ritornando all'inizio, gli omosessuali del passato sapevano benissimo che rinunziando, non perché non potevano ,ma perché non volevano, ad avere rapporti con l'altro sesso, avrebbero rinunciato ad avere dei figli, cioè una famiglia.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 12/03/2015 - 13:24

Cercasi volontari che leggano l'articolo di Panorama, per scoprire se la frase "Quella tradizionale è l'unica famiglia" è stata da loro effettivamente pronunciata o se si tratta dell'ennesima libera interprestazione giornalistica. P.S. Dieci anni fa gli stessi dichiararono il loro desiderio di essere padri.

Roberto Casnati

Gio, 12/03/2015 - 13:55

Il problema non sono i giovani, il problema è lo stato che fa di tutto per scoraggiare la formazione di famiglie pretendendo di governare gli affetti, anche quelli, con apposite e vessatorie leggi.

Tuthankamon

Gio, 12/03/2015 - 14:09

Avendo vissuto in diversi Paesi per periodi prolungati, posso dire senza tema di smentita che LA FAMIGLIA e' una sola e non e' nemmeno quella con piu' mogli o mariti checche' ne dicano l'islam e la Kyenge. Le persone che privilegiano la ragione e non il chiacchiericcio istintivo se ne rendono conto indipendentemente dal loro cammino "pratico" divita. E' il caso dei Signori in questione. Purtroppo nei nostri tempi si cerca di giustificare tutto per il proprio tornaconto, non solo si vorrebbe che GLI ALTRI giustificassero quello che noi vogliamo. Questo non puo' essere, le persone che usano la ragione conoscono il mondo, ma non vogliono giustificare tutto quello che gli conviene.

mariolino50

Gio, 12/03/2015 - 14:12

agosvac Nel passato antico l'omosessualità era assai diffusa, le donne spesso venivano usate solo per la procreazione, e gli uomini poi si intrattenevano trà di loro, ma non erano certo mammolette, ma grandi guerrieri, vedi gli spartani. Quando era necessario poi mettevano anche su famiglia.

ORCHIDEABLU

Ven, 13/03/2015 - 11:39

DI SICURO SE VOGLIONO DAVVERO GODERSI LA VITA, SENZA FIGLI SONO PIU' LIBERI DI FARE QUELLO CHE VOGLIONO VIAGGIARE SENZA IMPREVISTI,PERO' SE CI TENGONO AD AVERE FIGLI LORO DO SEME PROPRIO SI,PERCHE' CON L'AUMENTARE DELLA LIBERTA' TRA GAY E BISEX POTREBBERO PROVOCARE DISAGI ALLE FAMIGLIE TRADIZIONALI COME LI PROVOCANO LE DONNE CHE NON VOGLIONO FIGLI PROPRI PERO' PRETENDONO DI INTROMETTERSI NEI RAPPORTI TRA GENITORI E FIGLI DEGLI ALTRI.