Dolo, guardie giurate aggredite da extracomunitario senza biglietto

L’uomo, originario della Costa Verde, ha aggredito su un bus due guardie giurate che lo avevano sorpreso senza biglietto, tentando anche di sottrarre loro un’arma da fuoco

Nella tarda serata di venerdì, due pattuglie del Comando Stazione Carabinieri di Campagna Lupia sono intervenute nei pressi di una fermata della linea Actv del centro di Dolo, dopo aver ricevuto una segnalazione. La chiamata sarebbe arrivata in seguito all’aggressione subita da due guardie particolari giurate, in servizio sul pullman di linea della tratta Venezia-Padova, da parte di un cittadino extracomunitario, a cui avrebbe fatto seguito una colluttazione.
Le guardie, due quarantenni dipendenti di un istituto di vigilanza di Mestre, avevano bloccato un trentaduenne, originario di Capo Verde ma residente a Oriago (VE), sorpreso senza biglietto di viaggio.
Durante la contestazione, l’uomo si sarebbe improvvisamente scagliato contro le due guardie, dapprima colpendole con alcuni pugni al viso, e poi tentando addirittura di sottrarre ad una delle due la pistola dalla fondina; per fortuna il tentativo non sarebbe andato a buon fine, grazie ad un apposito sistema di sicurezza a protezione dell’arma da fuoco.

L’extracomunitario sarebbe comunque riuscito ad impossessarsi di un telefono cellulare agganciato alla cintola dei pantaloni di una delle due guardie, per poi sferrare altri pungi e tentare di aprirsi una via di fuga. L’aggressore, bloccato infine dalle guardie giurate, è stato poi preso in consegna dai militari del Comando Stazione Carabinieri di Campagna Lupia, sopraggiunti nell’immediatezza dei fatti. I due aggrediti, ricorsi alle cure del pronto soccorso di Dolo, hanno riportato lesioni e traumi, con prognosi rispettivamente di 6 e 11 giorni.
Il trentaduenne è stato così arrestato dai militari con l’accusa dei reati di rapina, resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio, e poi condotto nella Casa Circondariale di Venezia.

Commenti

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 09/06/2018 - 18:01

la bestia va eliminata.

cgf

Sab, 09/06/2018 - 18:04

TASER (acronimo di Thomas A. Swift's Electronic Rifle) è un dispositivo classificato tra le armi da difesa «meno che letali» che fa uso dell'elettricità per paralizzare i movimenti del soggetto colpito facendone contrarre i muscoli.

Ritratto di navigatore

Anonimo (non verificato)

maricap

Sab, 09/06/2018 - 18:11

Ma i Pidioti, comunisti de mxxd, hanno votato la legge sulla tortura. Allora si cominci a sparare su chi aggredisce le forze dell'ordine, e si arrestino i compagni di mxxende, che tengono bordone e seguitano a importare trogloditi. Traditori della patria, fosse pxx me, lavorxxebbe già molto tempo la ghigliottina, tanto a voi la testa sxxve solo pxx fare casini, e quindi creare danni.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 09/06/2018 - 18:12

Non sara per caso originario di Capo Verde !!!!!lol lol.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Sab, 09/06/2018 - 18:22

Come ho scritto più volte, a rischio di diventar noioso, esistono solo due soluzioni a questo problema che ormai è un'epidemia: PRIMA soluzione, affidare la gestione del controllo biglietti a contractor esterni privati, squadre ben allenate e con regole di ingaggio chiare, dopo qualche mese non si vede più una risorsa senza biglietto sui treni, soluzione attuabile FORSE con una repubblica presidenziale o forse serve addirittura una dittatura, pertanto impossibile, SECONDA soluzione le risorse devono viaggiare gratis, a loro il biglietto non si chiede. Mi dispiace, ma una terza soluzione che salvi capra e cavoli non c'è.

routier

Sab, 09/06/2018 - 18:31

Per una giustizia perequativa, spero che in caserma gli sia stato riservato lo stesso trattamento che il reo ha avuto con le due guardie giurate. (magari con l'aggiunta degli interessi di rito)

Cheyenne

Sab, 09/06/2018 - 18:40

sparategli nelle palle e vedrete che si calma

Anonimo (non verificato)

nopolcorrect

Sab, 09/06/2018 - 18:55

In galera immediatamente e poi espulsione immediata.

daniel66

Sab, 09/06/2018 - 18:55

Ma i due controllori (e qualcuno intorno) non avevano abbastanza forza per bloccarlo 'sto energumeno (non dico stenderlo, sennò mi censurano)? Femminucce! Avete avuto ciò che meritavate!!

Divoll

Sab, 09/06/2018 - 19:10

Ormai non fa piu' notizia, e' diventata una tragica normalita'. Quando gli immigrati senza biglietto saranno prelevati di peso e accompagnati sul primo volo per il loro paese, ecco, questa sara' una notizia!

Divoll

Sab, 09/06/2018 - 19:12

Ma possibile che tra poliziotti, vigilanti e controllori non se ne trovi uno che abbia fatto un po' di arti marziali?

obiettore

Sab, 09/06/2018 - 19:39

Disertore. Doveva andare a manifestare e sfasciare tutto, se no il PD che lo paga a fare ?

Anonimo (non verificato)

Massimom

Sab, 09/06/2018 - 19:51

Compagno africano che sbaglia. I suoi usi saranno i nostri.

Ritratto di giangol

Anonimo (non verificato)

Ritratto di elkld

elkld

Sab, 09/06/2018 - 20:15

- - - altra risorsa boldriniana pronta ad ammazzare di botte gli italioti- - -ringraziate il PD!! - - - Mi scappa la pipi! bla bla bla- - - swag

elpaso21

Sab, 09/06/2018 - 20:17

Basta dae sempre le stesse notizie, cambiate musica.

Una-mattina-mi-...

Sab, 09/06/2018 - 20:57

NORMALISSIMO: TOSCANI E I CENTRI SOCIALI SOSTENGONO CHE E' IL NOSTRO FUTURO

maricap

Dom, 10/06/2018 - 10:14

Raperonzolo Giallo Sab, 09/06/2018 - 18:22 Non deve esistere nessuna regola d'ingaggio,; deve essere la situazione a suggerire il comportamento da tenere. I fighettini camicia e cravatta, seduti in comode poltrone, dietro a scrivanie intarsiate, sono i meno adatti a dare suggerimenti per casi del genere. Essi sono solo ciarlatani da strapazzo, ai quali situazioni del genere, scatenerebbero scariche diarroiche.