"Domenico era solo quando è caduto dalla finestra dell'hotel"

Il ragazzo secondo le ultime perizie era da solo quando è precipitato dalla finestra del quinto piano di un hotel a nord di Milano, lo scorso 10 maggio

"La verità è vicina". Questo sostengono gli inquirenti che indagano sulla morte del 19enne Domenico Maurantonio. Il ragazzo secondo le ultime perizie era da solo quando è precipitato dalla finestra del quinto piano di un hotel a nord di Milano, lo scorso 10 maggio. Per avere la certezza che la sua morte sia dovuta a un tragico incidente si dovrà attendere la chiusura dell'inchiesta affidata al pubblico ministero di Milano Alberto Nobili. Ma a confermare quest'ipotesi sono arrivate adesso le conclusioni – ancora parziali – della Scientifica sul davanzale della finestra dal quale lo studente padovano del liceo Nievo precipitò in quella tragica nottata.

I risultati – riportati dal Corriere del Veneto – dicono che non vi sono altre tracce biologiche sul davanzale oltre a quelle del 19enne. Sembrano dunque perdere consistenza tutte le altre piste che ipotizzavano un qualche coinvolgimento dei compagni di classe di Domenico nella sua morte, o anche quello di un misterioso individuo che si aggirava tra i corridoi del quinto piano dell'albergo la notte tra il 9 e il 10 maggio scorsi. Le ultime analisi sul corpo di Domenico avevano rivelato che il giovane aveva bevuto molto alcol fino a poco prima di morire, tanto che le sostanze assunte non erano ancora state assorbite dal suo organismo. Vari accertamenti hanno anche stabilito che il ragazzo si sentì male di stomaco la notte incriminata, uscendo dalla stanza che condivideva con altri tre compagni per non farvi più ritorno. Il mattino dopo il suo cadavere fu scoperto ai piedi di una scala antincendio: Domenico è precipitato per venti metri cadendo "a piombo", in parallelo alla parete dell'hotel.

Commenti

nunavut

Gio, 26/11/2015 - 22:17

Se lui fosse stato davanti alla finestra e qualcuno lo avesse spinto nella schiena che tracce biologiche ci sarebbero sul davanzale? se mi dicessero `é sul davanzale né sulla sciena o sullo stomaco dei Domenico acceterei la conclusione,come é scritto mi riservo l'opinione di dire che dichiarano delle inezie.

Ritratto di pigielle

pigielle

Ven, 27/11/2015 - 07:20

@nunavut ..allora, già che ci sei, leggi anche dove c'è scritto "cadendo a piombo" e "parallelo alla parete". Una spinta avrebbe provocato un percorso di caduta "ad arco" e discostato parecchio dal "piombo" della parete.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Ven, 27/11/2015 - 08:10

Io l'ho sempre detto che defecare dalla finestra è pericoloso... non ha caso sono stati inventati i water! Riposi in pace.

linoalo1

Ven, 27/11/2015 - 08:33

Io sono sempre dell'idea che,qualsiasi cosa faccia o capiti ad un ragazzo di quell'età,è,in massima parte,colpa dei Genitori Moderni che non conoscono l'Educazione Civica e che non sanno allevare i propri figli,con sani principii!!Prova ne è che,i Genitori di una volta erano più severie più educati e che,appunto per questo,i loro figli,vivendo con loro,ne traevano insegnamenti positivi!!!Infatti,quanti Giovani,negli ultimi 20/30 anni del '900 ,qui in Italia,hanno fatto quella fine????Se la notizia non è stata secretata,io non ho ricordi!!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 27/11/2015 - 09:13

magari si è sporto per vomitare o per la bravata di fare pipì. Cosa ne sappiamo di cosa passa nella testa di uno che si sente libero dal tratran quotidiano.

paco51

Ven, 27/11/2015 - 12:14

morale: se non fai "caxxate" vivi di più magari " txxmba" la prof. o chi vuoi e non ti succede niente e dormi + tranquillo! E' questione di scelte! io ho sempre dormito + tranquillo.