Domenico, giallo sulla morte: "Nel sangue c'era poco alcol e nessuna traccia di lassativi"

Dai primi test autoptici emerge che il ragazzo aveva bevuto, ma non tanto da perdere conoscenza e che probabilmente non era solo al momento della caduta. Prende piede l'ipotesi della bravata?

Si aggiunge un altro elemento al complicato caso della morte di Domenico Maurantonio, lo studente padovano morto in gita di classe precipitando dal quinto piano di un albergo milanese dove si trovava per visitare Expo.

Nelle scorse ore aveva fatto discutere la conversazione WhatsApp mostrata in diretta durante la trasmissione televisiva Chi l'ha visto?, in cui si sostiene - ma l'affidabilità della fonte è tutta da verificare - che al momento della tragedia i ragazzi padovani fossero "ubriachi da fare schifo". Un'insinuazione che aveva lasciato pensare a una goliardata tra compagni di classe, uno scherzo finito male fomentato dal troppo alcol in corpo.

Eppure oggi, come riporta il Corriere della Sera, i test tossicologici preliminari eseguiti durante l'autopsia rivelano che il tasso alcolemico di Maurantonio era inferiore a un grammo di alcol per litro di sangue: il diciannovenne probabilmente aveva bevuto, ma non era così ubriaco da perdere conoscenza. C'è inoltre, aggiunge il veneziano Gazzettino, un altro elemento che fa riflettere: secondo i primi accertamenti non ci sarebbe traccia di lassativi somministrati al ragazzo.

Gli inquirenti hanno trovato tracce di feci nel corridoio e nei pressi dell'ascensore, ma non sul davanzale né sul pianerottolo della scala antincendio. Com'è possibile che un ragazzo salito sulla finestra per defecare non abbia lasciato nemmeno una minima traccia di residui organici? Il sospetto è che il ragazzo non fosse da solo. I tre compagni di stanza hanno spiegato alla polizia di non aver visto né sentito nulla, affermando di aver visto che Domenico non c'era solo al momento del risveglio.

In attesa dei risultati definitivi del lavoro della scientifica, i familiari e i legali dei Maurantonio non cessano di insistere: chi sa qualcosa parli.

Commenti
Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 22/05/2015 - 11:09

Non era obnubilato dall'alcool, quindi le sue azioni erano guidate da un minimo di ragionevolezza. Neppure era stato oggetto di perfido scherzo con il lassativo, quindi defecare nel corridoio non fu per improvvisa ed involontaria necessità. Bravo. Sekhmet.

magnum357

Ven, 22/05/2015 - 12:03

Già, mai visto uno che si butta nudo da una finestra !!! Mi vengano i compagni, che si dichiarano all'oscuro di tutto, a raccontare meno balle !!!! Gli hanno tolto i vestiti e poi lo hanno appeso come un salame nel vuoto, solo che poi non sono più riusciti a tiralo su ed è caduto nel cortiletto sottostante !!

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 22/05/2015 - 13:32

La deficienza genetica di questa generazione di bulli finisce per fagocitare menti libere e aperte come quelle del povero Maurantonio che sicuramente anelva alla vita. Invece l'evento gioioso di una gita si è trasformato in un rito di morte! Difficile stabilire la verità? Bhe, prendete i cari "compagni" e teneteli sulla "culla di Giuda" per mezz'ora....

giovauriem

Ven, 22/05/2015 - 14:01

questo ragazzo sicuramente è stato ammazzato(dai compagni di scuola)per uno scherzo di acefali, come la quasi totalità dei giovani d'oggi , spero che gli investigatori riescono a stanarli , per dargli una ventina di anni di carcere a testa .

Ritratto di xulxul

xulxul

Ven, 22/05/2015 - 14:13

Eppoi questi c*****i vanno in piazza a manifestare perché stanno "rubando loro il futuro....". Ma andate a vangare. Pagliacci.

Stepas2

Ven, 22/05/2015 - 14:14

"dal test autoptico emerge... che probabilmente non era solo"... ma in che cosa consiste esattamente un test autoptico?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 22/05/2015 - 14:16

Non capisco cosa c'entrano i lassativi,mica va a farla dalla finestra se gli scappa.

claudio faleri

Ven, 22/05/2015 - 18:06

deficenza, genetica, giusto,un idiota che ha pagato a caro prezzo, il comportamento disgustoso di questi bulli....più educazione e rispetto per quello che non è tuo e non succedeva nulla