Domnica e la love story col capitano Schettino: "Ecco quando ci vedevamo"

La ballerina moldova: "Ho nascosto la relazione con Schettino per proteggere me"

 

Non ci sono solo i dettagli degli ultimi momenti del naufragio della Costa Concordia. Scaduto l'ultimatum a Francesco Schettino, la sua amante, Domnica Cemortan, rivela tutto, anche la sua love story col capitano. In una intervista esclusiva pubblicata dal settimanale Oggi in edicola, la ballerina moldava rivela: "La storia, se così la vogliamo chiamare, è durata un paio di settimane, mi sono imbarcata su Concordia il 9 dicembre 2012 e sono scesa il 28. La hostess dei passeggeri russi, che io avrei sostituito, durante un galà mi ha presentato a tutto il personale di bordo. Compreso Schettino…". Sulla data di inizio della storia, Domnica spiega: "Non ho segnato la data, ma era la mia seconda settimana a bordo. Quando a bordo è presente un certo numero di passeggeri, tutti della stessa nazionalità, il comandante li riunisce in una sala della nave e li accoglie con un messaggio di benvenuto. I russi erano parecchi. Ce n’erano almeno un centinaio ogni crociera. Schettino non parlava il russo ed ero io a preparargli il testo da leggere in pubblico". E sull'intimità: "Il mio lavoro cominciava il mattino all’alba e finiva a notte fonda. Non sono in tanti a circolare per la nave in quegli orari. Quasi tutti dormono. E si può osare qualcosa di più. Ho nascosto la relazione con Schettino per proteggere me, la mia vita privata e anche quella del comandante. Schettino da quella notte non l’ho più visto né sentito, credo avesse altro a cui pensare. E mai, dico mai, si è fatto vivo per chiedere una cosa del genere".