Donna in sala operatoria viene stuprata sotto anestesia

La 35enne pakistana sarebbe stata abusata prima di riprendere coscienza

Si è sottoposta a un intervento chirurgico per rimuovere le emorroidi e mentre era distesa sul lettino, sotto anestesia, sarebbe stata violentata da uno dei medici presenti in sala operatoria. La vicenda si è verificata al Service Hospital di Lahore, in Pakistan e la vittima della violenza sessuale è una donna di 35 anni.

La delicata operazione è durata ben otto ore e la 35enne è stata stranamente dimessa la sera stessa: una volta tornata a casa ha iniziato ad avvertire dolore ai genitali, accusando fastidi e anche sanguinamento. La pakistana, come riporta il Daily Mail, ha riferito alla polizia di essersi così resa conto di essere stata abusata mentre era incosciente, a causa dell'anestesia.

La sorella l'ha allora accompagnata in un altro ospedale, dove condotti gli esami del caso è stata confermata la violenza sessuale.

Da qui la denuncia alle forze dell’ordine locali, che hanno provveduto a raccogliere i campioni di Dna per individuare il responsabile dello stupro.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 27/11/2018 - 10:51

In Pakistan ci sono 500.000 "trans"....7% della popolazione è sieropositiva,....800.000 sono cocainomani!...Il che è tutto dire,.. In tempi non sospetti(30 anni fà),ho avuto a che fare con i Pakistani....gentaglia,...

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 27/11/2018 - 11:28

---Zagovian---in italia i trans sono 100 mila --fai il raffronto con la popolazione pakistana che è duecento milioni e regolati---in italia ci sono 3 milioni e mezzo di cocainomani --dati EMCDDA del 2017---in italia ci sono 150 mila sieropositivi--dato europeo più alto dei cosidetti paesi civili---purtroppo ho a che fare con gli italioti tutti i giorni----gentaglia--swag

Vostradamus

Mar, 27/11/2018 - 11:52

In childrapistan? Ma veramente? Ma che cosa incredibile.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 27/11/2018 - 12:04

pena di morte !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Asterix il Gallo

Mar, 27/11/2018 - 18:59

Castrazione chimica, ma in quei paesi è un utopia

caren

Mar, 27/11/2018 - 19:05

L'ha pensata bene il medico. Neanche la fatica di muovere un dito, poiché la donna era in stato d'incoscienza. Più facile di così.

lappola

Mar, 27/11/2018 - 21:44

Facciamo giudicare quel medico dal magistrato francese che ha assolto il bengalese dallo stupro di una minorenne motivando la sentenza che al suo paese non esiste la cultura che vieta agli uomini di violentare le donne. Sarà assolto e premiato, ne nascerà un eroe da guiness dei primati. Se un medico fa questo, tanto più che in sala opeatoria c'erano anche altri presenti, cosa fa un analfabeta di cui il paese è pieno? E noi che da perfetti ebeti diamo ascolto a quelli che inneggiano all'accoglienza !!!