Inchiesta Mose, due deputati del Pd indagati per finanziamento a Orsoni

I nomi di Zoggia e Mognato fatti dall'ex sindaco. Hanno detto di essere estranei ai fatti

Il Mose di Venezia

Michele Mognato e Davide Zoggia, due deputati veneziani del Partito Democratico, sono indagati nell'ambito dell'inchiesta sul Mose di Venezia. L'inchiesta, per finanziamento illecito ai partiti, riguarda contributi che il presidente del Consorzio Venezia Nuova, Giovanni Mazzacurati, avrebbe versato nel 2010 per la campagna elettorale di Giorgio Orsoni per la poltrona di primo cittadino.

I due deputati hanno detto di essere estranei ai fatti. Martedì sono stati sentiti in Procura, dove si avviano a conclusione le indagini che dovrebbero portare l'ex sindaco Orsoni a processo. I nomi dei due sarebbero arrivati proprio da Orsoni, che li avrebbe citati come referenti della campagna elettorale, dopo avere ammesso di avere chiesto un finanziamento a Mazzacurati.

Mognato e Zoggia hanno negato di essere i destinatari finali del finanziamento da 450mila euro in nero messo a disposizione su 550mila euro totali.

Commenti

buri

Ven, 12/12/2014 - 21:17

Nell'affare del Mose il PD c'è entrato con tutti e due i piedi, sindaco e deputati, ora non ridono più. finalmente smascherati i campioni della superiorità morale nel DNA sella sinistra

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 12/12/2014 - 22:17

E dai, sono senz'altro in buona fede, poi non sapevano o forse sono stati ingannati! E poi non si toccano i Piddini, piuttosto indaghino Silvio per pesca abusiva, aha aha...

agronauta

Ven, 12/12/2014 - 23:01

Il compagno G ha cominciato a parlare?

GiovannixGiornale

Ven, 12/12/2014 - 23:45

Da agosto registro tutti gli scandali in cui è implicato il PD. Sono a quota 14 (quattordici). Però quando arrivano in TV sembrano sempre immacolati e parlano delle loro magagne come fossero eccezioni che confermano la regola della loro superiorità. L'uditorio annuisce e nessuno si straccia le vesti, qualcuno mi spiega come fanno?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 13/12/2014 - 00:19

Stanno venendo a galla molte porcherie targate PD. PERÒ COME NEL CASO DI PENATI A SESTO S. GIOVANNI LA STAMPA PROSTITUITA ALLA SINISTRA EVITA DI PARLARNE. E poi dicono di essere democratici e di denunciare il malaffare.

unz

Sab, 13/12/2014 - 02:09

dal '45 al '91 hanno fatto di peggio. l'italia nella Nato e loro a prendere soldi dal Patto di Varsavia ossia il nemico della guerra fredda. reari da procura militare che dovevano comportare lo scioglimento del PCI e il divieto della sua ricostituzione come fu in germania dove nazismo e comunismo vennero trattati per quello che erano: idee delinquemziali. tutti preferirono far finta di nulla. e ora dovremmo stupirci se chi ha tradiro la liberta per la dittatura ruba?

AVO

Sab, 13/12/2014 - 05:02

Questi comunisti devono essere processati per alto tradimento alla patria e mandati alla forca.