Due pugni a un minorenne per una sigaretta negata: 22enne condannato a due anni

Un ragazzo di 22 anni è stato condannato a due anni di reclusione per aver dato due pugni a un minorenne che non voleva offrirgli una sigaretta

Un ragazzo di ventidue anni di Sulmona è stato condannato a due anni di reclusione per lesioni aggravate dalla crudeltà e da futili motivi.

Il 21 settembre scorso, infatti, il giovane con numerosi precedenti penali, sferrò due pugni in pieno volto a un ragazzo minorenne che si era rifiutato di offrirgli una sigaretta.

Come riporta Il Messaggero, il ragazzo è stato costretto a una delicata operazione per la frattura della mandibola con una prognosi di cinquanta giorni. L'avvocato della vittima Giovanni Mastrogiovanni ha però spiegato che il giovane fa ancora molta fatica a masticare "per cui il danno è ancora da quantificare con precisione".

L'aggressore 22enne è stato condannato, inoltre, al risarcimento danni oltre che al pagamento delle spese processuali da definire in sede civile. Quando lasciò il minorenne a terra lo aveva minacciato di non dire niente a nessuno "altrimenti avrebbe completato l’opera".

Commenti

leserin

Sab, 10/06/2017 - 14:46

2 anni? Ne meritava almeno 5 o 6., considerati la scelta casuale della vittima e l futili motivi.

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 11/06/2017 - 06:28

Una risorsa italiana ...