E' ufficiale: le donne hanno un QI più alto degli uomini

La notizia divulgata dal Sunday Times: per la prima volta le donne hanno superato gli uomini nei punteggi ottenuti nei test per il quoziente intellettivo

Il sospetto effettivamente c'era. Ma ora lo schiaffo arriva proprio dalla scienza: le donne hanno un quoziente intellettivo più alto rispetto alla media di quello degli uomini. A dirlo sono i test sul QI nei quali le donne, per la prima volta, hanno superato gli uomini. I risultati dello studio sono stati resi noti da uno dei più grandi esperti di QI, James Flynn e la notizia è stata riportata dal Sunday Times. Fin dalla nascita dei test sul QI, cento anni fa circa, le donne hanno sempre fatto registrare punteggi più bassi di almeno cinque punti, tanto da convincere gli psicologi che vi fossero delle differenze genetiche alla base di questo gap. Ma, anno dopo anno, la differenza è andata sempre più assottigliandosi fino ad arrivare al sorpasso. "Negli anni è cresciuto il QI di entrambi i sessi, come conseguenza della modernità: la vita più complessa sfida il nostro cervello che si adatta e aumenta le nostre capacità. Ma il QI delle donne è cresciuto più in fretta", ha spiegato Flynn. Una possibile spiegazione è che a causa delle loro vite, stressate da famiglia e carriera, hanno sviluppato capacità ’multitasking’ che consentono loro di pensare e fare più cose contemporaneamente. E gli uomini rimasti al palo.

Commenti

idleproc

Dom, 15/07/2012 - 18:44

Avranno cambiato il test. Comunque dato che hanno sempre ragione loro, va bene così.

gibuizza

Dom, 15/07/2012 - 18:56

Basta con queste affermazioni razziste e uomofobe, se dico che i bianchi sono più intelligenti dei negri si scatena l'iradidio, queste affermazioni invece vanno bene.

MaiRuss

Dom, 15/07/2012 - 19:28

Quali donne e chi lo hs detto? Ma per piacere !

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Dom, 15/07/2012 - 20:56

sarebbe come dire che le scimmie sono piu' intelligenti degli scimmioni,,,ed e' vero solo in alcune situazioni-

eras

Lun, 16/07/2012 - 02:09

Sessismo a rovescio, invidia degli uomini.

plaunad

Lun, 16/07/2012 - 07:11

Più intelligenti o più furbe? C'é una certa differenza

ZannaMax

Lun, 16/07/2012 - 08:10

Se invece di questo titolo c'era scritto: "E' ufficiale: gli uomini hanno un QI più alto delle donne" si sarebbero visti commenti inutili, riguardanti alla discriminazione femminile... Ma queste persone che affermano tale frase, hanno bisogno di notorietà o di ritagliarsi un posto da qualche parte?

rossini

Lun, 16/07/2012 - 08:43

Al giorno d'oggi per far passare anche la più improbabile delle opinioni vi sono 3 paroline magiche: sondaggio, test, statistica. Basta proclamare una cazzata astronomica e sostenere che la stessa è dimostrata da una statistica o da un test ed il gioco è fatto. È il caso delle donne più intelligenti degli uomini. Più furbe forse! E non perché lo dice un test o una statistica ma perché lo dicono millenni di esperienza concreta. In ogni caso anch'io ritengo che si tratti di un messaggio razzista. Se l'articolo avesse affermato che, secondo un test, i bianchi sono più intelligenti dei negri, sarebbe successo il finimondo. Ma va...?

plaunad

Lun, 16/07/2012 - 10:09

Se si fosse detto il contrario, apriti cielo! Una valanga di accuse di maschilismo.

Luigi Farinelli

Lun, 16/07/2012 - 10:32

Fra cifre fasulle sulla violenza alle donne, "studi" di pseudo-intellettuali maschio-pentiti (spesso costretti a prostituire la propria deontologia professionale per sopravvivere), inchieste pilotate, l'assoggettamento del "popolo bue" da parte di autentici farabutti, al potere senza essere eletti da nessuno continua indisturbata: vedi Commissione Europea ultralaicista. Lo scopo è quello di arrivare all'individuo androgino, mediato fra maschio e femmina e progettato da individui come Veronesi, Pisapia, Fo, Finocchiaro (il gotha del sinistrismo neo-gnostico). Distruggendo il principio di autorità maschile (azione intrapresa indefessamente negli ultimi decenni) e schiacciando i caratteri archetipici maschili verso l'androgino, si ottiene una società femminizzata più facilmente inglobabile nel processo di globalizzazione delle Nazioni voluto da massoni e banchieri. Per ottenere ciò, il "popolo bue" deve essere indirizzato col lavaggio del cervello, vedi tentativo effettuato da certi "intellettuali ricercatori" coi loro "studi" da autentici prostituti del potere non eletto che li dirige. Consiglierei di leggere di più Costanza Miriano e considerare semplici buffoni gli schiavi pseudo-intellettuali del Sistema che stanno distruggendo la civiltà occidentale.

Luigi Farinelli

Lun, 16/07/2012 - 10:32

Fra cifre fasulle sulla violenza alle donne, "studi" di pseudo-intellettuali maschio-pentiti (spesso costretti a prostituire la propria deontologia professionale per sopravvivere), inchieste pilotate, l'assoggettamento del "popolo bue" da parte di autentici farabutti, al potere senza essere eletti da nessuno continua indisturbata: vedi Commissione Europea ultralaicista. Lo scopo è quello di arrivare all'individuo androgino, mediato fra maschio e femmina e progettato da individui come Veronesi, Pisapia, Fo, Finocchiaro (il gotha del sinistrismo neo-gnostico). Distruggendo il principio di autorità maschile (azione intrapresa indefessamente negli ultimi decenni) e schiacciando i caratteri archetipici maschili verso l'androgino, si ottiene una società femminizzata più facilmente inglobabile nel processo di globalizzazione delle Nazioni voluto da massoni e banchieri. Per ottenere ciò, il "popolo bue" deve essere indirizzato col lavaggio del cervello, vedi tentativo effettuato da certi "intellettuali ricercatori" coi loro "studi" da autentici prostituti del potere non eletto che li dirige. Consiglierei di leggere di più Costanza Miriano e considerare semplici buffoni gli schiavi pseudo-intellettuali del Sistema che stanno distruggendo la civiltà occidentale.

Luigi Farinelli

Lun, 16/07/2012 - 10:33

Fra cifre fasulle sulla violenza alle donne, "studi" di pseudo-intellettuali maschio-pentiti (spesso costretti a prostituire la propria deontologia professionale per sopravvivere), inchieste pilotate, l'assoggettamento del "popolo bue" da parte di autentici farabutti, al potere senza essere eletti da nessuno continua indisturbata: vedi Commissione Europea ultralaicista. Lo scopo è quello di arrivare all'individuo androgino, mediato fra maschio e femmina e progettato da individui come Veronesi, Pisapia, Fo, Finocchiaro (il gotha del sinistrismo neo-gnostico). Distruggendo il principio di autorità maschile (azione intrapresa indefessamente negli ultimi decenni) e schiacciando i caratteri archetipici maschili verso l'androgino, si ottiene una società femminizzata più facilmente inglobabile nel processo di globalizzazione delle Nazioni voluto da massoni e banchieri. Per ottenere ciò, il "popolo bue" deve essere indirizzato col lavaggio del cervello, vedi tentativo effettuato da certi "intellettuali ricercatori" coi loro "studi" da autentici prostituti del potere non eletto che li dirige. Consiglierei di leggere di più Costanza Miriano e considerare semplici buffoni gli schiavi pseudo-intellettuali del Sistema che stanno distruggendo la civiltà occidentale.

Luigi Farinelli

Lun, 16/07/2012 - 10:33

Fra cifre fasulle sulla violenza alle donne, "studi" di pseudo-intellettuali maschio-pentiti (spesso costretti a prostituire la propria deontologia professionale per sopravvivere), inchieste pilotate, l'assoggettamento del "popolo bue" da parte di autentici farabutti, al potere senza essere eletti da nessuno continua indisturbata: vedi Commissione Europea ultralaicista. Lo scopo è quello di arrivare all'individuo androgino, mediato fra maschio e femmina e progettato da individui come Veronesi, Pisapia, Fo, Finocchiaro (il gotha del sinistrismo neo-gnostico). Distruggendo il principio di autorità maschile (azione intrapresa indefessamente negli ultimi decenni) e schiacciando i caratteri archetipici maschili verso l'androgino, si ottiene una società femminizzata più facilmente inglobabile nel processo di globalizzazione delle Nazioni voluto da massoni e banchieri. Per ottenere ciò, il "popolo bue" deve essere indirizzato col lavaggio del cervello, vedi tentativo effettuato da certi "intellettuali ricercatori" coi loro "studi" da autentici prostituti del potere non eletto che li dirige. Consiglierei di leggere di più Costanza Miriano e considerare semplici buffoni gli schiavi pseudo-intellettuali del Sistema che stanno distruggendo la civiltà occidentale.

Luigi Farinelli

Lun, 16/07/2012 - 10:43

Un'altra pseudo-inchiesta per promuovere il donnismo in chiave antimaschile, come operato da decenni attraverso i media, la pubblicità e a scuola. Lo scopo è abbattere il pincipio di autorità maschile per distruggere la famiglia eterosessuale sostituirla con uno stolido androgino, solitario e indifferenziato, vera carne da cannone del potere neo-gnostico (massonico) che dirige il tutto attraverso ONU e Commissione Europea.

umberto schenato

Lun, 16/07/2012 - 11:24

QUESTA E' UNA BUFALA .

Luigi Farinelli

Mar, 17/07/2012 - 09:47

E' anche ufficiale (da un bel pò) che l'ideologia è ormai al potere e opera per femminilizzare la società: lo scopo è indebolirla passando attraverso l'abbattimento del principio di autorità e dell'autostima maschile (vedere attacco continuo con il malebashing, sui media, attraverso la pubblicità: ossia col lavaggio del cervello). Una società femminizzata è più debole e la nazione diviene conseguentemente fagocitabile nel processo di globalizzazione (vedere esempio della Norvegia). Chi fa queste pseudo ricerche "scientifiche" generalmente è al soldo delle lobbies avviate sulla via della globalizzazione planetaria studiata a tavolino: ONU, banchieri, massoni, ultralaicisti. Si tratta di un fenomeno di indebolimento dell'intero Occidente che, tendendo ad essere devirilizzato, sarà pappa fatta per i Popoli non rimbecilliti dall'ideologia.

Luigi Farinelli

Mar, 17/07/2012 - 16:03

E' pure ufficiale che l'ideologia è al potere ormai da un pezzo e opera per femminizzate la società allo scopo di indebolirla passando attraverso l'abbattimento del principio di autorità e dell'autostima maschile,cosa che sta provocando disastri immani all'Occidente: basti pensare al malebashing continuo (media, pubblicità, scuole). Una società femminizzata è più debole e la nazione diviene conseguentemente fagocitabile nel processo di globalizzazione sociale ed economica mondiali. Chi fa queste pseudoricerche scientifiche (manipolando e addomesticando dati: vedere anche cifre sulla violenza alle donne in Occidente) è al soldo delle lobbies e agenzie internazionali (ONU, EU, banchieri, massoni, ultralaicisti). Un criminale tentativo di indebolimento dell'Occidente per favorire il mercantilismo ultracapitalista (senza regole)che si avvantaggia delle imbecillità ideologiche come il gender. Continuando così, l'Occidente devirilizzato dalla massoneria sarà pappa fatta per Popoli non rimbecilliti dall'ideologia.

Luigi Farinelli

Mer, 18/07/2012 - 16:26

Come condizionare la gente col mainstreaming(lavaggio del cervello condotto in maniera graduale e sistematica così che, dopo qualche tempo, si finisce per credere che quello che viene propinato sia vero e si fanno leggi apposite (mai dibattute pubblicamente) asserendo che tanto ormai tutti la pensano così. E' ormai prassi ricorrente turlupinare il "popolo bue", specie con le inizitive ultralaiciste, neo-gnostiche massoniche, prevalemtemente antimaschili, per abbattere il principio di utorità maschile e indebolire la società e facilitarne la globalizzazione (vedere caso della Norvegia) inventando non solo crisi economiche e allarmismi ecologisti ma anche cifre fasulle sulla violenza, sbraitando di persecuzioni millenarie contro le donne, asserendo che queste sono più intelligenti, come se fosse facile distinguere fra , che so, intelligenza intuitiva o razionale (per questa seconda è meglio non eccedere con l'idiozia chè manco gli stolidi "maschi pentiti" progressisti sono più disposti a crederlo). Di solito è "Repubblica" a uscire con queste sparate da (apparentemente) mentecatti (in realtà da drittoni laicisti), mai sostenute da studi seri ma poi neanche mai smentite (tanto l'effetto mainstreaming è stato già raggiunto) alla faccia della correttezza professionale!