"Ecco quanto guadagna chi lavora per Amazon"

Lo sciopero dei dipendenti Amazon fa discutere ed apre un fronte di scontro sul contratto tra l'azienda e i sindacati

Lo sciopero dei dipendenti Amazon proprio nella settimana del black friday ha aperto un vero e proprio scontro tra l'azienda e i sindacati. In mezzo c'è il centro di di distribuzione Amazon a Castel San Giovanni in provincia di Piacenza. Quanto guadagnano realmente i dipendenti? Secondo quanto riporta un'inchiesta dell'Agi sul fronte contrattuale hanno ragione sia i sindacati che lo stesso colosso della distribuzione. Da un lato c'è l'azienda che sostiene che i dipendenti guadagnino di più di altri lavoratori del settore, dall'altro lato le organizzazioni sindacali che invece affermano che i dipendenti percepiscono il minimo tabellare. Ma attenzione, l'inchiesta dell'Agi fa chiarezza su questo punto che appare controverso. Di fatto è vero che i dipendenti percepiscono un minimo tabellare, ma è anche vero che il contratto stipulato è quello del commercio e non quello della logistica, ergo è probabile che i dipendenti Amazon percepiscano uno stipendio più alto rispetto ai colleghi del settore. L'Agi di fatto non ha potuto controllare nessun contratto di un dipendente a tempo indeterminato ma ha riportato quanto riferito dall'azienda che parla di una retribuzione di 1.489,33 euro lordi mensili. Inoltre Amazon fa sapere che i i lavoratori percepiscono un aumento di 700 euro lori all'anno dopo 12 mesi dall'assunzione. Inoltre, dopo 18 mesi c'è il primo scatto che porta la paga a 1.578,75 euro lordi mensili. E anche su questo punto è scontro perché i sindacati sostengono che questo adeguamento è frutto proprio di una trattativa sindacale cosa che invece non viene riconosciuta da Amazon. Insomma i riflettori sul centro di distribuzione restano accesi. Ed è probabile che lo scontro tra Amazon e sindacati non sia del tutto finito...

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/11/2017 - 16:02

Ai "sindacati" DA SEMPRE,gli accordi diretti fra l'Azienda ed i Dipendenti,sono visti come il FUMO negli occhi!!!Anche se un'Azienda,pagasse di più del "normale",a loro non andrebbe bene!!!Questi sono i "sindacati" italiani!!!Che hanno distrutto l'economia Italiana,che hanno aperto le porte a milionate di "risorse",anche sottopagate(purchè con la tessera pagata),a scapito degli Italiani DOC,che hanno impedito con le loro richieste assurde,una delocalizzazione al SUD(sono poi andati in Romania,Slovenia,Croazia,Ungheria,Tunisia...),con la assurda pretesa che un operaio di Canicattì,"per non essere sfruttato",dovesse essere pagato come uno di Milano....Hanno privilegiato l'"assistenzialismo",invece delle "opportunità di lavoro"!!!Un freno pazzesco,tirato da oltre 65 anni!!!

Ritratto di francesco.finali

francesco.finali

Lun, 27/11/2017 - 16:05

1.500 euro per confezionare del pacchi, mi sembra uno stipendio più che decoroso. Se le cifre indicate sono corrette, è esattamente l'importo che dovrebbe guadagnare un impiegato di V livello del commercio, ossia un operaio qualificato. Se poi vogliamo dire che è una miseria, sono d'accordo, ma non è Amazon che sta pagando uno stipendio da fame, è così per tutti i dipendenti. Quindi ragazzi miei, benvenuti nel mondo reale.

giovanni951

Lun, 27/11/2017 - 16:20

1500 lordi? saranno 1000 netti. E non é molto in termini assoluti e poco per come lavorano. Come ho sentito dalle varie voci dei dipendenti in sciopero.

unosolo

Lun, 27/11/2017 - 16:30

confronto a quei commessi che percepiscono in nero 400 euro mensili ? si abbiamo dei ragazzi che pur di non pesare del tutto alle famiglie accettano questa usura . Basterebbe ispezionare esercizi piccoli e medi altro che " a conduzione familiare "

Trinky

Lun, 27/11/2017 - 16:30

1500 lordi non sono 1000 netti ma di più.......

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 27/11/2017 - 16:30

Con le tasse italiche, rimane poco, insufficienti per mantenere una famiglia.

Skapestrato

Lun, 27/11/2017 - 16:41

"L'Agi di fatto non ha potuto controllare nessun contratto di un dipendente a tempo indeterminato ma ha riportato quanto riferito dall'azienda" Qui è condensato il livello attuale dell'informazione in Italia, all'AGI (agenzia giornalistica italiana) interessa SOLO l'opinione del padrone, dei cittadini italiani, dei lavoratori nn interessa nulla

mariod6

Lun, 27/11/2017 - 17:11

I contratti della logistica i 1400 euro al mese se li sognano, gli aumenti di anzianità pure e gli adeguamenti anche. Poi il sindacalista lavoratore (ovviamente uno per ogni sigla) accetta condizioni anche peggiori facendo un casino d'inferno per poi scoprire che LUI ha avuto lo scatto di livello e l'aumento della retribuzione oraria. La tessera sindacale gira di anno in anno a rotazione, praticamente non richiesta ma comunque trattenuta in busta paga. E il mantra è sempre lo stesso : Se non ti va bene, la porta è quella, oppure ti trasferisco a Palermo da Bolzano perché tanto ho degli appalti in tutta Italia....!! Té capì ??

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 27/11/2017 - 17:41

... un'altra azienda che se ne andrà all'estero; quello che però fa ancora più rabbia è che un clandestino costa di più !!!

baleno

Lun, 27/11/2017 - 17:54

In un periodo dove manca il lavoro, alzare critiche verso uno stipendio di 1500 € lordi primo impiego è proprio uno schiaffone in pieno viso. Le generazioni anni 50 lavoravano per meno e in condizioni molto più precarie, chiaramente chi non si sentisse soddisfatto dovrebbe orientarsi verso i lavori disponibili in Italia: pulizia latrine, pizzaiolo, stagista ingegnere a duecento euro al mese, maestra d' asilo a 800 €/mese ecc...

frabelli1

Lun, 27/11/2017 - 18:02

I sindacati vogliono rovinare anche questo. Hanno visto un po' di polpa e vogliono spolpare tutto fino all'osso. Stiano attenti i dipendenti a non cadere in questa trappola, sono proprio stati i sindacati a mettere in ginocchio tutta l'industria italiana negli anni Settanta, ora si vedono le conseguenze. Attenti che Amazon, tanca, non chiuda tutto e trasferisca tutta la logistica fuori dall'Italia, magari in Spagna; attenti!

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 27/11/2017 - 18:11

---l'articolo ci dice tutto sui guadagni lordi -netti-un pò ed un pò--sugli scatti--qualifiche e robaccia varia---quello che non dice --chissà se artatamente o per mera dimenticanza -è l'orario di lavoro di questi tipi a quanto ammonta---i ritmi infernali e le medie di confezionamento quanto totalizzano?---i festivi come vengono rispettati?----e via di questo passo---il passo per la frenetica catena di montaggio è dietro l'angolo---

glasnost

Lun, 27/11/2017 - 18:30

Bravi i nostri sindacati! Forse riusciranno a far abbandonare l'Italia anche ad Amazon.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 27/11/2017 - 19:04

La multinazionale Amazon ha affossato tanti piccoli negozi di elettrodomestici, ferramenta, ecc. sopratutto nelle piccole città lasciando senza lavoro i piccoli commercianti colpevoli solo di avere necessariamente una scelta limitata e costi superiori alla multinazionale che paga le poche tasse all'estero. Ma non saranno i sindacati a fermare Amazon, sarà Salvini che ha come punto qualificante la DIFESA DEI PICCOLI COMMERCIANTI NEL TERRITORIO. Amazon! La va a pochi mesi!

cgf

Lun, 27/11/2017 - 19:09

unica consolazione è che risparmi sulla palestra con i km che ogni giorno percorri, non ne hai bisogno

Cheyenne

Lun, 27/11/2017 - 19:11

I SINDACATI SONO INSIEME AI MAGISTRATI SONO LA ROVINA DELL'ITALIA

mariolino50

Lun, 27/11/2017 - 20:46

Zagovian Ha mai lavorato in una grossa azienda di qualsiasi tipo, che potere contrattuale crede abbia un operaio da solo contro il padrone. Quello che dice vale solo per i dirigenti, ma quelli a norma di legge sono considerati datori di lavoro, infatti davanti ai sindacati ci sono loro a discutere, mica gli azionisti. Se nell'800 non fossero nati i sindacati saremmo ancora al padrone delle ferriere, purtroppo ci stiamo tornando a grandi passi, perchè il sindacato non fa più il suo mestiere, spesso è venduto.

seccatissimo

Lun, 27/11/2017 - 21:08

Grazie ai nostri governi ed ai nostri sindacati tutti inetti all'inverosimile, i salari italiani sono di molto inferiori a quelli degli altri paesi dell'UE !

chiara 2

Lun, 27/11/2017 - 21:11

Per ogni "Impiegato" in Amazon, hanno perso il lavoro almeno 4 altri "Impiegati" a causa della concorrenza sleale della multinazionale....ma di cosa state blaterando?! Ma vi rendete conto che le piccole attività stanno tutte chiudendo o stanno malamente? Ma uscire dalla superficialità ogni tanto non vi farebbe male!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 28/11/2017 - 00:26

Non voglio e non posso giudicare sul fatto che sia uno stipendio buono o no. Resta il fatto che è più o meno quello che prendono tutti i dipendenti del settore logistico, e lo so bene perché ne ho uno... anzi una... in casa. Quindi, nessuno scandalo ne' sfruttamento.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 28/11/2017 - 00:33

@chiara 2 Questo è un discorso molto semplicistico. Secondo la sua logica, dovrebbero chiudere tutti i supermercati in Italia... e magari anche all'estero. E' ovvio che l'economia di scala distrugge l'artigianato e i piccoli commercianti, ma è altrettanto ovvio che siamo a un punto da cui non è più possibile tornare indietro. Quindi, prendiamo dall'e-commerce il buono che ci può dare (le vendite online fanno girare masse enormi di denaro, che altrimenti non girerebbero) e cerchiamo di salvaguardare le eccellenze del piccolo commerciante e artigiano, qualitativamente irraggiungibili su larga scala. D'altronde, alzi la mano chi non ha comprato qualcosa online in questi giorni, approfittando del black friday.

Silvio B Parodi

Mar, 28/11/2017 - 01:55

fanno turni di 8 ore e guadagnano 1150 euro NETTI, se lavorano la domenica poi stanno a casa il lunedi!! e mezza giornata il martedi, quindi: 42 ore settimanali!! e questi sarebbero orari massacranti????sapete cosa succedera'? che assumenranno extra comunitari, o traslocheranno in un'altro stato! 4mila posti di lavoro persi, ancora un'altro paio di scioperi, e la frittata e' fatta, grazie sindacati rovina aziende e fabbrica di disoccupati.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 28/11/2017 - 08:01

C'è un punto interessante ed illuminante nell'articolo che dimostra come le multinazionali come Amazon sono le prime sempre ad infrangere le regole senza che nessuno gli vada a dire nulla perché sono grandi e potenti. I lavoratori hanno un contratto del settore commercio e non della logistica. Ora è ovvio che i lavoratori di Amazon fanno logistica non fanno commercio eppure Amazon bara ed applica le regole che gli sono più proficue e nessuno di coloro che dovrebbero controllare fa o dice nulla. Possibile che anche i giudici del lavoro cosi solerti ad aggredire i piccoli imprenditori rimangano inerti quando si tratta di multinazionali ?

MOSTARDELLIS

Mar, 28/11/2017 - 08:46

1.500 euro mensili non sono moltissimi, ma non sono nemmeno pochi. Purtroppo, come al solito, sono le tasse italiane ad abbassare notevolmente lo stipendio con applicazione di aliquote altissime.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 28/11/2017 - 08:52

elkid, SI RICORDI CHE NON SONO OBBLIGATI O INCATENATI , SE NON GLI VA BENE ORAIO O STIPENDIO, POSSONO ANDARSENE E CERCARE DI MEGLIO. IO HO LAVORATO AD UNA CATENA DI MONTAGGIO..... LEI ??

mariod6

Mar, 28/11/2017 - 18:01

@ Maximilien 1791 - Nessuno dei suoi amici sindacalisti le ha mai detto che i contratti della logistica sono più bassi di quelli del commercio ?? Se si lamentano degli stipendi attuali e lei li fa passare alla logistica prenderanno meno.