EIA EIA, MA VA' LÀ

Il Duce unisce più di Renzi: bastano quattro cretini per fare gridare la sinistra al nuovo Ventennio. Ma è silenzio sulle violenze dei centri sociali

Ogni tanto, ma sempre più spesso, scatta l'allarme dell'«all'armi son fascisti». Questa estate la goliardia canaglia di un bagnino di Chioggia che aveva tappezzato il suo lido con frasi mussoliniane era stata spacciata come l'inizio di un nuovo Ventennio. Il malcapitato ha perso il lavoro e si è riciclato come opinionista di avanspettacolo destrorso nelle radio e tv venete dopo essere stato completamente scagionato dai magistrati che avevano aperto un'inchiesta. Nessun tentativo di ricostituire il Partito fascista - hanno concluso i saggi pm - ma solo una gigantesca burla.

Adesso ci risiamo con la storia dei quattro ragazzotti di destra che hanno fatto irruzione in un circolo pacifista di Como per leggere ai presenti un comunicato sulla «patria minacciata dagli immigrati». Deplorevole (la violazione di domicilio privato), ridicolo (il gesto), a tratti delirante (il testo), ma comunque fatto anche questo ascrivibile più all'idiozia giovanile che alla fascistizzazione dell'Italia. Il codice penale attuale mi sembra attrezzato a punire eventuali reati che questi ragazzotti possano avere commesso, con i fatti e con le parole, e la cosa dovrebbe finire lì. E invece no, puntuale come la morte arriva da Repubblica il grido di allarme sul pericolo destre. E la panna monta, manco stessimo parlando di un attentato dell'Isis.

Facendo una ricerca con Google si scopre che dall'inizio dell'anno i giornali del gruppo Espresso hanno fatto scattare «l'allarme fascismo» 492 volte. Siamo cioè all'antifascismo militante che amplifica ed esalta stupidi episodi e persone ignoranti che sono numericamente, politicamente e socialmente più che marginali. Certamente meno significativi dell'allarme che dovrebbero destare le occupazioni, gli abusi e a volte le devastazioni urbane di quei simpatici ragazzi dei centri sociali; sicuramente meno preoccupanti delle milizie di estrema sinistra che impediscono con la forza la presentazione dei libri di Giampaolo Pansa sul revisionismo della Resistenza, di Magdi Allam sull'islam o una conferenza di Angelo Panebianco all'università di Bologna perché «professore non abbastanza pacifista».

Più stupidi dei neofascistelli ci sono solo i tromboni dell'antifascismo a tempo pieno, i quali non si indignano che il leader della Lega Matteo Salvini - democraticamente eletto - possa apparire in pubblico solo se scortato, a volte blindato. A questi tromboni andrebbe ricordato - ironia della sorte - che ancora oggi il nostro codice penale a pagina uno porta in grassetto la firma di chi l'ha promulgato, cioè «Sua Eccellenza Benito Mussolini», come ben sanno studenti di giurisprudenza e addetti ai lavori. Che facciamo, chiudiamo i tribunali, mettiamo al rogo in piazza la tavola delle leggi e proclamiamo la mobilitazione generale?

La verità è che il Duce riesce dove ha fallito Matteo Renzi. Cioè unire la sinistra, che - non avendo né presente né futuro - per dare l'impressione di esistere deve per forza attaccarsi ai fantasmi del passato. Diciamolo, i veri nostalgici sono proprio loro.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 01/12/2017 - 18:22

Non risulta dalla Storia di guerra che i fascisti abbiano commesso genocidi. Invece i sovietici hanno fatto fuori tre milioni di Ebrei, come i nazi. Allora per risparmiare la vita di tre milioni di persone era meglio

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 01/12/2017 - 18:25

... Era meglio che il fascio littorio prevalesse sulla falce e martello. Giusto?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 01/12/2017 - 18:26

I comunisti fanno schifo come i nazi.

manfredog

Ven, 01/12/2017 - 23:28

Stanno perdendo voti a rotta di collo, per dirla all'africana (!!), e si inventano di tutto; cosa c'è di meglio che tirare fuori la paura del fascismo, che la maggior parte degli italiani ha 'letto' sui libri scritti e stampati dai 'comunsinistri', e poi la drammaturgia dello ius soli, in modo che, chi non lo vuole, è razzista e xenofobo e, ovviamente, fascista. Lo ripeto, hanno solo paura di perdere altri voti e fanno i terroristi politici. mg.

TonyGiampy

Ven, 01/12/2017 - 23:31

Rientra tutto nella normalita'.Diffondere lo spauracchio del fascismo e del nazismo attraverso i media con immagini di morte e deportazioni che riescono comunque ancora a far leva sulla coscienza di molti, fa parte della propaganda comunista.Per tanti anni ha funzionato, da ora in avanti funzionera' di meno.Oltre ad aver davanti agli occhi le immagini dell'olocausto,molti italiani cominciano a vedere le immagini dell'invasione del paese da parte dei clandestini con la compiacenza della sinistra,le immagini del degrado e di tutto lo schifo da cui sono sommerse le citta' italiane.Ragion per cui lasciamoli gridare al fascismo,le elezioni sono piu' vicine che mai e forse, stavolta, l'olocausto arrivera' per loro!!!

Una-mattina-mi-...

Ven, 01/12/2017 - 23:37

IL VERO PROBLEMA E' CHE SIAMO MESSI TALMENTE MALE CHE PERFINO IL DUCE, AL CONFRONTO DELLE VIGENTI MEZZE CALZETTE, SOVRASTA

lavieenrose

Sab, 02/12/2017 - 00:15

cari miei quando si è scemi si rincorrono i fantasmi perchè si temono i vivi

GiovannixGiornale

Sab, 02/12/2017 - 00:28

Pur di veder tornare il fascismo, che darebbe un senso alla loro esistenza, questa accozzaglia di giacobini da operetta, costruirebbe enormi figure come quelle che gli abitanti dell'isola di Pasqua eressero per propiziare il ritorno dei loro mitici dei. Provocando così la loro stessa fine, ovviamente.

Celcap

Sab, 02/12/2017 - 00:45

Sapete come funziona vero?? Il bue che dà del cornuto all'asino oppure Al lupo al lupo e poi il lupo sono loro. Ho reso bene l'idea?? Stanno dando via del loro perché più totalitaristi di loro in questo momento ci sono sono i regimi dittatoriali.

asalvadore@gmail.com

Sab, 02/12/2017 - 02:41

Se i i neofascisti sono quattro cxxxxxi i membri dei centri sociali sono ancor piú deficenti e perché si rifanno in pensiero ed azione agli anarchici delinquenziali della fine dell'ottocento.

Ritratto di Kjitt

Kjitt

Sab, 02/12/2017 - 05:57

Giustissimo direttore. Grande articolo come sempre.

paràpadano

Sab, 02/12/2017 - 07:49

questi personaggi sono e saranno sempre dei TRINARICIUTI

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 02/12/2017 - 07:52

Ad ogni azione ne corrisponde una uguale e contraria; una legge di fisica nota da sempre. Periodo post bellico, anni 60 : le arroganze di sinistra fecero rinascere sentimenti di destra poi divenuti di estrema destra. Da li il confronto degli estremi sempre crescente.Dciamola tutta, la sinistra per esistere ha bisogno della destra. Questi sono gli italiani medi, sempre e comunque estremisti.I moderati? Branco di pecoroni. Viva l'Italia.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Sab, 02/12/2017 - 08:05

Senza voler indulgere sulle schifezze fatte dai nazisti e sul ridicolo antisemitismo mussoliniano (non voglio neanche menzionare le squadracce visto che nel 1920 ce n'erano di altrettanto, ed anche più, violente a sinistra), chi fa l'antifascista dimenticando foibe, gulag, siberie, rivoluzioni culturali, ecc. (cioè praticamente tutti gli antifascisti) è un ignobile e spudorato ipocrita. Viva il rispetto di tutti gli uomini e .... l'anti-anti-fascismo

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 02/12/2017 - 08:12

Nessuna meraviglia. Molti dei fascisti del 24 luglio divennero poi accaniti anti fascisti il giorno successivo. Ma il DNA dell'autoritarismo é rimasto inalterato. Solo che la dittatura fascista, in Italia, portò considerevoli miglioramenti al Popolo. Commise anche cinque errori imperdonabili, la dittatura, le leggi raziali e tre guerre. Dall'altra parte, il comunismo ha saputo solo annientare parte di coloro che non seguivano i loro diktat, non ha costruito alcunché che non fosse il risultato della laboriosità degli italiani, fra l'altro attribuendosene proditoriamente il merito. Se il fascismo nero è una macchia parziale sulla Storia italiana, il comunismo ne è una più grande ed indelebile.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 02/12/2017 - 08:18

Lo scriva . Io sono per il ritorno dei manganellidi . Lei si adegua al suo capo, che 15 giorni fa ha rievocato le tre parole del fascismo. Non sarà ne lei ne Berlusconi ne Salvini ne la Meloni a riscrivere la storia, degli orrori del fascismo. Renzi ha detto " Tutte le forme di violenza andrebbero condannate da tutti senza se e senza ma". Non sono 4 ragazzotti a Como , non è un ragazzotto a Marzabotto, che mostra il duce,Casa Pound No è quello che il CDX cerca di far montare nel Paese. Si i centri sociali sono violenti, era violento salvini al Leoncavallo. Sono violenti , ma quando attaccano Renzi lei scrive "Renzi contestato" con goduria. Non condanna quelle azioni, ma Renzi. Si tranquillizzi direttore. La sinistra Renziana ha presente e avrà futuro. Ma la questione è che contro l'ideologia del duce dovrebbe essere unita tutta la Politica. salv , mel e Ber ci marciano. Gli italiani, non si rivestiranno di quel colore anche se mascherato.

pinuzzo48

Sab, 02/12/2017 - 08:36

sono traditori della patrie arroganti e presuntuosi

FedericoII

Sab, 02/12/2017 - 12:07

Mussolini, non dimentichiamolo mai, prese un paese nei suoi confini naturali (istria a est, briga e tenda a ovest) e con delle belle colonie da sviluppare, in 20 anni ci ha lasciato SENZA COLONIE, senza Istria, col rischio di perdere Sicilia e Alto Adige (che ogni tanto si ripresenta come rischio REALE) oltre a danni a infrastrutture e qualche morto. Mussolini ha danneggiato gravemente l'Italia. Ogni vero nazionalista lo sa!

Franco40

Sab, 02/12/2017 - 13:10

Sono ancora indeciso se ringraziare o meno il fascismo che prese il potere in Italia a partire dal 1922. Infatti era appena passata la rivoluzione comunista russa del 1917 ed in Italia avevamo bande di sinistra molto più aggressive di quelle fasciste. Sto pensando che, in quel periodo, abbiamo veramente corso il rischio di diventare COMUNISTI giungendo quasi alla conclusione che, grazie al fascismo, ci siamo salvati.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Dom, 10/12/2017 - 09:45

Paura eh!?!