Elezioni, fa un errore al voto: un anziano denunciato

A Bracciano un uomo anziano è uscito dalle urne stracciando la scheda perché aveva fatto un errore. Così il presidente di seggio lo ha punito con una denuncia in base ad una legge del 1957

È stato denunciato perché aveva sbagliato a votare alle elezioni amministrative, stracciando la scheda.

Un anziano cittadino di Bracciano, in provincia di Roma, è stato denunciato dal presidente del seggio in base alla legge 361 del 1957. Che, all'art. 100, vieta esplicitamente di danneggiare le schede elettorali.

L'elettore ha sbagliato a votare ed ha deciso di invalidare l'errore strappando la scheda elettorale in quattro pezzi proprio sotto gli occhi del presidente e degli scrutatori. Anziché, come sarebbe stato corretto, farsi consegnare una nuova scheda.

Una volta lasciato il seggio, l'uomo è tornato a casa, dove però è stato raggiunto dai carabinieri che gli hanno notificato la denuncia.

Il presidente del seggio, così, lo ha denunciato a norma di legge.

Commenti

Giorgio5819

Dom, 05/06/2016 - 21:06

Che buffonata.

fifaus

Dom, 05/06/2016 - 21:25

la legge avrà anche un senso, ma non dovrebbe essere interpretata?..e dove sarebbe allora la colpa grave?

Raoul Pontalti

Dom, 05/06/2016 - 21:56

Premesso che l'articolo 100 del D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 non c'entra un fico secco, in causa sono l'art. 63 (Se un elettore riscontra che la scheda consegnatagli è deteriorata, ovvero egli stesso, per negligenza o ignoranza, l'abbia deteriorata, può richiederne al presidente una seconda, restituendo però la prima, omissis) e l'art. 110 (L'elettore che non riconsegna una scheda o la matita è punito con la sanzione amministrativa da lire 200.000 a lire 600.000). Buon senso avrebbe voluto di considerare comunque consegnata la scheda deteriorata, essendo la ratio della norma sanzionatoria tesa ad evitare brogli mediante la consegna a terzi della scheda non restituita.

leo_polemico

Dom, 05/06/2016 - 21:56

Purtroppo NON mi ricordo di aver letto nei cartelli esposti ai seggi che, in caso di errore, è possibile avere una nuova scheda. Questo viene sempre detto ai presidenti e ai segretari di seggio durante la riunione che precede tutte le operazioni elettorali. In ogni caso mi auguro che la denuncia nei confronti dell'elettore colpevole dell'errore sia subito archiviata con un po' di buon senso, quello che sovente manca nella testa di molti.

Ritratto di Fradrys

Fradrys

Dom, 05/06/2016 - 22:13

chi ci ruba nelle tasche non sarà mai denunciato! chi vende l'Italia alla mafia non sarà mai denunciato! chi ci riempie di tagliagole e stupratori non verrà mai denunciato! denunciamo chi straccia una scheda da annullare! che giustizia di m..da in Italia!!!

jeanlage

Dom, 05/06/2016 - 22:36

Il presidente del seggio ha agito secondo il principio di legalità. Che, per chi capisce qualcosa è generalmente opposto al principio di giustizia. Un esempio? cacciare i docenti ebrei dalle università era legale, visto che c'era una legge che lo prescriveva. Accogliere e nascondere gli ebrei nei conventi era illegale, ma giusto.

ESILIATO

Dom, 05/06/2016 - 22:43

denunciamo il presidente di seggio per abuso di potere....scometto che e' del PD

ziobeppe1951

Dom, 05/06/2016 - 23:07

Non perdiamoci in quisquilie,con tutti quei negri che buttano il cibo, dove sono le sanzioni?