Elmas, botte al 73enne e poi tenta furto: senegalese in manette

Lo straniero, personaggio già noto alle forze dell'ordine, stava violando l'obbligo di dimora a cui era stato condannato per dei precedenti reati. Dopo aver preso a pugni la sua vittima nel tentativo di rapinarla, l'ingresso in un negozio, dove ha continuato a creare disordini fino all'arrivo dei carabinieri

La misura restrittiva dell'obbligo di dimora non è servita affatto come deterrente per un pregiudicato 21enne senegalese che si è reso protagonista ad Elmas (Cagliari) di una serie di episodi di violenza.

La vicenda ha inizio con l'aggressione, in pieno pomeriggio, di un 73enne nei parcheggi del "Bricoman" di Elmas. La vittima è stata colpita con dei pugni in pieno volto dall'africano, nel tentativo, poi risultato vano, di derubarlo. Dopo il pestaggio subito, l'uomo ha contattato immediatamente le forze dell'ordine per segnalare quanto accaduto, mentre lo straniero si allontanava entrando nel centro commerciale.

Sul posto i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Cagliari, che hanno trovato l'aggressore tra gli scaffali del reparto elettrico. In evidente stato di alterazione psico-fisica, il senegalese stava sottraendo e cercando di occultare della merce quando è stato intercettato dai militari. Il timore che l'extracomunitario potesse avere una reazione scomposta dinanzi a loro e dunque risultare pericoloso per le numerose famiglie con bambini presenti in quelle ore nella struttura, ha spinto gli uomini dell'Arma ad agire con grande cautela.

Evidente fin da subito l'ostilità dell'africano dinanzi ai controlli, dato che è bastata una semplice richiesta di esibire i documenti per farlo scaldare. I carabinieri, tempestati di insulti e minacce, hanno mantenuto il sangue freddo e sono riusciti con fatica ad avvicinarlo ed a far scattare le manette ai suoi polsi.

Il 21enne, risultato un venditore ambulante pregiudicato, è stato condotto in caserma ed arrestato con l'accusa di danneggiamento, tentata rapina, minacce e resistenza a pubblico ufficiale ed inosservanza dell'obbligo di dimora a cui già era stato condannato.

Commenti

agosvac

Dom, 16/06/2019 - 14:14

Visto che i domiciliari non hanno funzionato, la speranza è che un magistrato più serio lo metta in galera e ce lo tenga per molto tempo!!!

ziobeppe1951

Dom, 16/06/2019 - 14:30

Il sognatore avrebbe detto che era un italiano

killkoms

Dom, 16/06/2019 - 14:52

@agosvac,quelli seri sono rari!

Giorgio5819

Dom, 16/06/2019 - 14:55

"Lo straniero, personaggio già noto alle forze dell'ordine, stava violando l'obbligo di dimora a cui era stato condannato per dei precedenti reati"... ministero della giustizia batta un colpo !! Ci sono rifiuti subumani in circolazione che continuano a delinquere indisturbati TUTTI I GIORNI !! Altro che faide nella magistratura, smettano di fare pagliacciate e si occupino di tenere in galera i criminali !!

Ritratto di babbone

babbone

Dom, 16/06/2019 - 15:22

come possiamo assistere tutti i giorni in varie località del continente, bianco, I T A L I A, per sicurezza meglio specificarlo, la crem de la crem (neri) è sbarcata per dettar legge.

ROUTE66

Dom, 16/06/2019 - 15:33

NIENTE PAURA ORA LO FARANNO ASSISTENTE CULTURALE PRESSO UNA COOP e insegnerà come comportarsi ai compagni quando si è fermati dalle forze del"ORDINE

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 16/06/2019 - 16:15

L'obbligo di dimora!!! Chi e quel "cervellone" che lo ha INVENTATO!!!!!jajajajajajaja. Ciao Beppe.

rino34

Dom, 16/06/2019 - 16:24

Anche questo caso colpa del governo genitiloni! Vero? il governo in carica...e ricordo i tempi (non molto lontani) quando c'era uno dall'opposizione che tuonava contro il governo per ogni crimine ad opera degli immigrati. E' proprio vero, la ruota gira...

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Dom, 16/06/2019 - 16:37

Meglio che se ne occupi qualcuno della Barbagia... Problema risolto in tempo record...

lawless

Dom, 16/06/2019 - 16:47

anche i sardi stanno cambiando, stanno diventando di "sangue freddo". Se chi delinque non viene messo in galera il delinquente sa che può continuare a delinquere, perché ha dalla sua parte la "legge". Decidete voi a chi dare la colpa....

ilrompiballe

Dom, 16/06/2019 - 18:30

rino34 : ma quale Gentiloni! Sono 20 anni che ci riempiamo di "risorse", perché siamo caritatevoli, accoglienti,integratori e integrabili. Siamo anche multietnici e culturalmente aperti : tranquillo, questo domattina sarà libero di pestare qualcun'altro, anziano o carabiniere che sia.