Interrompe il telegiornale locale armato di una pistola giocattolo

È successo negli studi dell'emittente tarantina Studio100, durante il telegiornale delle 14

Irruzione durante il telegiornale dell'emittente locale Studio100

Un uomo armato di una pistola giocattolo è entrato questo pomeriggio, poco dopo le due, nello studio dell'emittente locale tarantina Studio100, interrompendo il telegiornale.

L'irruzione è avvenuta mentre la giornalista Rosalba De Giorgi leggeva le notizie del giorno. L'uomo ha interrotto il telegiornale e ha iniziato a leggere un comunicato lungo qualche pagina, affermando di essere figlio di Dio, di sentire delle presenza demoniache e che presto darà alle stampe un libro in cui parlerà della situazione che sta vivendo.

La giornalista, che ha mantenuto il sangue freddo, ha permesso all'uomo di leggere il suo comunicato. Intanto la regia ha mandato in onda la pubblicità, interrompendo la diretta. L'intruso, un pregiudicato 52enne, è stato poi arrestato. È accusato di violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti
Ritratto di Nanuq

Nanuq

Mar, 28/10/2014 - 21:59

Mettetegli in testa una vapolosa e scarmigliata parrucca sale e pepe, chi rappresenterebbe alla perfezione? A chi indovina verrà invitato alla prossima al circo massimo.

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 29/10/2014 - 06:05

Qualcuno pensava che bastasse chiudere i manicomi perche' i pazzi guarissero.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 29/10/2014 - 10:03

È proprio vero che nel sud dell`Italia, la gente si fà notare per bene, O SONO IMPIEGATI NELLE ALTE CASTE STATALI, O SONO DELINQUENTI, COMUNQUE TRA IL PRIMO E IL SECONDO, È TUTTA UNA PASTA !!!