"Ero davvero senza voce, non sono scappata da Putin"

La Muti condannata per truffa e falso: "Non ho truffato nessuno". E assicura: "Confido sempre nella giustizia"

Ornella Muti è stata condannata per truffa e falso. Ora dice di essere "scioccata". Ma i giudici di Pordenone l'hanno ritenuta colpevole di aver convinto un medico a firmare un certificato medico falso per saltare uno spettacolo. "Non ho truffato nessuno - si difende l'attrice - ero senza voce e non sono ansata in Russia".

Nel 2010 Ornella Muti avrebbe dovuto esibirsi al teatro Verdi di Pordenone. All'ultimo momento, però, non si presentò a causa di problemi di salute. Secondo l'accusa, però, l'attrice avrebbe finto una indisposizione per volare in Russia a una cena con il presidente Vladimir Putin.

"Sono completamente scioccata da questa sentenza - si difende la Muti - sono stata quasi cinque anni fa in Russia per un evento di beneficenza". L'attrice assicura di aver avuto un problema di abbassamento di voce: "Non mi ha permesso di recitare e mi ero resa disponibile a recuperare lo spettacolo. Io non ho mai preso 25000 euro di anticipo visto che il contratto non era a mio nome e non ne conoscevo affatto il contenuto". Ora la Muti non può che augurarsi di chiarire nel processo d'appello: "Confido sempre nella giustizia".

Commenti

Alessio2012

Sab, 28/02/2015 - 12:35

Questi giudici condannano per dispetto, per invidia di chi è meglio di loro.