Escort, alcol e droga: ecco la pazza vita dei giovani principi arabi

Rampolli aristocratici di Paesi che vietano tutto (o quasi) ai propri sudditi, i principi degli Stati degli Stati arabi si abbandonano ad ogni tipo di eccessi

Rashid, primogenito del'emiro di Dubai Sheikh Mohammed

Si parla tanto di Arabia Saudita, dopo le 47 esecuzioni portate a termine pochi giorni fa in ottemperanza alle severissime leggi dello Stato del Golfo.

Ma se per i normali cittadini sauditi (e per quelli che si trovano a passare per quel Paese) vigono misure draconiane che spesso costano anche la vita a chi le infrange, come stanno le cose per i principi della famiglia reale di Riad? E per gli aristocratici rampolli degli altri Stati dell'area, dagli Emirati al Qatar al Bahrein?

Il rispetto della sharia imposto ai comuni cittadini - ma forse sarebbe meglio dire sudditi - sembra essere un optional quando si tratta dei potenti. Questa è almeno la versione del quotidiano torinese La Stampa, che ieri dedicava un'inchiesta di Francesca Paci proprio alla vita sfrenata condotta dai giovani (e ricchissimi) principi islamici.

Che appena escono dai confini dei propri Paesi si danno alla pazza gioia, concedendosi eccessi che spesso e volentieri fanno notizia: escort, droga, gioco d'azzardo, automobili di lusso e festini orgiastici. Il quadro che ne emerge farebbe impallidire anche gli imam meno conservatori.

C'è il caso del giovane reale saudita Majed Abdulaziz al Saud, accusato di molestie sessuali dalla polizia di Los Angeles, e la vicenda del 33enne Rashid, primogenito dell'emiratino Sheikh Mohammed, morto a settembre, ufficialmente per un attacco cardiaco e ufficiosamente per la cocaina di cui avrebbe abusato.

Ci sono le cronache che arrivano dalla California, da Londra e dalla Costa Azzurra, dove i miliardari arabi sciamano durante l'estate e si fanno riconoscere per i festeggiamenti eccentrici e certamente poco sobri. Qatar Airways, tanto per dirne una, dedica ogni anno alcuni voli solamente al trasporto dei veicoli di lusso che, giustamente, devono fare la spola tra il Golfo Arabo e l'Europa perché allo sfarzoso stile di vita dei loro proprietari non manchi proprio nulla anche in "trasferta".

C'è poi tutto il mercato delle escort, spesso minorenni, che sarebbero in vendita nei nightclub alla periferia di Damasco, in Siria. Qui i principi sauditi verrebbero a scegliere le proprie concubine tra le ragazze siriane vendute dalla proprie famiglie in fuga dalla guerra. Un comportamento - come del resto il consumo di alcol e il gioco d'azzardo - vietato dal Corano e assolutamente proibito in patria, ai propri sudditi.

Annunci

Commenti

Aegnor

Lun, 04/01/2016 - 12:36

Che differenza c'è tra il loro popolo e noi governati da Fantozzi & C?

Ritratto di sitten

sitten

Lun, 04/01/2016 - 13:06

Mi chiedo se la compagna Boldrini è d'accordo.

ilbelga

Lun, 04/01/2016 - 13:12

e Maometto cosa ne pensa?

trap58

Lun, 04/01/2016 - 13:21

Allah e grande, ma il suo popolo e piccolo.

Ritratto di cruciax

cruciax

Lun, 04/01/2016 - 13:21

Escort, gioco d'azzardo, alcol e droga quindi in tutto e per tutto uguale ai rampolli del nostro paese "a radici cristiano cattoliche"

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 04/01/2016 - 13:25

Ma quale Sharia e Sharia... Ve l'ho detto! Esco puntualmente con uno sceicco (che si è fatto pure la nostra bellissima... lasciam perdere che è meglio) comunque si beve, ha sempre delle gnocche da urlo che orbitano attorno e cambia una donna ogni mese questo. Ma va... quelle sono cose da ignoranti, un po' come chi va a pregare e chiedere la benedizione dai preti (anche se tra cristiani e mussulmani ce ne corre).

ziobeppe1951

Lun, 04/01/2016 - 13:57

Cruciax...13.21 l'unica differenza è che i cristiano cattolici non hanno la sharia ma il perdono divino, x loro la pena di morte

elalca

Lun, 04/01/2016 - 13:59

cruciax: e allora? concluda la frase......

Maver

Lun, 04/01/2016 - 14:12

Ma non sono le potenze del Golfo a fungere da portabandiera del Wahhabismo (forma rigidissima di islam sunnita), caparbiamente fedele all'interpretazione letterale del Corano? Con tutti i suoi difetti la "depravata Europa" (ancor più del più generico Occidente) ha operato su di se un'autocritica impietosa (al limite dell'autolesionismo) che rimane un unicum (mai più imitato) nel panorama delle civiltà. Non solo il mondo arabo, ma India, Cina..., chi, non ostenta "impalcature di facciata"?

elpaso21

Lun, 04/01/2016 - 14:20

E' una sharia "a senso unico".

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 04/01/2016 - 14:29

ALLA FACCIA DEI COGL.....I BUONISTI ,E DEI POPOLI DEL MONDO CHE LI MANTENGONO PER FARE LA BELLA VITA

venco

Lun, 04/01/2016 - 15:00

La sharia la impongono agli altri, l'islam è mafia, è mafia dove comanda il più forte, cioe il più cattivo.

Ritratto di pascariello

pascariello

Lun, 04/01/2016 - 15:17

Questa massa di beduini invece di coprirla di miliardi per il petrolio bisognava bombardarla e sterminarli tutti quando erano solo dei pezzenti e sfruttarli come saggiamente facevano i nostri antenati ai tempi dell' impero Romano e invece finirà che diventeremo noi schiavi delle loro leggi assurde grazie ai denari che gli abbimo dato !

Mapagolio

Lun, 04/01/2016 - 15:24

A parte rarissimi casi tutti i religiosi di qualsiasi credo ,sono soggetti a pulsioni tutti nessuno escluso, e' la legge universale della procreazione che domina gli esseri viventi. Il problema e' il popolino che crede a tutte le balle che gli raccontano.

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 04/01/2016 - 15:36

molti anni fa´, avevo degli amici a DUBAI ( di un certo alto livello ) quando passacvano da Roma (ciampino ) con il modesto FALCON 50 ...provvedevoa fornirli di ottima GRAPPA ed a casa acena non mancavano succulenti bracciole di maiale , salsicce alla griglia con ottimo vino rosso , per me erano veri amici non so per i confratelli musulmani,

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 04/01/2016 - 15:40

Tutto regolare, anche quelli dell'isis sono drogati, bevono e stuprano. Questo è l'insegnamento dell'islam, un branco di incivili.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 04/01/2016 - 15:57

Sono come (e peggio) i cattocomunisti che,al riparo della loro ideologia (a senso unico solo per i sudditi-schiavi) fanno i loro porci (è il caso di dirlo) comodi perché per loro la Sharia non vale come per i comunisti i poveri ed emarginati devono essere gli altri.Stesso copione,cambia solo lo spartito.

01Claude45

Lun, 04/01/2016 - 17:14

In questo campo arrivate con 30 anni minimo di ritardo. L'han sempre fatto. Anche in occidente chi ha soldi fa ciò che è proibito al popolino.

19gig50

Lun, 04/01/2016 - 17:28

La sharia vale solo per gli stupidi che credono alle favole.

montenotte

Lun, 04/01/2016 - 17:45

Come il verbo dei compagni: "FAI QUELLO CHE TI DICO, MA NON FARE QUELLO CHE FACCIO".

Anonimo (non verificato)

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 04/01/2016 - 19:27

navigatore 15:36 – Anche molti anni fa, stavamo attraversando il Canale di Suez di notte ed era arrivata l'ora di dare uno spuntino al Pilota. Chiamo il marinaio e gli dico di preparare dei panini facendo attenzione a non mettere prosciutto/salame. Il Pilota mi si avvicina e, con un sorriso complice, mi sussurra : "Signor Ufficiale, tu hai visto che sono tre di notte ? A questa ora Allah dorme; Jalla-jalla (dai, dai / presto, presto), manda buono prosciutto italiano".

Giovanmario

Lun, 04/01/2016 - 19:47

e chiamala pazza.. i pazzi siamo noi che ci facciamo imbonire dai tg della rai per convincerci a credere che tutte le kakarelle che ci mesce ogni giorno il pifferaio magico siano in realtà delle deliziose minestre di farro.. mi sa tanto che sta cominciando pure a portare sfiga.. toccaferro!

Nano Ghiacciato

Lun, 04/01/2016 - 20:58

i veri nemici dell'occidente, le monarchie islamiche assolutiste del golfo/petrolio. quando bombarderemo loro (e ci fotteremo il loro petrolio alla faccia zozza loro) invece che siriani, iracheni o libici, avremo meglio utilizzato i nostri assetts

Ritratto di gian td5

gian td5

Lun, 04/01/2016 - 21:24

Anche le rampolle non sono da meno, ricordo che sul volo Roma/Gedda a volte salivano procaci fanciulle arabe, i cui vestiti in estate erano ridotti ai minimi termini, tutte però al momento della compilazione dei documenti di sbarco sparivano sommerse da paludamenti neri che lasciavano scoperti solo gli occhi.

MgK457

Lun, 04/01/2016 - 23:42

MALEDETTI IPOCRITI.

Malacappa

Mar, 05/01/2016 - 04:19

Ma guarda te,chi l'avrebbe mai detto, il profeta, allah cosa diranno,falsi ipocriti questi rampolli la vita e' bella quindi dacci dentro alla faccia del corano.

Ritratto di mircea69

mircea69

Mar, 05/01/2016 - 07:22

Questi arabi non sono assolutamente dei santi. Fanno tutto quello che la loro religione proibisce. Me lo ha riferito un'amica che faceva la hostess per la Qatar Airlines e ha vissuto a Doha per parecchi anni. In questo non sono diversi da noi cristiani.