Esplosivo in un libro, due arresti a Roma

Un 31enne e un 36 in manette dopo aver eluso un posto di blocco. Nel borsone anche diverse armi da taglio, inneschi e finte bombe a mano

Hanno avuto una bella sorpresa i poliziotti che a Roma hanno arrestato due uomini (31 e 36 anni), che giravano per la capitale con un borsone carico di coltelli, taglierini, componenti di armi da guerra, inneschi e finte bombe a mano.

I due avevano persino dell'esplosivo nascosto in una guida turistica del Touring Club: si tratta di un ordigno rudimentale fortunatamente ancora inefficace perché privo di sostanza detonante. La scoperta è avvenuta dopo che hanno tentanto di sfuggire a un posto di blocco in via Casilina e finendo per essere inseguiti dagli agenti. Ora dovranno rispondere del reato di detenzione di parti di arma da guerra. Nelle loro abitazioni, gli agenti hanno anche trovato una pianta di marijuana. I due, già noti alle forze dell'ordine, non sono comunque legati direttamente ad ambienti terroristici, ma è possibile che fossero "corrieri" per il trasporto di armi.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 03/07/2013 - 12:18

E poi dicono che i terroristi non sono asini. Questi qui almeno il libro l'avevano aperto. Sarebbe interessante conoscere il titolo del libro. Forse era un libro di Saviano.

biricc

Mer, 03/07/2013 - 16:49

Gianfranco Robe sei forte.