"Esselunga non è in vendita" Dai Caprotti lo stop ai cinesi

Smentita da parte di Esselunga la trattativa per la cessione della catena di supermercati ai cinesi: "Il gruppo non è in vendita"

"In relazione ai recenti articoli di stampa, desideriamo precisare a tutti voi che l’azienda non è in vendita". È il breve testo di una nota interna, firmata da Giuliana e Marina Caprotti, indirizzata a dirigenti, quadri e dipendenti del gruppo Esselunga. Marina, che con la madre Giuliana, possiede il 70% della società dichiara quindi ai suoi dipendenti la sua volontà di non voler vendere la società fondata da Bernardo Caprotti, in seguito alle notizie di stampa sull’offerta da 7,3 miliardi dei cinesi di Yida International Investment. Un’offerta che resterà valida fino al 7 luglio prossimo.

Secondo alcune indiscrezioni la presunta trattativa sarebbe nata grazie alla mediazione tutta italiana di Gigi Martini, storico giocatore della Lazio, ex presidente dell'Enav e amico intimo di mister Yida Zhang, e di Giulio Malgara, fondatore dell'Auditel, imprenditore attivo nella comunicazione e amico della famiglia Caprotti. Una mediazione fondata sui rapporti personali più che su incarichi formali, che avrebbe facilitato il percorso verso l'offerta. Martini e Malgara avrebbero avuto l'idea di avvicinare le parti e verificare la fattibilità dell'operazione, vista la disponibilità del magnate cinese a investire in Italia. Le premesse sarebbero state poste durante un recente viaggio di Yida Zhang nel nostro Paese. Ma adesso la nota della famiglia Caprotti ha chiuso ogni margine di trattativa. Esselunga resta italiana.

Commenti
Ritratto di nando49

nando49

Ven, 16/06/2017 - 17:57

Meno male!! Questo "paese" è in svendita e i cinesi hanno e faranno man bassa di tutto ciò che riguarda il commercio. Ipotizzo un predominio "economico" cinese e un predominio islamico per la nostra vita quotidiana. Gli italiani sono destinati a soccombere e scomparire.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 16/06/2017 - 18:19

BENEEEE!!!!

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 16/06/2017 - 18:23

Gli ultimi veri italiani rimasti.

Gianca59

Ven, 16/06/2017 - 18:23

Per fortuna, ero già pronto a cambiare supermercato ....

giancristi

Ven, 16/06/2017 - 19:15

Esselunga macina profitti. Perché venderla? I Caprotti sono una famiglia seria!

Epietro

Sab, 17/06/2017 - 09:48

Ma questi Caprotti dovrebbero governare l'Italia non la sola Esselunga e tutto andrebbe molto meglio.