Europei, scontri a Marsiglia fra ultras e polizia

Duecento tifosi inglesi si sono affrontati con ultras francesi e polizia intorno al porto vecchio. Sabato si giocherà Russia-Inghilterra: timore per il rischio attentati

Gli Europei di Francia si aprono con un'ondata di scontri fra polizia e ultras.

Ieri sera a Marsiglia, dove sabato si giocherà la partita fra Inghilterra e Russia, circa duecento tifosi inglesi si sono scontrati con alcuni ultras locali intorno ad un pub. Quindi, racconta il quotidiano parigino Le Monde, per disperdere l'assembramento di hooligans sono dovuti intervenire gli uomini delle forze dell'ordine, che non hanno esitato ad impiegare i gas lacrimogeni.

Dai tifosi inglesi ubriachi, ad un certo punto, è partito anche il coro - inedito - "Isis dove sei?"

Nella zona del porto vecchio inglesi e francesi si erano affrontati a colpi di bottiglie, sedie e bombe carta. Due persone sono state arrestate. Per l'intero torneo sono attesi in Francia fra i 300mila e i 500mila tifosi inglesi, distribuiti nelle varie città dove giocherà la nazionale dei tre leoni.

L'incubo degli attentati agli Europei

La gara di sabato sera al Velodrome vedrà impiegati mille e cento agenti nell'area dello stadio e altri 650 in altre zone di Marsiglia. Oltre al rischio scontri, infatti, le autorità transalpine sono in stato di massima allerta anche per quanto riguarda l'allarme terrorismo. Alcuni esperti di sicurezza hanno anticipato infatti che proprio Russia-Inghilterra sarebbe una delle partite a maggior rischio attentati di tutti gli Europei.