Evade dai domiciliari per una pizza, 29enne nei guai

Ai domiciliari perché indiziato di furto e rapina, un 29enne nel Salernitano è stato pizzicato dai carabinieri all'uscita da una pizzeria

Evade dai domiciliari per una pizza, finisce nei guai un 29enne a Bellizzi, in provincia di Salerno. Scoperto e fermato dai carabinieri nella serata di ieri.

In teoria sarebbe dovuto restare a casa. Non per il caldo ma perché costretto a rimanerci da un provvedimento dei giudici che, a suo carico, avevano disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari perché indiziato del furto di una bicicletta e di una successiva rapina di un computer avvenute a pochi giorni di distanza l’uno dall’altra, nello scorso mese di maggio.

Eppure per quel 29enne salernitano la tentazione di una bella pizza, per allietare una lunga e interminabile serata estiva è stata troppo forte.

Così l'uomo è uscito di casa ed è andato in pizzeria. Tutto sembrava esser andato per il verso giusto. Gli restava, adesso, solo da tornare a casa e, finalmente, cenare. Ma per sua sfortuna s’è imbattuto in una pattuglia di carabinieri. L’uomo, di ritorno dal locale e con la pizza fumante tra le mani, s’è visto intimare l’alt dai tutori dell’ordine che lo avevano riconosciuto.

I militari lo hanno fermato in flagranza di reato e rispedito a casa, sempre ai domiciliari, in attesa del rito per direttissima a suo carico. Deve rispondere di evasione.