La ex di Amber Heard: "Gli abusi? Sciocchezze"

L'ex fidanzata di Amber Heard, Tasya Van Ree, interviene in sua difesa dopo le accuse di violenza domestica

Nuovo capitolo della struggente vicenda Johnny Depp-Amber Heard sugli abusi domestici: adesso la parola va all'ex fidanzata di lei, al secolo Tasya Van Ree, presunta vittima di violenze da parte della Heard.

Secondo un'esclusiva del sito di gossip TMZ, infatti, durante una furiosa lite avvenuta nel 2009 all'aeroporto Seattle-Tacoma International di Seattle (Washington), la bella attrice statunitense avrebbe colpito con rabbia la partner. L'episodio portò all'arresto della Heard, accusata di violenza domestica. Tuttavia il processo non venne mai concluso, in quanto il reato era stato commesso nello Stato di Washington, mentre le due amanti (che condividevano anche il cognome, tra l'altro), vivevano assieme in California.

Nonostante i tumultuosi trascorsi, la Van Ree ha deciso di pronunciarsi in favore dell'ex fidanzata, confidandosi a E!News:

"Nel 2009, Amber fu accusata ingiustamente per un incidente che fu mal interpretato e ingigantito da due persone potenti. Mi ricordi di atteggiamenti misogini nei nostri confronti, che divennero omofobi quando scoprirono che eravamo molto più che amiche. Le accuse caddero immediatamente, e Amber venne rilasciata subito dopo."

Bene, quindi per adesso conduce la Heard 2 a 1 rispetto a Depp. Chi si aggiudicherà il prossimo round?