Expo, l'autopsia sullo studente morto in hotel

L'autopsia sul corpo di Domenico Maurantonio non avrebbe rilevato nessun tipo di lesione incompatibile con una caduta accidentale

L’autopsia sul corpo di Domenico Maurantonio, lo studente padovano precipitato dal quinto piano dell’albergo alla periferia di Milano in cui alloggiava per partecipare a una gita di classe all’Expo, "non ha evidenziato nessun tipo di lesione incompatibile con la semplice caduta accidentale", cioè evidenti segni di colluttazione o coltellate o pugni. È quanto si apprende da fonti investigative.

Le ecchimosi trovate sul braccio del ragazzo saranno sottoposte a un esame approfondito nei prossimi giorni quando si saprà anche l’esito degli esami tossicologici, farmacologici e genetici disposti dal pubblico ministero Claudio Gittardi per capire se il 19enne avesse assunto alcol, droga, medicine o altro che possa averne alterato lo stato psichico e per capire se altre persone possano averlo spinto, lasciando tracce sul suo corpo.