"Se vince il No vince l'Italia. Poi le elezioni"

Berlusconi elenca tutti i rischi in caso di ok alla riforma: "Temo brogli, soprattutto all'estero"

No. Forte e chiaro. Per il presidente Silvio Berlusconi, impegnato in queste ore nell'ultimo miglio della campagna elettorale per il referendum costituzionale, «No» non è soltanto una parola. È un modo per dare all'Italia un futuro libero dalle manovre di palazzo e da un Parlamento di nominati voluto dal premier Matteo Renzi. Berlusconi nell'ultimo mese ha battuto tutti gli studi televisivi per parlare al maggior numero di cittadini e per spiegare perché questa riforma è lontanissima da quella che dieci anni fa aveva immaginato e a quella che proporrà già da lunedì se dovesse vincere il No.

Presidente Berlusconi, Renzi con la sua malizia ha detto che se vince il No ha vinto Grillo. È vero?

«Se vince il No ha vinto l'Italia. Non è uno slogan: la vittoria del No significa aprire la strada a un cambiamento vero, positivo per gli italiani. Il fatto che anche Grillo sia contrario a questa riforma è un'obiezione che è stata spesso avanzata, in questa campagna elettorale. Non ne capisco il senso. Dovremmo essere favorevoli a una riforma sbagliata soltanto perché non piace neppure a Grillo o a Magistratura democratica? Non sarebbe un atteggiamento serio né rispettoso degli interessi degli italiani. Fermo restando che le ragioni del nostro No e di quello dei grillini sono diverse. Il nostro è un No per aprire la strada a un cambiamento vero, non certo per lasciare le cose come stanno».

Se vince il No non si cambierà mai.

«Proprio il contrario. Se vincesse il Sì, con la pericolosa riforma di Renzi avremmo un uomo solo e un solo partito al comando, per chissà quanto tempo. Poiché la riforma di Renzi non porterebbe né maggiore efficienza, né minori costi, ma soltanto minore democrazia, sarebbe un cambiamento in peggio della situazione attuale, dal quale non potremo uscire per molto tempo».

Se vince il No finiremo nelle mani di nuovi Mario Monti?

«Perché mai? Questo è uno degli argomenti meno credibili fra quelli usati dal premier nella campagna referendaria. Se vince il No per il momento non cambia la maggioranza parlamentare, e quindi Renzi se vuole ha la possibilità di andare avanti. Certo, io sono convinto che dopo la vittoria del No vi sia la necessità di andare a votare al più presto, di ridare la parola agli italiani con una nuova legge elettorale, che io vorrei proporzionale. Credo sia giunto il momento, visto che l'ultimo governo scelto dai cittadini è stato il nostro, nel 2008, e da allora si sono susseguiti ben tre governi, da Monti a Renzi, nati da manovre di Palazzo. Non credo che se ridaremo la parola agli italiani sceglieranno di essere governati da un tecnico alla Monti e neppure da Grillo. L'Italia richiede soluzioni serie, credibili, moderate, senza avventure».

Se vince il No ci sarà un inciucio con Renzi?

«Scusi, direttore, se avessimo avuto quest'idea avremmo mantenuto il Patto del Nazareno. L'abbiamo rotto quando abbiamo capito che Renzi si stava cucendo un abito su misura per sé e per il Pd. Ma è un abito che non va bene agli italiani e va molto stretto alla democrazia. Non soltanto non abbiamo questi progetti, ma al contrario siamo convinti che dopo il fallimento del renzismo, e vista l'inconsistenza dei grillini come alternativa di governo, sia giunto il momento per noi di tornare ad essere i protagonisti, di offrire all'Italia un programma e un governo serio, credibile, con alla base i nostri valori cristiani e le nostre idee liberali e riformatrici. Un programma da affidare a una squadra che unisca l'esperienza alla novità, costituita per gran parte non da professionisti della politica, ma da persone che abbiano dimostrato nella vita professionale, nell'attività culturale o scientifica, nell'impresa o nel lavoro, quello che sono capaci di fare. In una parola, puntiamo a vincere, non certo a fare inciuci».

I cinque rischi se vince il Sì.

«Il rischio maggiore è quello di avere un uomo solo al comando, sgradito a cinque italiani su sei, qualcuno che vuole più potere di ogni altro leader dai tempi di Benito Mussolini. Sa chi l'ha scritto? Renato Brunetta? Matteo Salvini? No, l'ha scritto ieri il compassato Times, il giornale più autorevole del mondo. Rischiamo di trovarci in un sistema nel quale il centrodestra, pur vincendo le elezioni, non potrebbe mai governare. So che sembra incredibile ma è così. La riforma è costruita in modo tale che il controllo di uno dei due rami del Parlamento vada automaticamente al Pd, qualunque sia l'esito delle votazioni. Infatti la riforma, che non ha affatto abolito il Senato, ha tolto ai cittadini il potere di scegliere i senatori, per affidarlo alle regioni. Politici che scelgono altri politici, insomma. E poiché le regioni sono in grande maggioranza, 17 su 20, in mano alla sinistra, ecco che il Senato sarà in ogni caso a maggioranza del Pd, che avrà almeno 60 senatori su 95. Poiché il Senato ha molti poteri, potrà di fatto bloccare qualunque attività di un governo di centrodestra, che pure fosse stato scelto dagli italiani. Se invece, ed ecco la seconda ragione, vincesse Renzi, avrebbe in mano non solo il suo partito ma anche il governo, il Senato e la Camera dei deputati e potrebbe scegliersi il capo dello Stato e gli organi di garanzia, come la Corte costituzionale. Sarebbe il padrone dell'Italia e degli italiani. Per arrivare a questo, con la legge elettorale legata a questa riforma, l'Italicum, potrebbe bastargli ottenere il 30% dei voti validi. Il fatto è che il 30% dei voti corrisponde in realtà al 15% degli italiani visto che ormai e purtroppo metà degli elettori non vota, o vota scheda bianca. Tutto questo è assurdo, intollerabile, inconcepibile, inaccettabile in una democrazia. Ci sono poi degli aspetti meno clamorosi, ma non meno gravi».

«La riforma terzo motivo per votare No - crea una grande confusione di ruoli fra Stato e regioni: da un lato introduce un nuovo centralismo, allontanando così il livello delle decisioni dai cittadini e uccidendo ogni sogno federalista, dall'altro dà alle regioni, attraverso il Senato, un enorme potere anche su materie che con le regioni non hanno nulla a che vedere».

«La quarta ragione è che i poteri dei due rami del Parlamento non sono ben distinti, tanto è vero che con il nuovo ordinamento vi sarebbero ben 10 diversi modelli di procedimento legislativo applicabili. Altro che semplificazione e velocizzazione. Infine, ecco il quinto motivo: i risparmi sono irrilevanti, una vera presa in giro. Si risparmierebbero 50 milioni l'anno, che equivalgono a quanto lo Stato spende ogni mezz'ora, giorno e notte, 365 giorni l'anno. Non soltanto, ma anche questo piccolo risparmio verrebbe cancellato dal sistema elettorale a doppio turno insito nell'Italicum. I costi del turno di ballottaggio, anche votando ogni cinque anni, sarebbero superiori a quanto si è risparmiato nel quinquennio».

«Insomma, come scrive ancora il Times, agli italiani è stato chiesto di votare per una riforma irrilevante o pericolosa».

La prima cosa che farà se vince il No.

«Il primo atto sarà chiedere a tutte le forze politiche di sedersi intorno a un tavolo per scrivere una nuova legge elettorale proporzionale, condivisa da tutti e non lacerante per il Paese. L'obbiettivo è ridare la parola agli italiani, senza avventure, e in modo da far coincidere la maggioranza parlamentare con la maggioranza degli elettori».

Renzi dovrebbe andare avanti anche se sconfitto e se sì, con che mandato?

«Renzi si è impegnato ad andarsene in caso di sconfitta. In certi momenti ha parlato addirittura di abbandonare la politica. Vedremo cosa farà: mantenere le promesse non è proprio la sua specialità. In ogni caso, se lasciasse la politica un posto nel mondo dell'intrattenimento televisivo lo troverebbe senz'altro. In questo sarebbe davvero bravissimo. In ogni caso, Renzi o un altro, non credo che il governo dovrebbe fare molto altro che accompagnare la fase di riscrittura della legge elettorale. Garante di questa fase delicata sarà il presidente Mattarella, al quale spetta il potere di scioglimento delle Camere. Abbiamo piena fiducia nella sua saggezza e nella sua imparzialità».

Teme brogli?

«Sinceramente sì, soprattutto, ma non soltanto, per quanto riguarda il voto degli italiani all'estero. Se ne avessimo notizia concreta, interverremmo con decisione. Non permetteremo che chi imbroglia la passi liscia come è successo già troppe volte. Non si può accettare che gli italiani siano raggirati in una materia decisiva per il loro futuro».

Teme un Sì significativo tra l'elettorato del centrodestra?

«È l'illusione di Renzi, la sua unica speranza di vincere. Io credo che gli elettori di centrodestra sappiano leggere la riforma, e siano consapevoli che Renzi considera questo referendum come l'occasione per quella legittimazione popolare che non ha mai avuto dalle urne. I nostri elettori sanno che se vincesse il Sì il sistema di potere di Renzi si consoliderebbe. Non lo merita, visti i pessimi risultati fin qui ottenuti. È aumentata di molto la povertà, l'economia ristagna, la disoccupazione aumenta, non c'è vera sicurezza per nessuno è l'Italia è irrilevante in Europa e nella politica internazionale».

«E poi gli elettori di centrodestra non credo muoiano dalla voglia di votare come Romano Prodi ed Eugenio Scalfari, che sostengono questa riforma, quasi a simboleggiare che il Sì rappresenta il nuovo e il cambiamento, come sostiene Renzi».

Pensa che i rapporti con l'attuale premier siano irrimediabilmente compromessi?

«Non è questione di rapporti personali. Renzi aveva suscitato molte aspettative positive. Sembrava un innovatore. Invece ha dimostrato di essere l'ultimo prodotto della vecchia politica, un figlio della sinistra democristiana, un professionista della politica dedito, come tutti i suoi colleghi, alla vecchia logica dei giochi di potere».

Legge elettorale: si torna al proporzionale? In ogni caso? Perché e con che scopo?

«Il proporzionale oggi è l'unica legge elettorale adeguata alla realtà italiana. Le leggi elettorali non sono dogmi, non hanno un valore assoluto, sono strumenti per trasformare i voti dei cittadini in seggi al Parlamento. In passato, in una situazione diversa, ero favorevole a un sistema maggioritario. Questo accadeva quando l'Italia era sostanzialmente bipolare, e quindi chi vinceva le elezioni rappresentava il 50%, o poco meno, dei consensi. A quel punto un premio di maggioranza che consolidasse la maggioranza parlamentare era positivo, perché il vincitore delle elezioni rappresentava comunque la maggioranza dei cittadini».

«Ora l'Italia è divisa in tre poli. Questo significa che per vincere basta il 30% dei voti, che come abbiamo visto corrisponde al 15% degli italiani. Trasformare questo in una maggioranza parlamentare diventa una negazione della democrazia, una ragione in più perché i cittadini non si riconoscano nelle istituzioni. Solo un sistema proporzionale può ristabilire un corretto rapporto fra la maggioranza dei votanti e quella degli eletti, e permette quindi di avere un Parlamento e un governo che rappresentino gli italiani».

Per il centrodestra, se vincono i No, si apre una nuova prospettiva? Quale, con che formula?

«La prospettiva di governare il Paese con un programma credibile che abbiamo già concordato per il 95% con gli alleati del centrodestra. Un programma che si basa su tre chiodi fondamentali: meno tasse, meno tasse, meno tasse. Meno tasse sulle famiglie, meno tasse sulle imprese e lavoro, meno tasse sulla casa. E poi naturalmente meno burocrazia, meno Europa, almeno nell'attuale modello di Europa inefficiente e soffocante. Ed anche più sicurezza, più contrasto all'immigrazione clandestina, più giustizia giusta, più ruolo e più prestigio dell'Italia sul piano internazionale. Le formule sono un problema al quale non si può dare una risposta oggi, non sapendo neppure quale sarà la nuova legge elettorale. Posso solo dire che Lega Nord e Fratelli d'Italia credo siano consapevoli che senza un centrodestra unito il loro ruolo diventerebbe marginale e irrilevante».

«Si ridurrebbero in un angolo e non avrebbero mai la possibilità di governare».

Lei sarà in campo?

«Per ora sono qui. Me l'ha imposto il mio senso di responsabilità verso il mio Paese, verso tutti gli italiani che mi hanno sempre votato, verso i miei compagni di tante battaglie per la libertà».

Commenti

AH1A

Sab, 03/12/2016 - 08:28

E' evidente che SB vuole solo rientrare in gioco, con quali idee? L'esatto opposto di quelle che lo hanno fatto votare al popolo per 20 anni. Ora si magnifica il proporzionale tanto avverso prima, ricordate quando diceva: il voto ai piccoli partiti è inutile...? Game over, il CDX vota SI!

An_simo

Sab, 03/12/2016 - 08:30

Manca una domanda : perché ha votato due volte questa riforma essendo disposto ad attuarla e adesso se vince il Sì ci sarebbe questo diluvio ? Follia od opportunismo?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 03/12/2016 - 08:35

Solo la compagine di Frottolo e della figlia del signor Boschi può pensare di approvare questo referendum . Il referendum prova che Frottolo è un personaggio mediocre, un uomo senza qualità e senza alcun carisma, un venditore di pentole che ha la sua forza nel bussare a tutte le porte ma se gli apri la porta ti vien voglia di sbattergliela in faccia subito. E anche uno sciocco , se avesse inserito come prima norma una che tagliava del 50% lo stipendio a tutti i Parlamentari e ancorato lo stesso al salario dell'operaio metalmeccanico, avrebbe vinto a mani basse qualsiasi altra norma fosse stata inserita nel quesito referendario.

Ggerardo

Sab, 03/12/2016 - 08:42

Tanto Berlusconi lo conosciamo bene: quando vince e' tutto regolare. Quando perde e' colpa dei brogli. Adesso deve essere convinto di perdere, se gia' mette le mani avanti con i brogli. Pero' qualcuno dovrebbe dirgli che ormai dietro di lui c'e' solo una piccola percentuale di voti. E che non ci venga a parlare dell'alleanza con Alfano, Salvini e Meloni. Neanche Toti e Parisi stanno piu' con lui

Ggerardo

Sab, 03/12/2016 - 08:44

L'Italia richiede soluzioni serie, credibili, moderate, senza avventure, dice Berlusconi. Con chi le fa ? Con Salvini ?

Ggerardo

Sab, 03/12/2016 - 08:46

Berlusconi si lamenta che "le regioni sono in grande maggioranza, 17 su 20, in mano alla sinistra". Vuol dire che questo hanno scelto gli Italiani. O no ? E chi impedisce a Forza Italia di conquistare tutte le regioni che vuole alle prossime elezioni regionali ? A gia', sono rimasti in 4 gatti e neanche stanno con Berlusconi...

soldellavvenire

Sab, 03/12/2016 - 08:48

e in fretta, per favore, perché io ho ottant'anni

Ggerardo

Sab, 03/12/2016 - 08:48

"un programma credibile che abbiamo già concordato per il 95% con gli alleati del centrodestra" che ridere, questa e' la migliore. Allora Berlusconi vuole uscire dall'Europa come Salvini ?

Atlantico

Sab, 03/12/2016 - 08:56

E perde Mediaset .... E chi vuole ( o chi può ) capire, capisca :-)

elpaso21

Sab, 03/12/2016 - 08:56

"Il rischio maggiore è quello di avere un uomo solo al comando" e stiamo sicuri che non sarà mai Berlusconi in quanto lui fa solo alleanze con la sinistra.

dalo49

Sab, 03/12/2016 - 09:02

IN TANTI ANNI HO VISTO MOLTE CAMPAGNE ELETTORALI O REFERENDARIE , QUELLA APPENA CONCLUSA LA RITENGO LA PEGGIORE IN ASSOLTO , PER I TEMI TRATTATI , PER I MODI,PER LE MENZOGNE,MA SOPRATUTTO PER AVER DIVISO IL PAESE - RITENGO CHE OCCORRERANNO DUE GENERAZIONI PER RIPORTARE L ITALIA AI VECCHI SPLENDORI , QUESTO GOVERNO INSIEME AI PRECEDENTI HA FATTO DANNI PARI AD UNA GUERRA OLTRE CHE MATERIALI ANCHE UMANI- POVERTA' MAI RISCONTRATA COME ADESSO - INVASIONE DI IMMIGRATI AL PUNTO CHE NOI ITALIANI CI SENTIAMO OSPITI NEL NOSTRO PAESE , ODIO DI CLASSE ,ARROGANZA DELLA ATTUALE CLASSE POLITICA , POTERE NELLE MANI DI POCHI ..UN DISASTRO NAZIONALE .. NO-NO-NO-NO DOBBIAMO MANDARE A CASA QUESTI POLITICI ..

audionova

Sab, 03/12/2016 - 09:05

grazie caro silvio,del tuo programma non ne abbiamo bisogno,e' quello che ti tiri avanti da 20 anni e non lo hai realizzato.meno tasse hai sempre detto,dove?meno europa,repetita juvant,e non si e' visto niente,riforma magistratura,non si e' visto nulla,piu' lavoro,non si e' visto nulla,piu' sticchio per tutti,qui si e' visto qualcosa.caro sei anziano,vai a riposarti e a pensare alla tua mediasetche ha qualche problema,tieni presente che se vivendi e' disposta a pagare la penale vuol dire che premium e' una palla al piede.chissa se lo pubblicheranno.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 03/12/2016 - 09:13

Ieri hò visto il dibattito e mi sono meravigliato della faccia tosta di Renzi!!!Che nel parlamento ci sia corruzione, "ma ,finche i nostri parlamentari in carica, che si nascondono sotto le ali della DEMOCRAZIA ALL`ITALIANA, RIMARRANNO IN PARLAMENTO, QUESTA CORRUZIONE, SARÀ DIFFICILE DA ANNIENTARLA, PERCHE SONO LORO CHE HANNO CREATO LE MAFIE E LE HANNO FECONDATE,PORTANDOLE DENTRO IL PARLAMENTO"!!! Sapete darmi una spiegazione del perchè, che tutte le istituzioni sono alla pari dei paesi di terzo mondo e perchè non fanno nulla per toglie quella BUROCRAZIA che è nociva per il paese e per finire,"""MENTRE TUTTO IL NORD EUROPA STÀ CHIUDENDO I CONFINI PER I MIGRANTI, I MILITARI ITALINI E SOCI, LI VANNO A PRENDERE SULLE ACQUE LIBICHE, PER LASCIARLE POI LIBERE NEL PAESE COME FOSSERO DELLE IENE O DEGLI SCICALLI, PERCIÒ MOLTO PERICOLOSI E LA LEGGE NON FÀ NULLA PER CALMARE LE SITUAZIONE"""!!!

mareblu

Sab, 03/12/2016 - 09:16

dott. SALLUSTI ho notato leggendo da tanto "IL GIORNALE",e commendando spesso viri articoli, che non appena chiedevano finanziamenti i cosi' detti industriali, societa', associazioni varie , nonche' di alcune categorie gia' ben protette economicamente,"IL GIORNALE ", Se ne FA'PORTAVACE E DA AMPLIFICATORE.Al contrario invece quando si dove DARE VOCE O SPAZIO , ai poveri pensionati che vivono; con al di SOTTO DI MILLE EURO AL MESE lo stesso, dimostra una certa "ALLERGIA". e per la pubblicazione di ARTICOLI SULLA PROBLEMATICA E DI commendi postati di lettori , forse perche' non fanno parte delle categorie medio alte che costituiscono gran parte corpo elettorale del centro destra, chi le ha scritto e' uno che fatte tali considerazioni, questa volta ha cambiato idea e non va proprio a votare tanto per me Non Cambiera' Mai NIENTE.

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 03/12/2016 - 09:17

Fa accapponare la pelle Berlusconi, quando dice di votare NO alla riforma, sua figlia legittima, concepita nell'immondo amplesso del Nazareno col suo pupillo minorenne e minorato. Ovviamente la sua motivazione non ha nulla a che vedere con l'amore per la Costituzione Repubblicana che lui ha costantemente denigrato, violentato, insultato, per trent'anni e piu`(sissignori, da quando era ancora il protege' del suo compare d'anello morto latitante internazionale). Per inciso, da residente estero ho gia` votato. Ho votato NO. Non per far cadere Renzi (anche se sarebbe un bel bonus aggiuntivo), ma perche' la riforma e` un obbrobrio.

PAOLINA2

Sab, 03/12/2016 - 09:26

Ancora una volta ha sbagliato il titolo del suo articolo:SE VINCE IL SI' VINCE L'ITALIA, Berlusconi parla di senso di responsabilita'verso il paese, ma sta' delirando, l'ha portato alla catastrofe in 10 anni, ha lasciato macerie in ogni angolo che ancora oggi facciamo fatica a raccogliere.Buona fortuna.

maxfan74

Sab, 03/12/2016 - 09:38

Gli italiani diranno NO.

CarloColombo

Sab, 03/12/2016 - 09:40

Voterò si, per il semplice motivo che è l'unica possibilità di cambiamento. Se la riforma sarà valida avrò fatto bene, se sarà una boiata meglio. Ma chissenefrega. In Italia c'è una casta che vuole che tutto rimanga immutabile, ebbasta. Cambiate qualcosa, anche coi piedi, ma fatelo.

elpaso21

Sab, 03/12/2016 - 09:47

Fate vincere il no e il massimo che potrà succedere sarà avere un nuovo Governo Monti.

jenab

Sab, 03/12/2016 - 09:48

inguardabile!!! la solita montagna di balle che solo un credulore si può bere. Il NO di berlusconi ti convince a votare SI. Se avesse un 30% di voti gli andrebbe benissimo questa riforma e non sarebbe più una dittatura.

elpaso21

Sab, 03/12/2016 - 09:49

"Se vincesse il Sì, con la pericolosa riforma di Renzi avremmo un uomo solo e un solo partito al comando" che non sarà mai Berlusconi in quanto lui è perdente e fa solo alleanze col PD.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 03/12/2016 - 09:49

Pienamente in accordo con berlusconi per il no,perchè questi eroi del governo dopo aver preso tutte le cariche disponibili,vorrebbero accaparrarsi anche tutte le altre a mo di dittatura travestita da democrazia.Infatti dove vige il komunismo nella sigla del partito c'è sempre DEMOCRATICO.Spero comunque sia la sua ultima fatica parlamentare e poi si dedichi alle sue attività e si goda una meritata pensione.

avallerosa

Sab, 03/12/2016 - 09:52

Quando si vuole essere ottusi proprio non c'è niente da fare.Egregio! Sniper se questa rifora fosse figlia figlia di Berlusconi le pare che lo stesso avrebbe lasciato il nazareno?Guardi che chi ha sempre denigrato,violentato,insultato è stato il suo amico napolitano che non l'ha mai osservata ed era proprio lui che la voleva cambiare in questo modo,la riforma che doveva cambiare c'è stata nel 2006 ed era diversa.L'unica cosa giusta che dice è il voto NO a questo obbrobrio ed io aggiungo anche a chi lìha fatta e voluta.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/12/2016 - 09:54

Luciano Fontana scrive sul Corriere della Sera: "Qualunque sia l’esito della consultazione, da lunedì c’è un clima politico da ricostruire, una razionalità da recuperare e priorità da ritrovare. Non possiamo affondare il Paese per colpa dei conflitti della politica" ... Questa la superficialitá, la banalitá e l´ignoranza di chi oggi fa "cultura" in Italia ... Meschini burocrati avvinghiati alla stupiditá del proprio egoismo non possono capire che l´Italia é irrecuperabilmente marcia ... I media spagnoli dicono che sará Grillo a cacciare via l´Italia dall´Europa ... Grazie Grillo, da tutti gli Italiani espatriati in Europa che solo chiedono una rottura netta con il fetore della fogna, patria della mafia e del fascismo nel mondo... (I sudici vigliacchi fascisti di Il Giornale censurano - Non possono fare altrimenti)

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/12/2016 - 10:02

Luciano Fontana scrive sul Corriere della Sera: "Qualunque sia l’esito della consultazione, da lunedì c’è un clima politico da ricostruire, una razionalità da recuperare e priorità da ritrovare. Non possiamo affondare il Paese per colpa dei conflitti della politica" ... Questa la superficialitá, la banalitá e l´ignoranza di chi oggi fa "cultura" in Italia ... Meschini burocrati avvinghiati alla stupiditá del proprio egoismo non possono capire che l´Italia é irrecuperabilmente marcia ... I media spagnoli dicono che sará Grillo a cacciare via l´Italia dall´Europa ... Grazie Grillo, da tutti gli Italiani espatriati in Europa che solo chiedono una rottura netta con il fetore della fogna, patria della mafia e del fascismo nel mondo. (I sudici fascisti di Il Giornale censurano - Con le loro zucche non potrebbero fare altrimenti)

Ritratto di italiota

italiota

Sab, 03/12/2016 - 10:03

più leggo "ilGiornale" e più mi vien voglia di votare "Berlusconi for president", chissà come mai...

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 03/12/2016 - 10:03

Sommessamente ricordiamo che Lui questa riforma l'ha votata in prima e in seconda lettura. A tutto c'è un limite, cribbio !!!!!!!!!!!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 03/12/2016 - 10:08

INTERVENTO STORICO dello statista SILVIO BERLUSCONI. Va diffuso, ogni lettore si impegni a trasmetterlo e darne la massima diffusione possibile. La satura morale, gli elevati concetti politici, etici e morali espressi in questo alto intervento convinceranno tutto coloro che lo leggeranno. Meno male che SILVIO c'è!

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 10:25

Berlusconi lui teme i brogli .OK. Se vince il No è per i brogli. Non hai portato un asola ragione per il no. Tu ha detto che la riforma l'avresti votata se non saltava il Nazzareno. Ex cavaliere sei scandalosamente senza ritegno. Tu hai scritto questa riforma ,l'hai esaltate l'hai approvata in Senato e hai ricusato tutto solo perchè è stato eletto Mattarella uomo integerrimo e contrario alla mafia e ai mafiosi. Penoso per il paese e per le persone con contenuto nel cranio. Ora addirittura torna al proporzionale che ha dipinto per 20 anni come la causa prima dell'ingovernabilità e dei mali del paese. Cosa non si fa per rientrare in giuoco. Il Paese può ancora attendere vero?

audionova

Sab, 03/12/2016 - 10:39

non ha piu' nessuna vergogna,o forse non si ricorda.

tzilighelta

Sab, 03/12/2016 - 10:43

Niente da fare, neanche B. riesce a convincermi che è meglio votare No, zero, nulla, il vuoto totale, il fronte del No sbraita come una vecchia megera che non vuole mollare l'osso! Ci vuole un'onda hawaiana che spazzi via tutta l'accozzaglia per sempre! Si può fa re

baio57

Sab, 03/12/2016 - 10:58

@ perSilvio46 - Non è che potresti modificare il tuo usus scribendi ? Ormai ti hanno sgamato tutti, la parodia del Berlusconiano devoto è ormai obsoleta. Non fa più ridere.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 03/12/2016 - 10:59

#Sniper - 09:17 Complimenti per la scelta. Nella speranza che il tuo NO, durante il volo per l'Italia, non venga tramutato in un bel SI'. I kompagni, si sa, sono specialisti in queste magie.

baio57

Sab, 03/12/2016 - 11:17

@ tzilighelta - Ho sempre pensato fossi uno della sinistra estrema o in subordine, un grillino . Mi sbagliavo, sei un kattokomunista un po' demokristiano ,sembri appena uscito dalla Leopolda .

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 03/12/2016 - 11:18

@ CarloColombo, ed a chi voterà a favore, se vince il si certo che l'Italia cambierà, solo che sarà, molto ma molto peggio. Anche tagliarsi gli Zebedei è un cambiamento visto che ragiona cosi. De Gustibus, ma io agli Zebedei ed al futuro dei miei figli ci tengo.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 03/12/2016 - 11:29

Ero indeciso, dopo aver letto l'articolo voterò sicuramente Sì , con questo articolo mi avete convinto al 100%.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 11:32

A proposito di brogli ex cavaliere non permetto che lei mi offenda. La invito formalmente al mitico seggio 36 di Bergamo, dove svolgerò le funzioni di segretario per 104 euro, con la mia grade prof. come presidente. Venga non bari e si renderà conto. Lei non offende migliaia di persone a sproposito, individuo diversamente alto. Poi se se la sente mi guardi negli occhi. Il mio sguardo certamente non si abbasserà, per la vergogna il suo forse si se avrà un minimo di dignità . C'è un limite a tutto ex cavaliere, a tutto anche per lei non lo dimentichi bullo da quartiere

Ritratto di Shard

Anonimo (non verificato)

clandestino48

Sab, 03/12/2016 - 11:56

PAOLINA2, se Berlusconi avrebbe lasciato disastri in tutta l'Italia, il "suo governo che starebbe riparando i danni" come mai ha creato un buco da 22 miliardi senza che a noi sia venuto niente di meglio rispetto dal governo Berlusconi? Anzi ci sono state tolte molte cose.

robytopy

Sab, 03/12/2016 - 12:00

ma non sarebbe tanto più bello fare il nonno ? Sicuramente molto più interessante che avere a che fare con Salvini, Meloni & Co

robytopy

Sab, 03/12/2016 - 12:02

in cabina elettorale lanciamo, questa volta, l' euro o centesimi. Però se vince il no la prossima volta lanceremo 50 o 100 lire.

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Sab, 03/12/2016 - 12:06

Quanto scritto nella maggioranza dei post pubblicati suona come un "De Profundis" per Berlusconi, il popolo di centrodestra ha, alla fine, rigettato colui che lo ha portato al punto più basso in quanto a etica, principi morali e idee liberali e moderne, riempiendolo di politicanti di mestiere a lui asserviti al solo scopo di utilizzare il CD pro domo sua.

robytopy

Sab, 03/12/2016 - 12:06

se vince il no ecco le alternative: di nuovo Renzi Renzi-Silvio-Alfano-Verdini Silvio-Alfano-Salvini-Meloni-Verdini Bersani-Cuperlo-Berlusconi governo tecnico con chi ? 5 stelle con chi ? spread a 1000 ! e poi Grillo, DiBattista &co tutte le sere mettono un cero alla Madonna- Ti prego facci la grazia di non arrivare mai al 51%-

robytopy

Sab, 03/12/2016 - 12:12

ma come si fa noi comuni cittadini, scagli la prima pietra chi ha letto tutta la costituzione vecchia e quella nuova, a scegliere per il si o per il no, se tra i personaggi competenti in materia (non quelli che sono apparsi negli ultimi tempi dalla mattina alla notte nei talkpollai) alcune si esprimono per il si altre per il no. E' evidente che nella nuova riforma ci sono cose buone e altre no.E allora ?

robytopy

Sab, 03/12/2016 - 12:13

La più Bella(?) Costituzione del mondo ( tanto bella che non viene nemmeno insegnate nelle scuole) cambiata dal 4% di italiani. Perchè ? Forse la percentuale di votanti sarà poco più del 50%. Sicuramente il 10% voterà scheda bianca. Si arriva al 45%. Il No o il Si vincerà con uno scarto di 3 o 4 punti. Quindi il Si o il No prevarrà con un 24 a 21. Di questo 24 % la metà di elettori avrà votato non sul quesito referendario , ma su Renzi . Si arriva al 12% Di questo 12% solo un terzo (ma forse troppo ottimismo) avrà letto la vecchia costituzione e la nuova. Ecco come si arriva al 4%.

Tuvok

Sab, 03/12/2016 - 12:14

Uno dei motivi principali per cui voto NO è l’attribuzione al SENATO di un RUOLO EUROPEO previsto dal nuovo art. 55 cioè un RUOLO di RACCORDO tra lo Stato e l’UNIONE EUROPEA, e di ATTUAZIONE degi ATTI NORMATIVI E POLITICHE dell’UNIONE EUROPEA. Uscire dalla UE diventerà ancora più INCOSTITUZIONALE, perchè se prima bastava modificare l’art. 75 che ci impedisce di votare in materia internazionale, se passa la riforma si dovrà anche procedere alla revisione del nuovo art. 55. Se anche fossi all 1000x100 favorevole alla permanenza dell’Italia nella UE VOTEREI comunque NO perchè il fatto che un aspetto così CRUCIALE non sia stato evidenziato ma sia stato infilato “sottobanco”, nascosto SOTTO tonnellate di ciarpame costituito da falsi risparmi, è una vera e propria TRUFFA ai danni degli ELETTORI.

ego

Sab, 03/12/2016 - 12:16

Spiace constatarlo, ma Berlusconi è in clamorosa contraddizione con se stesso. Prima contribuisce a scrivere e a votare per ben due volte questa riforma in Parlamento, ora la avversa fieramente.Prima aveva fatto lui stesso una riforma con caratteristiche di accentuato presidenzialismo, ora afferma che la riforma di Renzi ci porta alla dittatura. Cari giornalisti se volete rendere un buon servizio al Cavaliere consigliatelo di ritornare sui suoi passi, altrimenti si potrà considerare politicamente e definitivamente finito.

TheSchef

Sab, 03/12/2016 - 12:30

hai 80 anni , vai a fare qualcos'altro

Ggerardo

Sab, 03/12/2016 - 12:35

Berlusconi dice che ha votato la riforma perche' non aveva capito, poi ha capito e ha cambiato idea. Aspettando che i suoi neuroni si rimettano in funzione, magari capisce ancora una volta e cambia idea di nuovo

pinux3

Sab, 03/12/2016 - 12:37

@Dalo49...Il punto è che se voti "NONONONO" NON MANDI A CASA PROPRIO NESSUNO, nemmeno i quasi mille parlamentari...

ego

Sab, 03/12/2016 - 12:49

Anche se questa UE non mi piace, credo che sarà impossibile uscirne se non al prezzo di una catastrofe economico-finanziaria. La ns. liretta non è come la sterlina che pure dalla "brexit"ha subito un notevole contraccolpo.Immagini cosa succederebbe alla ns.liretta:svalutazione pazzesca,tassi alle stelle, debito pubblico (e privato) fuori controllo etc.Meglio puntare (e sperare), col tempo, ad una seria riforma di questa Europa. Io voterò si alla riforma. Saluti.

pinux3

Sab, 03/12/2016 - 12:49

@riflessiva...Aggiungiamo che la riforma l'ha "ricusata" perché non è stato eletto AMATO, quello che stando a quanto scritto dai suoi "seguaci" avrebbe rapinato i c/c degli italiani e godrebbe di tremila pensioni...

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 03/12/2016 - 12:52

riflessiva, 11.32, non si offenda. LUI è abituato a imbrogliare (vedi Lentini, per cui è stato condannato in primo grado, sottratto alla Juventus a suon di fondi neri) e a corrompere (vedi Di Gregorio che ha confessato di essere stato corrotto per due milioni di euro). Agendo in questo modo è normale che si aspetti che gli altri agiscano nel suo stesso modus operandi. Gli sembra inammissibile che al mondo ci siano persone oneste .....

pinux3

Sab, 03/12/2016 - 12:59

@perSilvio46..."statura morale" di B.? Ah, scusa, dimenticavo che sei un comico...

fj

Sab, 03/12/2016 - 13:14

Che delusione vedere Berlusconi cadere cosi' in basso. Un uomo rispettab ile per essersi sempre distinto per essere pacato, rispettoso degli avversari, un moderato, un liberale di centro. Non ha mai screditato gli avversari politici, mentre gli altri lo offendevano, gli preparavano le trappole in cui farlo cadere. Ha sempre perdonato tutti. E adesso lo vediamo li' dire le stesse fesserie che dice Grillo.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 13:16

@persilvio46- Scusi ma la lingua non l'ha ancora consumata forza di leccargli la prostata? A tutto c'è un limite. Se uno mi dovesse adulare come fa lei un waffa grade lo prenderebbe di certo. Ma no si vergogna per il suo fottuto servilismo? Comunque la avverto i suoi post ottengono esattamente l'effetto contrario. Senta uno psicologo e troverà la spiegazione. Sono peggio dell'orticaria. Senza rancore a differenza sua e con un bel SI

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 13:17

@persilvio46- Scusi ma la lingua non l'ha ancora consumata forza di leccargli la prostata? A tutto c'è un limite. Se uno mi dovesse adulare come fa lei un waffa grade lo prenderebbe di certo. Ma no si vergogna per il suo fottuto servilismo? Comunque la avverto i suoi post ottengono esattamente l'effetto contrario. c Senta uno psicologo e troverà la spiegazione. Sono peggio dell'orticaria. Senza rancore a differenza sua e con un bel SI...

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Sab, 03/12/2016 - 14:01

che vinca i si o il no il divorzio frà Berlusconi e Salvini e SANCITO!!! Berlusconi è UN MODERATO, Salvini NO..... di conseguenza sono INCOMPATIBILI!!!!

antipifferaio

Sab, 03/12/2016 - 14:37

Al di la dell'articolo e delle parole di Berlusconi condivisibili o meno, ho notato nei commenti che chi si dichiara per il si lo fa sempre con veemenza. Questo potrebbe significare 2 cose: primo, neanche loro sono convinti veramente del si per cui cercano di auto giustificarsi per "sentirsi" nel giusto, dierei con la coscienza a posto. Secondo, chi dice di votare si lo dice adducendo spesso al solo fatto che il vecchio c-dx ha fallito, Berlusconi ha tradito le attese e Salvini non dovrebbe mai essere preso in cosiderazione come possibile leader. Al chè io mi chiedo: Ma allora Renzi ha prodotto di più e meglio di Berlusconi anche cosiderando il poco tempo da cui governa? Salvini è più incapace di Renzi denominato omai da tutti "bugiardo e arrogante" e che sta producendo disastri economici elencati persino nei dati Istat? A voi le considerazioni finali!

elpaso21

Sab, 03/12/2016 - 14:52

Il CDX vota SI.

Atlantico

Sab, 03/12/2016 - 14:53

Un pensiero per Sallusti, che per amore della busta al 27 è costretto a firmare cose del genere.

Masci gina

Sab, 03/12/2016 - 14:54

Il Cavaliere comincia a far pena. Ha avuto una maggioranza schiacciante, sia al Senato che alla Camera. non e'mai riuscito a combinare nulla. Siamo stati derisi in tutto il mondo. Adesso ricomincia con i suoi sproloqui e consigli che nessuno gli ha mai richiesto. Un vanitoso che non si e' ancora accorto che ha fatto il suo tempo. Dia retta a sua figlia, si ritiri a vita privata per il suo bene e quello degli italiani.

Masci gina

Sab, 03/12/2016 - 15:03

Il Cav, sta diventando patetico. Ha avuto una maggioranza schiacciante, sia al Senato che alla Camera, non e' mai riuscito a combinare qualcosa di serio se non ad accorciare la prescrizione per darla vita ai corrotti. Il suo "Ego" la sua "vanità" lo stanno portando nuovamente a commettere gli stessi errori del passato. Ci hanno deriso dappertutto e' ora di dire basta. Caro Berlusconi si ritiri a vita privata, dia retta a sua figlia, per il suo bene e per quello degli italiani.

Atlantico

Sab, 03/12/2016 - 15:18

Invece chi si dice a favore del No lo fa in modo sobrio e controllato ... :-))) Ma se insultano senza vergogna chi si pronuncia a favore del Si !

peter46

Sab, 03/12/2016 - 15:40

Audionova...io di più 'sticchio PE TUTTI',costituzionalizzato al tempo di lui,non ne ho visto nè potuto godere...sempre solita minestra dato che da quando è sceso lui sul 'mercato',in quel campo,tutto è aumentato a livello del suo 'portafoglio',che non poteva essere,e giustamente c'è da riconoscerglielo,comunque,quello della maggioranza degl'Italiani,compreso il mio,non potendoci mantenere un ragioniere pagatore...con assegni del MPS,anche.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 03/12/2016 - 15:47

Io dico vinca il si vinca il no me ne vado dall'itaglia perchè non lo ritengo più un paese affidabile,tanto peggio se a prevalere fosse il si.Sto preparando il tutto,non mi sento più a casa mia,ed ingrosserò le fila degli italiani che ultimamente sono andati via.Ho scelto la Spagna,qualche isola per sentirmi ancora una persona con dei diritti,mentre qui da quando il napoletano dei carri armati si è insediato non trovo più la voglia di dire :sono italiano.

gedeone@libero.it

Sab, 03/12/2016 - 16:00

#luogotenente, guardi che i commenti negativi sono dei soliti sinistrati (come lei?) notissimi ai lettori di centrodestra. Silvio x noi è stato e resta il migliore. Voteremo NO a valanga!

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 16:15

Gedeone@libero.it. Anche se votaste tutti no, non sarebbe una valanga, ma solo qualche fiocco di neve qua e la. Non preoccupatevi che vi difende il WWF. Ma molti voteranno SI. Molti amici miei di F.I. SI convinto senza sollecitarli

m.nanni

Sab, 03/12/2016 - 16:22

a me, pur votando NO, non basta soltanto la riforma elettorale e poi al voto. no, voglio la riforma della costituzione, dimezzamento parlamento più altre cosettine e poi al voto. Berlusconi, Salvini e la Meloni devono impegnarsi ORA, che il primo atto è quello di sedersi ad un tavolo negoziale per approvare le riforme. il premier non dev'essere renzi ma uno condiviso con Mattarella. vogliamo questo impegno SUBITO, caro Silvio. temo tuttavia che pur vincendo il no non si faranno le riforme invocate da anni.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 03/12/2016 - 16:35

Quante persone riescono a comprendere che è giunto il momento di andare a votare, non di rintanarsi nel privato come se ci ritenessimo soltanto degni di disprezzo di questa Politica ma, se guardiamo dentro, sappiamo che Berlusconi ha pienamente colto l'essenziale della situazione; una testa un voto no a quest riforma totalitaria. Shalòm.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 16:36

@gianniverde15,47. Ma lei può andare dove cavolo vuole. perdirindindina. Veramente ignorante ma ignorante bene sa. Ma come si può non sapere come si scrive la propria Patria "ITAGLIA" Rob de matt. Addio signore e buon viaggio

robytopy

Sab, 03/12/2016 - 16:39

Sembra che i i fautori del No votino così soltanto per fare un dispetto a qualcuno. L'hanno letta la costituzione in entrambe le versioni ? Attenzione, ricordiamo loro la vecchia storiella del marito che se lo tagliava per far dispetto alla moglie.

lorenzovan

Sab, 03/12/2016 - 16:45

@gedeone...io delle valanghe avrei paura...lolololol

Anonimo (non verificato)

AH1A

Sab, 03/12/2016 - 17:11

m.nanni, ma tu credi che Salvini e Meloni siano in grado di parlar di cose serie...li hai mai sentiti ragionare e non solo dire slogan?...io no...

robytopy

Sab, 03/12/2016 - 17:51

A tutti i NOISTI di destra. SVEGLIATEVI ! IL VOSTRO SILVIO VOTERA' -SI'- e chissà quanto pagherebbe per avere Renzi al governo per altri 10 anni.

Ritratto di WSilvioW

WSilvioW

Sab, 03/12/2016 - 17:54

Come al solito Silvio ha perfettamente ragione, ma gli italiani non sanno apprezzare la sua coerenza e profondita' intellettuale. Chi infatti non vede il pericolo dell'uomo solo al comando, un pericolo che Silvio potrebbe sventare se gli italiani gli dessero almeno il 51% dei voti, rendendo la democrazia inattaccabile dai comunisti. Ovviamente il solo 51% a Silvio non basterebbe perche', come Silvio ci ha spiegato in passato, il PdC non ha nessun potere e i parlamentari fanno confusione quando votano, per cui meglio sarebbe se votassero le leggi solo i capigruppo. Bisognerebbe poi ritornare al proporzionale per avere chiare maggioranze senza dare potere di ricatto ai partitini che impediscono di realizzare i programmi concordati al 95%, che Silvio e 'assolutamente sicuro di poter realizzare, almeno 4 punti su 5, o Lui non si ricandiderebbe perche' non e' un vecchio politico come Renzi incollato alla poltrona. Italiani! Votate e fate votare Silvio, altrimenti peggio per voi. W Silvio

baio57

Sab, 03/12/2016 - 17:58

@ robytopy- Non autoelogiarti oltremodo, tuttalpiù tu puoi avere letto la costituzione di Topolinia e Paperopoli.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Sab, 03/12/2016 - 17:58

Che sofferenza per un berlusconiano leggere oltre settanta commenti (democratici) di questo editoriale in questo Giornale. A questi infiltrati, ho una gran voglia di rispondere a tono, ma ripensandoci, la darò domani alle urne. Sarà un No!!! convinto e solidale con il mio Leader: unico faro, unica vera luce che, se glielo consentiranno, saprà illuminare il nostro futuro e restituirci orgoglio, speranza, dignità e giustizia, finora negati.

baio57

Sab, 03/12/2016 - 18:20

@ riflessiva (allieva di conviene) - Guarda che perSilvio46 è un troll sinistro che ama fare la parodia del Berlusconiano di ferro .

Atlantico

Sab, 03/12/2016 - 18:26

Pettir45, accende anche delle candele davanti la statua di san Silvio ?

Ritratto di nestore55

Anonimo (non verificato)

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 03/12/2016 - 18:40

PAOLINA2 Sab, 03/12/2016 - 09:26.....Perché ha smesso con le medicine? Guardi i dati ISTAT relativiai governi Berlusconi,e i dati ISTAT relativiai governi del golpe bianco realizzato dalbastardo di Napoli, con il consenso e l'appoggio della kulona e di jena ridens...A proposito: se non sa leggere, alla casa del popolo certamente qualche aiuto lo troverá, in cambio di una birra e una salamella...E.A.

m.nanni

Sab, 03/12/2016 - 18:42

AH1A. dipende anche da noi; di incalzarli asfissiantemente.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 03/12/2016 - 18:45

elpaso21 Sab, 03/12/2016 - 09:49...Definire perdente chi da lavoro a oltre 60.000 collaboratori mi fa pensare...Ma lei, el paiasso002100...a quanti dipendenti paga lo stipendio?? Quanto fattura?? A quanto ammonta il fatturto dell'indotto?? Ecco.....appunto....Non sapete sparare nemmeno con il fucile carico...Se uno come lei entra in banca per cambiare un assegno circolare, esce con una cambiale protestata...Facile nascondersi dietro ad una tastiera...E.A.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 03/12/2016 - 19:05

Poche chiacchiere, 10 anni fa ce ne ha proposta una molto più sbilanciata dove il premier poteva persino sciogliere le camere per cui non è credibile SB quando allude a rischi per la democrazia e del resto se non fosse alla fine del suo ciclo politico e con la consapevolezza che non sarà mai più premier meterebbe firma per questa riforma.Voterò Si perchè mi sembra il miglior compromesso possibile,fine bicameralismo, senato delle autonomie, mi sembrano punti che il cdx ha sempre sostenuto.Proviamo a cambiare e non a tornare indietro magari di 30 anni con il proporzionale.

robytopy

Sab, 03/12/2016 - 19:06

Sallusti era molto migliorato, forse era ritornato il vero. Peccato che per colpa di questo dannato referendum è ritornato quello finto .

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 19:10

@baio57-Lei è fortissimo. Complimenti

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 19:13

#pettir45- all'alba dei 70 ci crede ancora?PRRRRRR

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 03/12/2016 - 19:14

marino.birocco Sab, 03/12/2016 - 11:29....L'unica scelta che uno come lei puó fare è: voto come mi ordina il partito o voto come mi ordina il partito?? E.A.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Sab, 03/12/2016 - 19:15

Atlantico - Gia farto...e pure in ginocchio!

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 03/12/2016 - 19:16

riflessiva Sab, 03/12/2016 - 11:32...Non ci sono dubbi...La cretina conviene è diventata la disperata riflessiva....Ma davvero pensa che qualcuno la possa guardare??Lasci perdere e tornia prendere le medicine,da brava!!E.A.

ziobeppe1951

Sab, 03/12/2016 - 19:26

riflessiva ..conviene ...11.32...dove c'è da magna ci sei sempre

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 20:27

io voto si anche se il no vincerà 56,7% contro il 43,3 dei si. Siamo fatti così purtroppo. Amiamo farci del male da soli.

-LUCA-

Sab, 03/12/2016 - 23:25

Che tristezza vedere tutta questa gente di sinistra che fa propaganda per il SI. Cari sinistrati state perdendo tempo, anzi state peggiorando la vostra situazione. MANDIAMO A CASA RENZI!!!

robytopy

Dom, 04/12/2016 - 08:11

baio57: altro che autoelogiarmi, forse non hai capito che nemmeno io ho letto entrambe le versioni della costituzione.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 04/12/2016 - 08:55

riflessiva 16,36 non sono fatto per gli insulti ma lei è per niente intelligente,ma non mi sento più di definire il mio quasi ex paese Italia,per me è diventata itaglia. Ho un solo rammarico di lasciare gente come lei a distruggere un paese.Semplicemente dal modo di insultare la gente lei non può essere che una kompagna,e direi pure per niente riflessiva,si tolga il paraocchi e viva la vita meno acidamente.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Dom, 04/12/2016 - 12:18

Riflessiva - più che riflessiva a me sembri in perenne stato di "trans".

Ritratto di riflessiva

Anonimo (non verificato)

gedeone@libero.it

Lun, 05/12/2016 - 15:25

Signora #riflessiva-conviene" , è sempre dello stesso parere oggi 5.12.2016???

gedeone@libero.it

Lun, 05/12/2016 - 15:36

#lorenzovan, la valanga vi ha travolti!