Facebook, il piccolo esercito di Zuckerberg che controlla la sua pagina

Gli esperti hanno il compito di eliminare i messaggi molesti e gli spam. Un'altra squadra scrive invece i post

Sulla pagina Facebook di Mark Zuckerberg ci sono delle costanti: gli aggiornamenti sul suo lavoro e le tenere immagini della sua famiglia. Il Ceo, nonostante i suoi impegni, qualche volta risponde anche ai commenti.

Ma la verità raccontata da The Verge è un'altra. Zuckerberg si affiderebbe infatti a un gruppo di almeno dodici persone per eliminare i commenti molesti e gli spam dalla sua pagina, mentre una squadra aggiuntiva gestirebbe le sue comunicazioni e scriverebbe i suoi post. Il giovane Ceo avrebbe inoltre a disposizione dei fotografi personali. Uno di questi professionisti, Charles Ommanney, prima di lavorare per lui, ha coperto la crisi dei rifugiati in Siria per il Washington Post. Insomma, il patron di Facebook di avvale di un piccolo esercito per la gestione del suo account.

La scelta di affidarsi a un gruppo di persone esperte non è del tutto inaspettata. La sua pagina Facebook serve chiaramente come canale principale per interagire con la comunità e mostrare il meglio della piattaforma agli utenti.

Commenti

lupo1963

Gio, 19/01/2017 - 19:17

Il Goebbels dell'Hypocrity Correct

Anonimo (non verificato)

routier

Ven, 20/01/2017 - 09:59

I persuasori occulti sono un fardello che ha inficiato ogni epoca. Nel secolo scorso fruivano della stampa e delle trasmissioni radiofoniche, oggi, dei "social network". (ma la musica e sempre la stessa). L'importante è non farsi abbindolare dai manipolatori di notizie e dalle pseudo verità.

Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Ven, 20/01/2017 - 16:31

lupo1963: "Il Goebbels dell'Hypocrity Correct" DEFINIZIONE ASSOLUTAMENTE PERFETTA MEGLIO NON SI SAREBBE POTUTO DEFINIRE.