Il fai-da-te nei medicinali è una cattiva abitudine

Il fai-da- te si applica anche alla salute e l'automedicazione è una pratica che gli italiani conoscono bene, forse anche troppo: secondo i risultati dell'ultima indagine di Dottori.it il 23,4% degli italiani assume farmaci con obbligo di prescrizione senza consultare il medico. Il portale, che riunisce i medici specialisti italiani (www.dottori.it) , ha chiesto a Demoskopea di intervistare un campione rappresentativo dell'universo di riferimento in Italia, pari a circa 37milioni di individui tra 18 e 65 anni. Le risposte parlano chiaro: quasi un intervistato su quattro, negli ultimi dodici mesi, ha assunto autonomamente farmaci che invece richiedevano la prescrizione medica. La risposta più ricorrente è relativa agli antidolorifici (55,1% degli intervistati). Non mancano antibiotici, antistaminici e antipiretici. E c'è anche il 5,9% del campione che dichiara di aver assunto psicofarmaci senza aver parlato con lo specialista. Un vero rischio.