Falsi ciechi scoperti a Nuoro, tra loro un maratoneta

In cinque anni hanno percepito indebitamente mezzo milione di euro. Performance impeccabili durante le visite all'Inps, degne di veri e propri professionisti della "sceneggiata"

C'era anche un maratoneta tra i cinque falsi ciechi incastrati dalla Guardia di finanza di Arbatax e dei poliziotti del Commissariato di Lanusei (Nuoro). Due uomini e tre donne, residenti in Ogliastra, sono stati denunciati: hanno indebitamente percepito mezzo milione di euro in cinque anni fingendo, alcuni la cecità totale, altri quella parziale.

Tra loro, lo sportivo si allenava ogni giorno e nel fine settimana partecipava alle gare. Percepiva la pensione e alle visite periodiche di controllo si presentava con un accompagnatore. Fingeva di non riuscire a salire le scale e di non vedere la porta dell’ambulatorio: credeva che la sceneggiata potesse reggere a lungo ma non immaginava che da tempo i suoi spostamenti erano seguiti dalla Guardia di finanza e dalla polizia. Tutto registrato, compresi allenamenti e gare.

Ma anche gli altri quattro sono stati filmati mentre, in completa autonomia passeggiavano per le vie del centro, attraversando strade e evitando con disinvoltura gli ostacoli e le auto in sosta, facevano la spesa, scegliendo accuratamente i prodotti, previa lettura delle scritte dai minuscoli caratteri apposte sulle etichette, componevano numeri telefonici, andavano a vedere al bar la partita della squadra del cuore.

Per porre fine alle truffe, con la collaborazione dei funzionari dell'Inps di Nuoro, i falsi invalidi sono stati convocati a visita di verifica. Lo scopo era quello di osservare quale fosse il comportamento dei finti ciechi nelle ricorrenze "formali". L'occhio delle telecamere, piazzate nei locali dell'Istituto previdenziale, ha immortalato performance magistrali, degne di veri e propri "professionisti".

Commenti

ziobeppe1951

Lun, 23/11/2015 - 18:30

In CERTE regioni d'itaglia la GdF fa miracoli

leo_polemico

Lun, 23/11/2015 - 23:26

Certamente i falsi invalidi sono colpevoli e da punire: non ho mai letto che siano stati presi provvedimenti severi a carico dei "medici" (è giusto chiamarli così?) complici nelle truffe e dei furti a carico di tutti i cittadini onesti. E' pur sempre vero che le varie "caste" proteggono i loro adepti e sodali.