Famiglia rom va a rubare e abbandona il bimbo di 8 anni

Una famiglia di rom a Padova viene scoperta durante un furto. Pur di fuggire abbandona in auto il nipote di appena 8 anni

Prima sono andati fino in città a commettere i "soliti" furti di cui sembravano essere esperti, poii - scoperti - hanno abbandonato il nipote di 8 anni in auto. Senza pietà. Una famiglia rom residente a Piove di Sacco è stata arrestata ieri dai Carabinieri. Le accuse che pendono sui componenti della banda, tre donne e un uomo già noti alle forze dell'ordine, sono di furto e abbandono di minore.

I furti della famiglia di rom

A guidare i criminali una "nonna-boss" di 51 anni, Giuseppina Calderas. Al seguito, scrive il Corriere del Veneto, "nipoti Samuel Caldaras 23 anni sua cugina coetanea Marilena Steppic e da sua sorella Veronica, di 26 anni". Tutto in "regola", se così si può dire: una normale serata passata a scassinare furgoni in centro città.

Peccato due particolari non insignificanti. Una delle figlie della "nonna-boss", infatti, le aveva affidato le cure del nipotino di 8 anni. E come renderlo meglio partecipe della vita famigliare se non portandolo anche lui alla spedizione per le rapine? E così lo hanno caricato in una delle due auto "di servizio" e intorno "alle una di notte - scrive ancora il quotidiano di Via Solferino - sono arrivati in centro per commettere i furti".

Mentre scassinavano alcuni furgoni, però, il proprietario svegliato dai rumori ha allertato le forze dell'ordine. Che sono sopraggiunte sul posto. A quel punto, la banda di rom, vistasi braccata, è saltata su una delle due auto ed ha tentato la fuga. Abbandonando il nipotino di 8 anni da solo sull'altro veicolo.

I carabinieri lo hanno trovato in lacrime e se ne sono fatti carico mentre altre voltanti inseguivano i furfanti in fuga. Arrestati e riconosciuti grazie ai documenti abbandonati nella seconda auto, sono risultati tutti conosciuti alle forze dell'ordine. Intanto il piccolo di 8 anni è stato recuperato dall'altra nonna che è andata a prenderlo in caserma.

Per il resto della banda, invece, gli arresti sono già finiti: liberati, se la sono cavata con l'obbligo di dimora notturna in casa.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/08/2016 - 10:47

Gran brutta pena l'obbligo di dimora notturna in casa, che tanto non rispetteranno. E pensare che molti italiani tale pena se la applicano da soli perchè tale giustizia non li rende sicuri e perchè certamente troverà ancora in giro coloro che dovevano, per legge?, stare in casa.

VittorioMar

Mar, 23/08/2016 - 10:47

...quindi di giorno possono delinquere liberamente!!!...che gioia saperlo!!....se sono nati in ITALIA sono italiani e devono rispondere alle nostre leggi!!(si fa per dire..!!)...

Ritratto di MLF

MLF

Mar, 23/08/2016 - 11:09

Cose da pazzi. E non aggiungo altro.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 23/08/2016 - 11:09

OBBLIGO DI DIMORA NOTTURNA IN CASA? AHAHAHAHAH mi sto scompisciando dalle risate. Dell'obbligo di dimora ci si puliranno il k..o, o in alternativa,ruberanno di giorno.

Ritratto di bergat

bergat

Mar, 23/08/2016 - 11:11

Perchè non se ne vanno a Barcellona, dove il furto non è un reato, ma solo un illecito amministrativo?

Fjr

Mar, 23/08/2016 - 11:21

Piccoli incidenti sul lavoro

Una-mattina-mi-...

Mar, 23/08/2016 - 11:30

CHIEDASI spiegazioni all'esperta e instilatrice di fierezza culturale sig.a boldrini

maurizio50

Mar, 23/08/2016 - 11:39

Zitti tutti! Guai a lamentarsi! Sono i protetti della maestrina e dobbiamo, noi tutti, ispirarci ai loro comportamenti!!!!!!

Ritratto di karmine56

karmine56

Mar, 23/08/2016 - 12:01

Lo scoop sarebbe: "Tradotti nel carcere per dieci anni", queste cose non fanno più notizie.

DIAPASON

Mar, 23/08/2016 - 12:38

Modus operandi delle risorse (o doni) del ventunesimo secolo.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 23/08/2016 - 15:11

E' necessario un mediatore culturale, magari IL Presidente Boldrini ha qualche idea. Battute a parte non capisco come si possa solo pensare di far restare i ROM nelle aree urbane.

cecco61

Mar, 23/08/2016 - 15:58

Perché tanta pena per il bimbo di 8 anni: già fa l'accattone, furti e scippi. Solo perché giovane non lo esime dall'essere un delinquente. Si aggiunga che la Magistratura italiana ha già stabilito che per i Rom non esiste il reato di abbandono di minore, in quanto fa parte della loro cultura, e i bambini stessi già sanno che la loro esistenza sarà ispirata a questa meravigliosa tradizione tanto cara ai nostri sinistri.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mar, 23/08/2016 - 16:41

Ma insomma, volete finirla? Sempre a criticare questi poveri Rom, che non fanno altro che vivere secondo la loro cultura. E poi: vi lamentate perché non mandano i bambini a scuola, e vi scandalizzate se li portano con loro, anche di notte, ad imparare il mestiere! Per fortuna, il bambino è stato giustamente consegnato all'altra nonna, affinché non interrompa il ciclo formativo, mentre voi, brutti e cattivi, avreste voluto che i familiari finissero in galera. Ma dico: volete proprio far piangere la Boldrini?