Family Day, Giovanardi in polemica contro Ikea

"Tutti i soci Ikea Family sono invitati a celebrare con un bacio la propria idea di famiglia". Ma l'iniziativa non piace al senatore

Idea vs Ikea, ovvero Carlo Giovanardi contro l'iniziativa indetta per oggi dal gruppo svedese, in concomitanza non casuale con il Family Day a Roma: "Tutti i soci Ikea Family sono invitati a celebrare con un bacio la propria idea di famiglia, sulle note di 'All you need is lovè". "Questa iniziativa, che sabato pomeriggio per qualche minuto romperà la quotidianità dello shopping nei nostri negozi - chiarisce una nota sul sito di Ikea - vuole confermare i valori di inclusione e diversità che da sempre guidano Ikea sia verso i propri clienti che verso i propri collaboratori".

Questo "Bacio contro", come l'iniziativa è stata ribattezzata sui media, non piace al senatore del movimento fondato da Gaetano Quagliariello, Idea, appunto. Giovanardi accusa dicendo che "si tratta della stessa azienda che nei Paesi islamici aveva cancellato l'immagine di donne nei suoi cataloghi per motivi religiosi, o meglio laicamente commerciali, come ha spiegato la ditta, per reagire preventivamente ad eventuali polemiche. Che addirittura sbianchetta l'immagine delle donne fornendo due versioni della stessa foto a seconda dei Paesi dove vuole vendere, facendo l'oscurantista nei Paesi musulmani e nel contempo inneggiando alle coppie gay nei Paesi occidentali dove, per fortuna, nessuno si sogna di perseguitarle uccidendole o mettendole in carcere". Insomma, un'azienda che "dovrebbe soltanto vergognarsi, invece di voler dare lezioni di libertà agli altri", conclude.

Annunci
Commenti

Totonno58

Sab, 30/01/2016 - 12:26

Chissenefrega

MEFEL68

Sab, 30/01/2016 - 12:28

Personalizzare i cataloghi in base al Paese dove sono destinati, non mi sembra disdicevole. Anzi, è compito del pubblicitario cercare di accattivarsi e assecondare la potenziale clientela alla quale si rivolge. Quello che non va, anche dal punto di vista del marketing, è questa politica strisciante che Ikea sta adottando nei confronti dell'immigrazione e delle coppie omo.Non è compito di Ikea fare politica e urtare la suscettibilità di una parte della clientela. Non è commercialmente sensato.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 30/01/2016 - 13:00

Certo!....IKEA:Senso della coerenza=zero....pertanto,su quello che affermano,non mi soffermo più di tanto,e tanto meno nei loro negozi!!!

ziobeppe1951

Sab, 30/01/2016 - 13:05

Mai comprato niente da chi vende roba scadente

Ritratto di RinaD.B

RinaD.B

Sab, 30/01/2016 - 16:44

Spero che tutti i soci di Ikea Family, straccino le loro tessere

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Sab, 30/01/2016 - 17:28

i nordici sonoresponsabili in primis del degrado morale dell' Occidente. Biocottiamo la multinazionale che compra cinese per rivendere contro pagamento in euro. Nessuno si chiede cosa fa la Ditta del "fai da te" per soddisfare lo sbandierato bisogno di egualitarismo dei poveri? Ma i sodi che incassa a quali superiori finalità morali sono destinati?

gedeone@libero.it

Sab, 30/01/2016 - 20:05

I primi due commenti di kompagni in servizio permanente effettivo...