Felici per legge come in dittatura

La proposta di Di Maio sulla chiusura obbligatoria dei negozi nelle dodici festività dell'anno per rendere «più felici» esercenti e dipendenti dice parecchio sul concetto di libertà dei grillini, molto simile del resto a quello che hanno già dimostrato di avere della democrazia. Un'oligarchia di non eletti (né Grillo né Casaleggio lo sono mai stati) detta regole per il bene degli adepti, decidendo di volta in volta ciò che è giusto e ciò che è sbagliato in base alla convenienza della setta. Per cui «uno vale uno» solo se l'«uno» risulta essere quello già prescelto dal capo (in caso contrario si annullano le elezioni); per cui in caso di loro vittoria elettorale le banche saranno sottratte ai magheggi della politica e messe sotto il controllo dello Stato attraverso dei garanti (ovviamente da loro scelti e nominati); per cui i giornalisti sono già oggi catalogati e gli sgraditi messi alla berlina in liste di proscrizione pubbliche.

In questo quadretto da socialismo reale non poteva mancare il tassello della «felicità di Stato», ovviamente dello Stato grillino. Per la quale un commerciante non sarà più libero di decidere se essere felice stando a casa a riposarsi nei giorni festivi o viceversa aprendo la bottega e guadagnando così qualche soldo in più. Il commerciante, e i loro dipendenti per i quali vale lo stesso concetto, dovranno essere felici a comando, tutti uguali e tutte allineati alle direttive della Casaleggio. Che prima o poi - e non è uno scherzo, le dittature funzionano così - proverà a imporci dove viaggiare, cosa mangiare e i modelli con cui vestirsi.

La scelta di lavorare o riposarsi nei giorni festivi - almeno che non si tratti di pubblico servizio - è un diritto inalienabile del singolo imprenditore, libertà dalla quale lo Stato dovrebbe stare il più lontano possibile. Affari nostri come vogliamo raggiungere la felicità, e certo saremo più felici con meno leggi, meno obblighi e vincoli.

L'unico lavoro fatto da Di Maio è stato staccare i biglietti allo stadio San Paolo di Napoli di domenica, cioè in un giorno festivo. Poi ha scoperto che facendo il parlamentare avrebbe evitato - strapagato - pure quella scocciatura. Non mi sembra uno in grado di giudicare la felicità dei lavoratori.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 12/12/2017 - 15:24

Quisque faber fortunae suae. Il furbetto l'ha fatta, per ora, grazie al suo Mentore, il Grillo parlante. Se lui arrivasse al potere potrebbe essere un grave problema.

diesonne

Mar, 12/12/2017 - 16:11

diesonne di maio il canta storie da strapazzo stipuli un accordo con il vescovo santoro o attenda suggerimenti dal vaticano come poter essere felici di domenica-apra uno stend con l'iscriziione:qui si vende la felicità festiva-ricorda lon stend di sacrate con l'iscrizione .qui si vende la sapienza?gnoti seauton

INGVDI

Mar, 12/12/2017 - 16:40

Il pericolo dittatura della setta del M5S non è certo dovuto a questa iniziativa che, per alcuni versi, potrebbe essere condivisibile. Il pericolo è il loro essere comunisti, una setta della religione comunista che non è sicuramente morta ma furbescamente solo trasformata. il 30% degli elettori vota il mondo grillino senza rendersi conto che sta dando la preferenza alla una partito simile a rifondazione comunista. Del resto nemmeno Salvini si è reso conto totalmente della loro pericolosità, visto i numerosi tentativi di dialogo e (forse) accordi.

ARGO92

Mar, 12/12/2017 - 16:45

idiota

Ritratto di llull

llull

Mar, 12/12/2017 - 17:01

Quanto qui descritto non è prerogativa dei 5 stelle: anni fa qui in Sardegna tale Renato Soru allora presidente della Regione impose per legge la chiusura domenicale dei negozi, super ed ipermercati, compresi i centri commerciali che potevano aprire una sola domenica al mese.

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Mar, 12/12/2017 - 17:01

Ottimma analisi delle conseguenze connesse all'affermazione di movimenti senz'anima o,apparentemente,non sostenuti da una chiara ideologia;in realta',come evidenzia l'articolo,siamo in presenza di una nuova forma di comunismo,non meno pericoloso di quello precedente perche' mostra meno i muscoli,ed estremamente piu' subdolo;in quest'analisi,pero',andrebbe integrato un'aspetto,secondo me,fondamentale e cioe' come si possano essere riaffermate idee sociopolitiche che si credevano essere state smascherate dai fatti e scartate dalla storia;la risposta credo sia la sottovalutazione,da parte della classe politica,del ruolo fondamentale ricoperto dalla classe media nell'essere l'unico vero argine a qualsiasi estremismo. Una tassazione ingiusta e omicida,porta inevitabilmente a giggino o'strunzet o affini.

MOSTARDELLIS

Mar, 12/12/2017 - 17:12

Io posso capire che una volta si possa votare Grillo per protesta contro il sistema dei partiti corrotti, però poi basta. Se i vecchi comunisti continuano a votare PD per fede, davvero non si capisce perché la gente dovrebbe continuare a votare i grillini. Vedrete che sarà un flop.

Rossana Rossi

Mar, 12/12/2017 - 17:24

Fate attenzione quando finalmente andremo a votare..........

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 12/12/2017 - 18:07

Egregio Direttore, la vera fortuna del M5S è che nessuno conosce il loro programma. Sui media sono sempre a favore e contro tutto e tutti a secondo dell'interlocutore del momento. Tecnica che ha assicurato la vittoria a Macron in Francia. Esistono perché la gente invece di scrivere VAFFA sulla scheda elettorale , vota loro , per ottenere lo stesso effetto. Quindi per i M5S l'astensionismo è l'unico vero alleato, ma parafrasando un famoso romanzo, "sotto il vestito niente", o peggio , sotto c'è una SRL con sede a Milano, roba da mentecatti...

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 12/12/2017 - 18:14

Non riesco nemmeno ad offenderlo: devo trovare dei neologismi...E.A.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 12/12/2017 - 19:45

---l'uscita della chiusura dei negozi potrà pure essere infelice ---ma viviamo in una repubblica parlamentare --ed una proposta di legge --per quanto astrusa o infelice --deve pure avere i voti per passare---i rischi di dittature li vede solo sallusti--che ha preso a martellare i 5 stelle come un fabbro per evidenti ordini dall'alto--lui si che è un uomo libero e felice---non so che capacità di governo abbiano i 5 stelle--se siano persone capaci oppure no--però meritano rispetto per 2 ragioni---rappresentano un evidente voto di protesta rispetto alla politica tradizionale -e non hanno precedenti di governo del paese da farsi perdonare--

Ritratto di francesco.izmir

francesco.izmir

Mar, 12/12/2017 - 19:49

Fate davvero attenzione, perché un popolo governato da incapaci, ladri, corrotti ed ignoranti, che forse è la cosa peggiore, un popolo così non è vittima bensì complice !!!

Ritratto di cuginifabio

cuginifabio

Mar, 12/12/2017 - 19:50

Signor Sallusti senza rendersene conto ha descritto l'Italia di oggi solo che al posto del mostro Casaleggio abbiamo una non voluta Europa la quale ci dice come vivere cosa mangiare quanti soldi possiamo avere tutto in pratica siamo in dittatura da anni e il suo padrone lo da benissimo, oggi ha paura dei Grillini? Mi faccia il piacere si guardi un po in giro e mi spieghi come mai siamo ridotti a quasi 14,000000 di poveri nel 2017 avendo fatto i compitini

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 12/12/2017 - 19:50

Questi grillini si dimostrano dalle parole e dai fatti dei Rappresentanti che amministrano le varie Città, dei Pol Pot in miniatura e c'è una lieve differenza con i piddini e ex sellini poiché quest'ultimi pensano che il paradiso sia in terra mentre i grillini che non è possibile niente di buono senza la loro intelligenza. Shalòm.

gluca72

Mar, 12/12/2017 - 20:25

Parliamo di cose serie: straordinari, indennita festive, recuperi del giorno lavorato durante la settimana.Poi ognuno faccia come conviene. Se no come in tanti casi piu che di dittatura la paura è che come al solito i politici non sappiano di cosa parlano.

GioZ

Mar, 12/12/2017 - 21:08

E pensare che ci avevano quasi fatto sognare...

Ritratto di orcocan

orcocan

Mar, 12/12/2017 - 22:19

Con le dovute diversità a volte inaccettabili, il lavoratore è generalmente protetto. Ma se io commerciante, piccolo imprenditore o artigiano ho voglia e mi piace lavorare (anche da solo), perchè devo rispettare determinati orari visto che rischio su me stesso e non danneggio nessuno? Questa è la differenza tra chi riesce ad emergere e chi si accontenta di tirare avanti. Sono i lacci e lacciuoli che impediscono al Paese di progredire.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 13/12/2017 - 00:14

Forse ha ragione Berlusconi, loro sono peggio dei comunsiti.

Ritratto di RobertoBello

RobertoBello

Mer, 13/12/2017 - 01:13

Questa sinistra fa schifo da tanto tempo, in special modo dall'89 quando il loro "Dio" è morto. così, vagando, vagando io mi accosto alla destra chè, quella seria, diciamo quella di montanelli, ho sempre rispettato, anche se da lontano. e vagando vagando mi ritrovo a leggere questo editoriale, Signor Direttore, e, ancor peggio, alcuni commenti veramente rozzi (intellettualmente parlando) e così... vado via, continuando il mio vagare... certo una destra seria esiste, da qualche parte, come una sinistra seria, forse...

Giorgio5819

Mer, 13/12/2017 - 08:31

L'unica certezza dei grillini e' la loro profonda ineguagliabile ignoranza. Sono dei comunistelli mascherati senza nessuna capacita' specifica che non sia quella di parlare senza sapere di cosa...

soldellavvenire

Mer, 13/12/2017 - 09:04

brutte notizie per i bananas... in uno dei miei viaggi con l’acido ho visto burlesquoni in ginocchio da renzi ad implorare poltrone, e quello invece le offre a grasso: traditore!

Giorgio Colomba

Mer, 13/12/2017 - 09:24

Ma questa, caro Direttore, E' una dittatura. Del resto, scriveva Silone, il peggior regime è quello che si ignora. Il problema è che felici non lo siamo per niente.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 13/12/2017 - 09:47

MA COSA VOLETE CHE QUESTO POVERO IGNORANTE DI STORIA, GEOGRAFIA E PER DI PIU' SEMIANALFABETA POSSA ESSERE IN GRADO DI GOVERNARE ???!!! DAVVERO C'E' QUALCUNO SANO DI MENTE CHE PENSA POTER DARE L'ITALIA IN MANO AD UN SIMILE INCAPACE ??!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 13/12/2017 - 09:49

OSSIA DI MAIO FACEVA IL BAGARINO ??!!! AAHAHAHAHAHAHHAHA POVERA ITALIA CHE TRISTE DESTINO TI ASPETTA

rrobytopyy

Mer, 13/12/2017 - 12:14

sempre titoli roboanti ... dittatura ? qualsiasi provvedimento di legge allora dovrebbe evocare la parola -dittatura- perchè in ogni provvedimento ci sono regole che portano vantaggi a qualcuno e svantaggi ad altri e spesso limano le libertà individuali. O mi sbaglio ?

il corsaro nero

Mer, 13/12/2017 - 13:34

@elkid: Ma governano in amministrazioni locali e i risultati sono sotto gli occhi di tutti!

il corsaro nero

Mer, 13/12/2017 - 13:37

@soldellavvenire: hai perso un'altra buona occasione per tacere! Te lo ripeto e spero che finalmente lo capisca: a volte è meglio tacere e sembrare idioti piuttosto che aprire bocca e fugare ogni dubbio!

Giuseppe.Sala

Mer, 13/12/2017 - 13:54

Complimenti egregio sallusti… “brillante” articolo, come sempre. Articolo che evidenzia la differenza che passa fra un bravo giornalista e un pennivendolo. Continua pure ad addomesticare la verità secondo i desiderata del tuo datore di lavoro berlusconi e dei tuoi affezionati lettori che sei sulla buona strada per ricevere il prestigioso premio Pulitzer.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 13/12/2017 - 14:18

Arrivano sondaggi infelici e subito parte l'ordine di iniziare il randellamento al quale il buon squadrista Sallusti non si sottrae mai. Addirittura diverrebbe dittatoriale ripristinare lo status quo ante le stupide ed inutili liberalizzazioni di Monti! Per quanto mi riguarda il commerciante ha tutto il diritto di schiattare nella sua bottega se vuole ma non ha alcun diritto di obbligare i suoi dipendenti a farlo, a spezzettargli l'orario di lavoro per garantirsi la copertura dei giorni in più cambiando i contratti, COSÌ COME STA AVVENENDO NELLA GDO, per inserire l'obbligatorietà delle doneniche e dei festivi

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 13/12/2017 - 14:51

---il corsaro --non importa ---governare un paese è diverso---il parlamento con le opposizioni fa da giusto contrappeso---io non sono uno stellato --ma se un terzo della popolazione li sostiene --popolazione scontenta di come sono andate le cose fino ad ora--bisogna rispettare questa gente---e parlare di dittatura è becero--ripeto --il grande alibi che hanno gli stellati è quello che non sono mai stati messi alla prova---il presidente berlusconi invece ha già governato ---la lega pure--non hanno lasciato grandi ricordi per la verità--e poi non ho capito--quando i 5 stelle sono avvicinati dai leghisti per inciuci locali diventano di colpo bravi e buoni?---ma per piacere