Fermato il killer di BrindisiDopo la strage era in yacht

Preso l'uomo che ha fatto esplodere la bomba a Brindisi. I pm: "Finalità terroristica, indagini vanno avanti". Il papà di Melissa: "Quell'uomo non è un padre"

A diciotto giorni dall'attentato, il killer di Melissa Bassi sembra avere finalmente un nome e un volto. Si chiama Giovanni Vantaggiato, 68enne di Copertino (Lecce). È il titolare di un deposito di carburante agricolo, è sposato e ha due figlie, ma la mattina del 19 maggio avrebbe piazzato una bomba artigianale (tre bombole di gpl collegate ad un timer) davanti alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi. I pm ne sono certi: dopo lo scivolone sull'ex militare interrogato e poi rilasciato (ma non senza evitargli il linciaggio mediatico), stavolta le indagini hanno portato sulla pista giusta. "Ha confessato" ha annunciato ieri sera il procuratore della Dda di Lecce Catalfo Motta tra gli applausi della folla, assiepatasi davanti alla procura quando si è diffusa la notizia del fermo.

La mafia, il terrorismo, gli anarchici non c'entrano nulla, insomma. L'uomo avrebbe agito da solo probabilmente per una vendetta privata. È proprio il movente quello che non torna. Il 68enne, ora detenuto nel carcere di Lecce, non ha spiegato il perché del gesto. Nelle 10 ore di interrogatorio avrebbe alternato momenti di lucidità ad altri di squilibrio. Motta si è limitato a dire che "sta bene mentalmente. Ha ammesso la sua partecipazione, ma per quanto riguarda il resto non è convicente". Se c'è un colpevole resta ancora il giallo. Le voci si susseguono da ieri: un attentato contro il tribunale vicino all'istituto (ma allora perché piazzare la bomba davanti alla scuola?), una vendetta contro il preside Angelo Rampino (perché quindi far esplodere l'ordigno quando entrano i ragazzi?). 

I pm sono sicuri che Vantaggiato sia lo stesso immortalato dalle telecamere di sicurezza del chiosco davanti alla scuola. Tramite altre immagini che avrebbero ripreso la sua auto e l'analisi delle celle telefoniche, inoltre, gli inquirenti sarebbero ragionevolmente certi che il 68enne fosse vicino all'istituto quando la bomba è esplosa.

Per questo motivo "le indagini vanno avanti" o sarebbe "un'indagine zoppa", come ha spiegato in conferenza stampa Cataldo Motta, secondo lui Vantaggiato ha detto di aver agito "in orario diurno e non in orario notturno perchè di notte non c’era nessuno". Resta quindi il "delitto di strage", così come "l'aggravante delle finalità di terrorismo perchè l’effetto terroristico c’è stato". Il procuratore ha detto inoltre che la svolta nelle indagini è avvenuta grazie alle immagini degli spostamenti delle auto di Vantaggiato: "E' stata ripercorsa la strada fatta da due autovetture, una nella notte e una coincidente con momento dell'esplosione".

Vantaggiato ha le competenze elettrotecniche per fabbricare l'ordigno e lui stesso ha detto di aver fatto tutto da solo: "La bomba l’ho fabbricata io nel deposito", ha raccontato ai pm, "Ho comprato fuochi d’artificio e li ho svuotati mettendo dieci chili di polvere pirica in ciascuna bombola. Le bombole le ho portate la sera prima con la Fiat Punto sul luogo dell’attentato. La mattina dopo sono andato lì con la Hyundai e ho pigiato il telecomando". Per il momento però gli inquirenti non escludono che possa aver avuto un complice. Per quanto riguarda il movente, invece, il 68enne avrebbe detto di "avercela con il mondo" e di avere "problemi economici". Non si capisce ancora come questi dettagli potrebbero averlo portato al gesto.

Qualche tempo fa il 68enne ha subìto una truffa da oltre 300mila euro per forniture di combustibile non pagate. La sentenza del processo, in cui gli imputati sono stati assolti, è arrivata il 19 aprile. Per questo si è pensato a una vendetta e si sta indagando anche su due attentati subìti dal presunto autore della truffa. Oggi Motta ha ipotizzato che il gesto messo in atto davanti alla scuola di Brindisi il 19 maggio sia stato progettato "da un pò di mesi".

Nel carcere di Lecce in cui è rinchiuso, intanto, Giovanni Vantaggiato non fa che chiedere "Quanto tempo dovrò stare qui?". Ieri ha risposto a tutte le domande degli investigatori e oggi mantiene "un atteggiamento remissivo, passivo"

Mentre la polizia sta perquisendo il deposito di carburanti di proprietà di Vantaggiato, il sindaco di Mesagne, Franco Scoditti, tira "un sospiro di sollievo": "Ci conforta il fatto che si è arrivati a chiarire alcuni aspetti, anche se ci sono ancora dubbi sulle motivazioni alla base del gesto folle". Ai concittadini della ragazza morta però resta una domanda: "Tutta questa storia non ha senso: che cosa c’entrava Melissa?"

Una domanda che si fa anche il papà della studentessa morta, Massimo Bassi. "Per me questa persona, se la possiamo chiamare persona, non è un padre. Ha spezzato la mia famiglia e la sua famiglia e quella di tutti gli altri ragazzi coinvolti in questa terribile esperienza", ha detto l'uomo precisando di non aver mai pensato che dietro ci fosse criminalità organizzata"

Commenti

fabio cova

Gio, 07/06/2012 - 09:38

Leggendo questo articolo, mi sembra un clone di Misseri...

maryforever

Gio, 07/06/2012 - 09:38

SE fosse lui il colpevole, bisognerebbe sbatterlo dentro senza possibilita' di cavilli e difese fasulle.

Massimo Bocci

Gio, 07/06/2012 - 09:48

Se quello preso è veramente il responsabile, primo vogliamo vedere la sua faccia di mer...da,...secondo va apprestato un cassonetto identico a quello da questo psico labile ideato e ci va cacciato dentro,....io mi do volontario per schiacciare il telecomando e poi per buttare nel cesso quello che rimane,....perché non si possono giustificare simili atti di barbarie, perché se uno è alterato si sente truffato perché gli addetti alla giustizia fanno ALTRO, sono 65 anni che c'è questo andazzo ma non per questo si possono uccidere a sangue freddo innocenti ragazzi,certe cose non sono accettabili nemmeno in un vero REGIME come questo,la rivoluzione deve essere morale e deve stanare personaggi e regole VESSATORIE e ARBITRI di MAFIA che dietro paraventi di comodo imposti con il ricatto (come l'arbitrio costituzione) tengono da 65 in schiavitù il popolo Italiano in una pseudo democrazia di mafia degli amici degli amici...veri malavitosi e LADRI. Questo va denunciato tutti i giorni e minuti.

Ritratto di onollov35

onollov35

Gio, 07/06/2012 - 09:51

per me ha vissuto anche troppo. Peccato che no esiste la opena di morte.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 07/06/2012 - 09:53

Cautela.... nessuno è colpevole finché condannato. Vale per tutti

marco1927

Gio, 07/06/2012 - 09:54

spero si faccia chiarezza quanto prima e provo sincero dolore per tutti coloro interessati da questa triste vicenda, però per favore non ci dimentichiamo che monti è ancora Presidente del Consiglio e che dobbiamo trovare una soluzione immediata a questo serio problema!

Mario-64

Gio, 07/06/2012 - 10:00

E adesso cosa dice il caro Beppe Grillo ,che evocava scenari eversivi tipo piazza Fontana?? Se certa gente contasse fino a tre prima di parlare..

lerici

Gio, 07/06/2012 - 10:04

Dalle informazioni sui giornali avevamo capito anche noi comuni mortali che le prime ipotesi (malavita o terrorismo) forse non reggevano! I nostri si sono precipitati come mosche sulla m...iele (rifateci l'elenco delle autorità!) Vergogna ... hanno strumentalizzato un funerale per distogliere la gente e riprendersi la funzione di capopolo! Chiedano ora scusa e .... rimborsino tutti i costi sostenuti dagli italiani per dar loro un giorno di passerella !

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 07/06/2012 - 10:18

Prima di sbandierare tutto,basandosi sulla "confessione",avranno fatto di riscontri?Non dovrebbe essere difficile,capire,farsi "confessare" se l'uomo dietro il chiosco era lui,i vestiti,le scarpe(evidentissime),riscontri sull'ordigno,etc..L'importante che veramente sia lui,...poi la faccenda del movente è secondaria....o no!

Ritratto di miracom

miracom

Gio, 07/06/2012 - 10:21

Speriamo non sia un'altro abbaglio degli inquirenti per far capire che lavorano sodo

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 07/06/2012 - 10:22

#Mario-64#Beppe Grillo,alla prossima occasione,nella sua posizione da guru,dirà qualche altra fesseria.....

Imbry

Gio, 07/06/2012 - 10:32

Una volta accertato che l'attentatore sia proprio lui, oltre ogni ragionevole dubbio, non spenderei soldi per un processo. In galera direttamente e buttare via la chiave.

les paul

Gio, 07/06/2012 - 10:35

In effetti è semplicemente PATETICO lo show di dietrologi, analisti, politologhi, sociologi, psicologi, giudici, scrittori, giornalisti ecc... che in TV e sui giornali si sono esercitati a chi la sparava piu' grossa. Le BR, la Mafia, la NCO di Cutolo, gli spagnoli dell'Eta, gli irlandesi, addirittura ho letto di "terroristi greci" venuti in italia per allargare il fronte, poi la ndrangheta, gli anarchici del FAI, Berlusconi perchè è arrabbiato con Monti, la foca monaca in estinzione ecc..... Chi ha speculato giusto per andare in TV per fare le sue colte analisi politico-social-psichiatriche abbia il coraggio di fare ammenda e dichiarare con onesta' : " ammazza, non avevo capito proprio niente !......"

lot

Gio, 07/06/2012 - 10:39

Potrebbe essere lui ma occorre stare attenti perchè ci sono gli esibizionisti che si autoaccusano per sentirsi al centro delle attenzioni. Una confessione vuol dire solo fino ad un certo punto ma, se non ci sono dei riscontri effettivi, vale meno di niente.

Random64

Gio, 07/06/2012 - 10:39

" 68enne di Copertino (Lecce). È il titolare di un deposito di carburante agricolo, è sposato e ha due figlie" perchè? perchè? perchè?

Random64

Gio, 07/06/2012 - 10:41

"68enne di Copertino (Lecce). È il titolare di un deposito di carburante agricolo, è sposato e ha due figlie" lo ripeto perchè????? ma perchè distruggere una vita, e le vite della propria famiglia???

Mario Marcenaro

Gio, 07/06/2012 - 10:49

E così, come al solito e senza uno straccio di prova ma solo con una confessione che "sarebbe" emersa dopo ore ed ore di torchio, siamo alle solite, alla faccia del principio di presunzione di innocenza. I diffusori di notizie riservate sono già all'opera così come le solite tricoteuses che applaudono, con la solita leggerezza, come ai funerali. Ma perché siamo fatti così e non possiamo mai aspettare con dignità e rispetto di ogni essere umano, anche nel nostro interesse, che le cose seguano il loro corso sino a condanna definitiva ovvero sino all'esito del terzo grado di giudizio emesso dalla Corte Suprema di Cassazione?

Albi

Gio, 07/06/2012 - 11:04

E adesso che diranno i tanti "profesisonisti dell'antimafia"?

lot

Gio, 07/06/2012 - 10:58

#13 les paul, io ho fatto, tra le tre possibili ipotesi, quella degli anarchici greci perchè Brindisi è la porta della Grecia e i greci avevano minacciato ritorsioni sull'Italia. Era un'evenienza da prendere in considerazione, così come quella di terroristi islamici che si arrangiavano con il poco che avevano qui in Italia e la terza, quella giusta, di un individuo che avesse agito per conto suo e per motivi suoi personali. Non era possibile dire con certezza quale di queste tre sarebbe risultata poi valida. Ovviamente terroristi nostrani preparati e mafia o altri gurppi internazionali erano da non considerare, cosa che è stata fatta dal sottoscritto, per le evidenti modalità artigianali dell'attentato lontane mille miglia dalle disponibilità che costoro possiedono in mezzi e strumenti di morte. Dopo un attentato del genere non si può dire con certezza quale ne sia la provenienza, si possono fare solo ipotesi, ormai, e questo è colpa della situazione che è stata creata in Italia

IuniusBrutus

Gio, 07/06/2012 - 11:05

Polverone mediatico e miles gloriosus. In riassunto: Una bomba molto artigianale viene fatta esplodere davanti ad una scuola. Chiunque capisce subito che non può essere la malavita locale, che non é suicida. Sparate sui media di ogni affabulatore di professione. Attività frenetica delle forze di pulizia. Distruzione morale di un innocente. Ora, certo su indagini della malavita, che vuole ricominciare a vivere tranquilla, come sempre, brillanti indagini portano all'arresto ed alla confessione di un tizio che non spiega affatto come si sia vendicato non si sa di che, facendo una strage di ragazzini. Se non si trova la sempre comoda via d'uscita dell'infermità mentale, sarà difficile tenerla in piedi. Quanto alla confessione, abbiamo il caso recente di un famoso investigatore, non ricordo il nome, che ha fatto fare OTTO anni di galera a degli innocenti, a forza di botte! Se esistessero ancora partiti politici, qualcuno di loro dovrebbe fare pulizia da giubileo nella polizia...

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 11:00

@ #3 Massimo Bocci Siamo in un regime si certo come no. Ma un minimo di buon senso e di lucidità prima di sparare nel mucchio in cui tutto è male no eh? Dimmi un solo stato al mondo dove non ci sia mafia (in senso lato cioè crimine!) e la logica "amici degli amici"! Anzi ti facilito il compito, basta che mi fai l'esempio di un'istituzione o una multinazionale. .... ancora più semplice ... secondo te in tutte quelle onlus e/o associazioni "pro qualcuno o qualcosa" a livello europeo non si fanno le scarpe a vicenda quando c'è la promozione e aumenta il potere e il $? Dai su, capisco che la città di "Utòpia" è una bella favola ma nel mondo reale, e dovresti saperlo, appena il tuo vicino ha qualcosa in più si scatena l'invidia e la lotta. Ovunque. Senza bisogno di Regimi.

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 11:05

@ #13 les paul Visto che avevo ragione! Gli extraterrestri hanno gabbato anche te. "V" non è solo un telefilm e quello che hanno arrestato non è che un lucertolone sacrificabile. :-))) Scusa ma non ho resistito, al tuo elenco mancava solo E.T.

Hattrick

Gio, 07/06/2012 - 11:12

L'odio verso le toghe, l'odio verso l'equitalia, l'odio verso il rispetto delle leggi... non vi ricorda qualcosa degli articoli pubblicati da Il Giornale?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 07/06/2012 - 11:21

Quindi avremmo un tizio che lucidamente organizza una vendetta contro il TRIBUNALE. Lucidamente e con conoscenza costruisce una bomba. Da ebete sbaglia il luogo dove posizionale la bomba. Da cretino si fa riprendere dalle telecamere e aziona il l'innesco A VISTA proprio mentre passano ste povere ragazze. Ma aveva l'intenzione di colpire il tribunale. Che dire..

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 07/06/2012 - 11:15

Questa, mattina a RAI1 hanno detto che questo signore voleva colpire la Procura di Brindisi, perche un Giudice non ha condannato una persona che l,aveva imbrogliato la 1 volta, é questo Giudice doveva di nuovo giudicare una causa in cui lui era stato imbrogliato dalla stessa persona di 600,000 Euro!, é lui sospettava che L,imbroglione fosse in combutta con il Giudice!.

wicio

Gio, 07/06/2012 - 11:17

il male di questo Paese dopo i politici sono i giornalisti!! essi volano tronfi e deliranti sopra ogni cumulo di ****a che gli si presenta davanti, questa categoria di 'professionisti' (ah ah ah ah ah ah!! mi faccia il piacere!!) scusate ma non si può non ridere quando si sente la parola professionisti in Italia. dicevo, questi hobbit al servizio del nulla non essendo capaci di fare i giornalisti costruiscono castelli di ****a contro chiunque capiti a tiro, assistiamo puntualmente al teatrino dei non-morti che nei salotti televisivi sembra abbiano trovato l'humus vitale per la loro stessa esistenza. non ne azzeccano una che sia una!! anzi distruggono le vite dei cittadini che disgraziatamente incappano tra le grinfie di quell'altra categoria di 'criminali' che ainoi si annida nella magistratura!! questi PM massacrano cittadini innocenti e si mettono in 'posa' davanti alle telecamere con al loro seguito truccatori nani ballerine e ruffiani(i giornalisti!) e il cittadino è innocente....

wicio

Gio, 07/06/2012 - 11:27

ma nessuno ha ancora 'internato' la Bruzzone, Vespa & inquisitori televisivi loro compari? e che dire degli uffici dei PM che 'dovrebbero' essere l'icona della riservatezza e della equidistanza da tutto ciò che puntualmente si rivela poi essere lesivo e cancerogeno x cittadini innocenti? che schifo questo Paese! miliardi di Euro ai partiti x derubarci meglio, centinaia di milioni di Euro all'informazione tutta x 'servire' e farsi sodomizzare mentalmente e fisicamente dai loro 'padroni', la Rai macchina infernale e arena in cui avvengono 'scontri' e faide politiche x raggiungere il controllo di questa grande azienda divenuta da molto tempo il 'panzer' mediatico di cui si servono alla bisogna le'ndrine che siedono nei banchi di Montecitorio! ma nesuno si rende conto in quale razza di Paese 'Bulgaro' stiamo vivendo? io spero che un bel giorno avvenga qualcosa che cambi veramente lo status quo, fino ad allora si salvi chi può........scappate gente! l'Europa offre ancora qualche rifugio!

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 11:30

Non ci credo neanche un secondo che è stato lui. Non si può essere così stupidi. Lo so persino io che non solo non sono un professionista del crimine ma che il massimo delle mie capacità "esplosive" sono i raudi. Uno che vuole fare un attentato, una rapina in banca, un rapimento .... non passa in macchina, la sua macchina!, avanti e indietro per giorni; non cammina sotto le telecamere alla luce del sole fermandosi sotto una di esse; non sta in zona con il proprio cell addosso, dai queste cose le sanno perfino i drogati ... sembra che abbia fatto di tutto per farsi beccare! Non è stato lui.

Massimo Bocci

Gio, 07/06/2012 - 11:48

21 Albert1 (882) -...Gentilissimo io non sparo sul mucchio, ma sul sistema di vera mafia messo su nel 47, copia carbone di quello Sovietico, che con poche modifiche doveva diventare come l'originale,...da millantati democratici (tipo Togliatti sodale di Stalin)..che hanno relegato (il Bue) il cittadino (millantato) sovrano ma di fatto servo lacchè dei loro agi,...e hanno sterilizzato tutte le sue istanze di liberazione e di vera autodeterminazione, corrompendo e lottizzando tutto e tutti ,....ultima non ultima il golpe spread, i traditori inutili idioti che con la BUFALA del senza vincolo di mandato cambiano padrone in base alle convenienze del REGIME, e tutta questa mer...da che va buttata nel cesso,...la democrazia è un cittadino un voto i voti fanno gli eletti, se un eletto truffa i cittadini si deve dimettere,...come in USA, come in Svizzera,....come in Inghilterra,questa è democrazia e non partitocrazia di mafia e LADRI!! saluti.

Al2011

Gio, 07/06/2012 - 12:00

C'è un 68enne di Varese, che insegnava alla Bocconi, che ha costruito e azionato un ordigno micidiale (+ tasse, niente tagli agli sprechi) per distruggere l'economia italiana, e c'è anche riuscito. Si ignora il movente (venderci ai tedeschi, alle banche, alla speculazione finanziaria?). Quando ci decidiamo ad arrestarlo?

puntocomando

Gio, 07/06/2012 - 12:40

mi viene da dire,non è che questi inquirenti pasticcioni stanno rovinando la vita a un'altra persona?

lusi

Gio, 07/06/2012 - 12:43

lusi.ho qualche perplessità.perchè il killer si sarebbe fatto riprendere dalle telecamere? si era pensato ad uno straniero che avrebbe potuto sparire senza essere riconosciuto. a meno che non si tratti di "un testa di legno"che è colui che si fa arrestare per proteggere i mandanti.

Daneel Olivaw

Gio, 07/06/2012 - 12:48

Sarà... ma qualche dubbio (!) resta... vediamo come spiegherà l'attuazione "operativa" dell'attentato... come ha realizzato tecnicamente un ordigno così complesso e particolare (fare esplodere con un innesco radiocomandato 3 bombole di GPL è un'impresa difficile anche per un ottimo artificiere), come le ha posizionate all'interno del cassonetto (ovvero se le ha assemblate al suo interno, come ha caricato trasportato, e posizionato il cassonetto (peso a vuoto : dai 264 kg per quelli da 660 Lt fino a 440 per i 1100 Lt + ulteriori 75/90 kg di ordigno all'interno, totale possibile : dai 339 ai 530 kg circa), perchè si è posizionato dal lato del chiosco esposto all'esplosione (anzichè dietro l'angolo opposto, dal lato protetto) mentre attivava il radiocomando, se non si è accorto della telecamera (grande e con i led intorno all'obiettivo, che non lasciano dubbi sull antura dell'apparecchio nemmeno ad un idiota) o se ha deliberatamente deciso di farsi riprendere... e semmai perchè... etc.

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Gio, 07/06/2012 - 12:57

Ma guarda te che tempismo... qualche giorno fa Manganelli superpoliziotto strapagato (con i miei soldi) diffe che era coinvolto il FAI, visto che nessuno l'ha filato ora esce dal cilindro il colpevole!!!!!!

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 13:06

@ #29 Massimo Bocci Mi spiace ma sembra che tu confonda quello che c'è in Italia con quello che avrebbero voluto i Kompagni e quello che c'è ancora oggi in un vero Regime. Basta lamentarsi chè non cambia la classe politica perchè non c'è democrazia, basta lamentarsi che non c'è libertà di stampa perchè siamo dietro al Burundi. Tutte fandonie. Io da sempre vado dove mi pare e faccio quello che mi pare, ho una casa mia e su internet, non censurato, o su "n" giornali, non di regime, leggo quello che voglio e posso anche mandare all'inferno Rigor Montis ed il suo governo di mente.catti. L'Italia ha un sacco di difetti ma non è un regime e non siamo dietro al Burundi checchè ne dicano quelli che fanno le indagini. Se qualcuno avesse dubbi gli regalo un biglietto per la Corea del Nord o per l'Iran o la stessa "meravigliosa" Cuba (non la parte occidentale ovvio!!). Ecco stateci un mesetto poi venitemi a dire se è come l' Italia. Bisogna essere onesti e obiettivi, anche se si è inc@zz@ti.

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 13:10

@ #30 Al2011 A prescindere dal tuo credo politico, solo per queste parole hai tutta la mia approvazione!! Dovrebbe andare in galera.

Raoul Pontalti

Gio, 07/06/2012 - 13:15

per Albert 1.Ma bravo! Ci offri l'autoconfessione del teppista drogato: costruisci i raudi (che poi magari metti nel didietro ai gatti) e sai, per esperienza personale evidentemente, che un drogato non usa il cellulare nei pressi della scuola dove traffica spacciando per poter alimentare anche il proprio consumo di stupefacenti. Che Tu avessi certe inclinazioni perverse da un lato e il cervello sfatto da abuso di certe sostanze l'avevo sospettato leggendo i Tuoi commenti su questi forum. Ora, dopo aver inneggiato ai massacratori di civili anche con assassinii mirati, giungi a negare la possibilità ontologica che l'arrestato sia colpevole. E il ragionamento sotteso è ovvio: un assassinio mirato, che spesso colpisce innocenti, di norma è posto in essere dai più grandi democratici del mondo che sono anche ricchi e intelligenti e in possesso di alta tecnologia, mentre qui siamo in presenza di uno psicopatico e per giunta poveraccio. Forse non è poi così scorretto il Tuo modo di ragionare..

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 07/06/2012 - 13:50

Il famoso filmato che ci fa vedere un uomo che schiaccia il telecomando prosegue e si vedono alcune persone passeggiare belle, tranquille, serene. Se quel telecomando avesse fatto esplodere le bombole, quelle persone non sarebbero state tanto tranquille; un minimo di agitazione lo avrebbero dimostrato. Penso che quell'uomo, con quel gesto, volesse proprio chiudere una banale macchina. Penso che la vicenda è partita da terrorismo internazionale, è passata a terrorismo locale ed è arrivata al solito povero-cristo. Come si vede, nonostante tutti gli sforzi per pavoneggiarsi, il livello rimane sempre e comunque quello degli imbroglioncelli da...fotoshop; non illudiamoci di potere andare oltre o più in alto. D'altra parte, perché andare più in alto? Noi beviamo di gusto anche il fotoshop.

Massimo Bocci

Gio, 07/06/2012 - 13:56

#35 Albert1 (887) - lettore....purtroppo per me, per i miei figli,per lei e suoi se ne ha e soprattutto per tutti quegli Italiani fuori regime non cooptati (i non beneficiari del regime) noi la vera democrazia nel bel paese non l'abbiamo mai vista,..siamo passati dal regime fascista,...al non meno corrotto regime comunista catto del 47 (gli amici degli amici..loro),..dove perlomeno io e i miei figli (sulla carta..ma solo su quella) cittadino millantato sovrano, siamo solo tapini tartassati da un regime di ladri (coop),....e il mio voto come quelli della maggioranze di tapini fuori regime non conta un tubo, perché come è stato ampiamente dimostrato dai golpe e i trabocchetti, inutili idioti, perpetuati contro il Bunga Bunga ( con imputazione liberale),.....qui no si muove foglia che il regime non voglia,...si figuri riforme,democrazia vera,ecc.ecc.....il regime non deroga la democrazia, ma secondo lei perche pagherebbero 240 milioni per il guardiano sul colle,....perché vigili il regime

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 07/06/2012 - 14:11

#23 Hattrick .....La penso così anch'io...Se esiste il reato di associazione esterna alla strage, secondo me il Dott. Sallusti, Paolo Berlusconi e, già che ci siamo, Silvio Berlusconi, dovrebbero essere co-imputati...Se, invece,il reato non esiste, basta spostare il giudizio a Milano: vedrà che la troveranno il modo per far diventare realtà la sua ipotesi..Contento?? E.A.

Massimo Bocci

Gio, 07/06/2012 - 14:30

Finalmente, possiamo vedere in chiaro la faccia di questo criminale psico labile,...ora speriamo si arrivi presto a una verità vera e univoca,.....poi va buttato nelle patrie galere SENZA PATTEGGIAMENTI, perché per certi atti bestiali non ci deve essere UMANITÀ' perché non sono atti UMANI.

Random64

Gio, 07/06/2012 - 14:40

una postilla: vediamo di beccare chi ha confezionato e fatto esplodere l'ordigno..non chi appare davanti ad una telecamera..e "sembra" schiacciare qualcosa..chiaro? capito? non è un film dove si vede uno che schiaccia ed esplode la bomba in "carrellata"..ok?

Random64

Gio, 07/06/2012 - 14:48

"Non si può dire se è l’uomo del video ma fisicamente può essere compatibile"..ma ***** miseria..che sia lui o no..ma nel video NON SI VEDE? ma che cavolo di inquirenti abbiamo? ma allora come fanno a beccare malviventi parzialmente mascherati (dalle telecamere)che rapinano una banca?

giuseppe.galiano

Gio, 07/06/2012 - 15:05

A prescindere dal movente o se è un mitomane (avete presente il contadino di Avetrana?), sono convinto che costui non avrà la giusta pena. E per tre motivi. La nostra legiferazione che è sempre per Caino e mai per Abele; i tempi, quando arriverà la condanna la gente avrà dimenticato il fatto; gli avvocati, ottimi nell'ingarbugliare fatti ed avvenimenti e mandare in vacca la verità. Accetto scommesse.

bolinatore

Gio, 07/06/2012 - 15:22

#34 Gian Lore: scusi ma dove l'ha letta o sentita questa informazione data da Manganelli? Io ho sentito ieri mattina, poche ore prima che si diffondesse la notizia dell'interrogatorio del sospettato, che escludeva sia il FAI che la Sacra Corona. Se poi vuole che i fatti coincidano obbligatoriamente con le sue onioni, allora è un altro discorso.

megliosolo

Gio, 07/06/2012 - 15:26

Potrei sbagliarmi ma questa verita sembra alquanto lacunosa,un filmato e i migliori agenti per trovare un mezzo fesso ricercato anche dalla malavita locale ( in questi casi la presenza della polizia non permette di fare affari illeciti e sono loro a cercarti e farti arrestare)non è che serviva tempo per smorzare la tensione sociale che si stava accumulando,perchè a suo dire voleva vendicarsi di un torto giudiziario e colpire il tribunale,ma questo era del posto e come poteva non sapere che quella era una scuola,non è per caso il solito scherzo all'Italiano,

gdn1963

Gio, 07/06/2012 - 16:20

Ma guarda un po. Fiumi di parole, il terrorismo, la mafia, l'anniversario della morte di Falcone, l'attacco allo stato; e giù ancora parole, e Bruno Vespa, e Matrix, e la Berlinguer; tutti a urlare allo scandalo, a strapparsi le vesta. E Napolitano che urla "lo stato è in pericolo". Invece un povero scemo frustrato sig. Nessuno che ha fatto scoppiare due bombole da cucina............

lunisolare

Gio, 07/06/2012 - 16:47

Ha confessato, che cosa non si sa, ma ha confessato, il movente, a già il movente, un dettaglio trascurabile, forse ci troviamo di fronte a una confessione pilotata di una testa di legno che ha bisogno di soldi.

les paul

Gio, 07/06/2012 - 16:49

Il giorno dopo la tragedia ho immodestamente ipotizzato e scritto su queste pagine che per me era l'azione di uno squilibrato, specificando che a mio avviso non ci azzeccava niente la mafia, la camorra, i servizi corrotti, il buco dell'ozono ecc.... Era la mia opinione e nient'altro. Il punto è che non si puo' svolazzare anche sul cadavere di una ragazzina soltanto per apparire in TV e dire una montagna di scempiaggini per mero esibizionismo. O scrivere di una "strage annunciata" come dice Grillo. Poi che alcuni di noi semplici osservatori possa sembrare un attentato anarchico o un rigurgito dei problemi greci ... ci sta tutto. Ma un giudice importante, un Di Pietro, un Grillo ed alcuni inquirenti stessi avrebbero fatto molto bene a tacere, o quanto meno a non esporsi a figure di cacca, solo per apparire dalla Gruber o dalla Venier.

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 07/06/2012 - 18:06

Fatelo a pezzi e datelo in pasto ai randagi.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 07/06/2012 - 18:13

Gli riconosceranno l'infermità mentale e se ne andrà a casa alla faccia del padre disperato. Non sarà certo la prima volta che vediamo storie del genere. Comunque mi rimangio i miei commenti negativi sulla polizia: ha risolto il caso, presto ed oltre le aspettative.

tonivall

Gio, 07/06/2012 - 18:12

Non voglio fare il complottista a tutti i costi ma fermarsi ad una verità che potrebbe essere preconfezionata potrebbe essere molto pericoloso per il futuro della democrazia in questo paese. Credo servirebbe un vero giornalismo di inchiesta, che non si limiti a riportare solo le versioni ufficiali, non dobbiamo dimenticare il sacrificio di giornalisti come Fava,Siani ed altri che hanno pagato con la loro vita per una passione... quella di cercare la verità.

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 18:28

@ #37 Raoul Pontalti Mi spiace ma devo correggerti. Mai costruito un Raudo, si comprano. Che si mettano nel cu.lo ai gatti me lo stai dicendo tu quindi il sospetto passa di mano :-). L'accenno al drogato, ma devo specificare anche l'ovvio?, era per dire che anche uno senza "alte mire" sta attento. Se poi tu riesci a spiegarmi come fa uno tanto distratto e superficiale ad essere nel contempo Hulk per fare tutto da solo con i pesi in gioco, c'è un commento a riguardo, e un mezzo artificiere perchè l'ordigno è stato definito non banale, accomodati che prendo i pop-corn. Io non inneggio ho solo rimarcato le discrepanze ma se volete linciare fate pure, già uno è uscito dal commisariato e si è trovato la macchina danneggiata con sopra certe scritte. Visto che qui è un susseguirsi di tuttologi, io nella mia umiltà di spettatore dico solo cosa per me non torna, senza giudicare. Che è sempre una bella cosa perchè ho imparato che si evitano pessime figure.

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 18:29

@ #39 Massimo Bocci Ok, siamo tartassati, paghiamo ben più del dovuto, la classe politica è autoreferenziata, se è per quello anche la magistratura, e le prospettive che questo cambi non sono all'orizzonte. Ma ripeto NON è un regime. E soprattutto il Bunga bunga, che nessuno ancora è riuscito a condannare in nessuna aula di nessun tribunale, sarebbero fatti privati. Sia in un regime che a maggior ragione in una democrazia. I ladri, i criminali, la mafia .... ma c'erano anche in Russia quando il Kgb ti sbatteva in siberia e buttava via la chiave. Come prolificano anche negli USA ed in Cina. Ripeto, lo stato ideale non esiste ma come c'è chi sta meglio di noi ce ne sono tanti che stanno peggio. E, anche se mi costa dirlo, devo ringraziare proprio la DC di inizio repubblica; se avessero veramente vinto i rossi probabilmente avremmo fatto la fine della Jugoslavia o di qualche altro stato satellite. Senza esclusione di qualche Carro Armato negli anni '60. Altro che '68!!

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 18:29

@ #44 giuseppe galiano Non la raccolgo perchè ho il fortissimo sospetto che andrà proprio come hai detto. p.s. Avetrana ... in effetti.

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 18:30

In america esiste il ragionevole dubbio proprio per evitare che uno che più o meno assomiglia e che per sfiga è nei paraggi venga sbattuto dentro. Se sto tizio si sente solo e ha voglia di protagonismo basta procurargli un paio di bombole un timer e qualche attrezzo e gli si danno 2gg (sto abbondante caso mai fosse emozionato!!) per farne una simile. Poi vediamo se fa bum o psssssss perchè perde. Non è difficile testare le capacità bombarole di qualcuno. La fretta è una cattiva consigliera ma tutte le volte le cariche (alte? ma va là!) dello stato spavaldamente dicono "assicureremo quanto prima il criminale alla giustizia". Ecco quanto prima? Uno qualsiasi subito o magari quello giusto "quanto dopo"? Che serve tutta sta fretta se continuano a fare figuracce? Ma soprattutto, se salta fuori che non è stato lui ... è la fine, cosa hanno in mano oltre al filmato e la macchina dell'ebete?

Albert1

Gio, 07/06/2012 - 18:31

@ #48 lunisolare Azz ma allora non solo il solo a cui è balenata in testa quest'idea.

antonio.chichierchia

Gio, 07/06/2012 - 18:40

leggo con grande attenzione il dibatttito sulla curva di Laffer,ma confesso che mi sto un po' perdendo: sembra che i bloggisti se la prendano con Monti per la sua scarsa conoscenza delle leggi dell'economia. Aumenta le tasse e quindi l'economia langue e quindi c’è meno gettito e quindi meno entrate per lo Stato....Mi sembrava di aver studiato però che il Governo è un organo esecutivo e, per l'appunto, ESEGUE le decisioni (leggi, decreti etc.)prese dalla maggioranza dei parlamentari ( PD, PDL, UDC).Perchè quindi il testone è Monti? Provo quindi a ricostruire: sei mesi fa non avevamo trovavamo più che comprasse i nostri titoli di stato per finanziare il debito pubblico. Andammo dai franco/tedeschi e volevamo che se li comprassero loro i nostri titoli (Eurobond o altra cartastraccia)gli spiegammo che il debito italiano era altissimo, ma le famiglie italiane stavano benissimo, ristoranti pieni etc etc. Molto logicamente allora ci risposero... e allora prendeteli dalle famiglie italiane i soldi che vi servono. E così nacquero L’IMU, gli aumenti dell’IVA, l’incremento delle aliquote comunali… tutti provvedimenti ratificati non da Monti, ma dai partiti. Grandi applausi dei franco/tedeschi per i nostri sforzi. MO (dal latino Mox) arriva il conto: bisogna pagare e, con gli stipendi più bassi d’Europa falcidiati dalle accise, si scopre che è difficile pagare il mutuo, l’IMU, e tutto il resto e quindi .. Monti è un cretino. Si cerca di buttarla sul comico, che in Italia tira da sempre, e così si risponde al comico Grillo con la “banda degli onesti” di Toto e Peppino proponendo di stamparci da soli gli Euro che ci servono. Nel contempo si prospetta la “soluzione finale”: la repubblica presidenziale alla Francese. Alla fine della Prima repubblica ci spiegarono che i guasti che pativamo erano ascrivibili al sistema proporzionale che non permetteva governi stabili ( la DC durava da 50 anni ???) e così andammo per la strada americana dei due schieramenti, ma dopo un po’ si svegliò la Lega e ci spiegò che era meglio il federalismo tedesco ( e perchennò quello svizzero). Mentre stavamo per raggiungere l’ambito traguardo del federalismo.. ci si mette qualche giudice Borbonico e dimostra che anche al Nord “Nisciuno è fess” e anche lì “tengono famiglia”. A giudicare dai festeggiamenti degli inglesi per i 60 anni di governo della Regina… si potrebbe provare con la Monarchia costituzionale o, meglio,con il Principato( vedi Monaco) dove l’unica curva che interessa è quella del Tabaccaio del Gran Prix. Putroppo, dietro l’angolo, in agguato c’è la repubblica di Weimar.

lamwolf

Gio, 07/06/2012 - 20:44

Il colpevole ha confessato. Gli sono stati garantiti i termini di difesa come previsto dal codice. A questo punto inizieranno i legali di parte le pratiche per riconoscergli l'infermità di mente come accade sempre. Nel frattempo sarà detenuto a spese dei contribuenti "onesti" nelle patrie galere con servizi a 4 stelle. Poi la solita condanna - farsa, perchè semi infermo di mente verrà presto liberato. Un mostro che sia malato o meno non me frega un c@zz@. Prima datelo una mezza giornata ai parenti e conoscenti dela vittima e delle altre ragazze gravemente ferite e se rimane qualche cosa di vivo IMPICCATELO nella pubblica piazza. E che nessuno e dico nessuna proferisca la parola perdono a quei poveri disgraziati dei genitori.

Albi

Gio, 07/06/2012 - 21:35

E che dicono i professionisti dell'antimafia della prima ora?

fedele50

Gio, 07/06/2012 - 21:44

Offro la corda,un pezzo di sapone fatto in casa, una vecchia sedia gia claudicante e pronta alla bisogna ............. un albero si trova sempre.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 08/06/2012 - 01:21

In questi casi ci si rammarica che in Italia non ci sia più la pena di morte. Ha ragione il padre della povera Melissa. Chi ha fatto questo orrenda cosa non può essere un padre. Io aggiungo che non può essere uomo.

urzulei

Ven, 08/06/2012 - 03:15

bene vedo che si sostiene qui che si potrebbe già linciare sto vantaggiato! bene ragazzi inneggiamo ad un reato gravissimo per vendicarne uno ancora più grave bene!

migrante

Ven, 08/06/2012 - 10:37

leggendo l'articolo mi ha colpito "l'immagine" del Procuratore che esce dichiarando "ha confessato" alla folla plaudente...che pena !!!...mi e`parso un "habemus papam" dichiarato ai fedeli in raccolta !!!