Ferrara, trovato il cadavere di Pierluigi Tartari

Gli agenti della Polfer del Veneto, in servizio sul treno Bologna-Venezia, si sono insospettiti dal comportamento di un giovane e così hanno deciso di controllarlo

Si sono concluse questa notte nel peggiore degli esiti possibili le ricerche del pensionato di 73 anni scomparso dalla sua casa di Aguscello, nel Ferrarese, il 9 settembre scorso.

Il cadavere di Pierluigi Tartari è stato ritrovato nei pressi del carcere cittadino, in un casolare abbandonato in aperta campagna, lasciando cadere così anche l'ultima flebile speranza di rivederlo vivo.

Massimo riserbo, sulla vicenda, da parte degli inquirenti. Il corpo dell'uomo è stato portato presso l'istituto di Medicina legale di Ferrara ed è stato ritrovato con mani e piedi legate, lasciando gli agenti senza parole.

L'uomo aveva subito una rapina in casa da un gruppo di banditi che, non trovando un bottino adeguato nell'abitazione, lo avevano picchiato e sequestrato, portandolo via insieme a due fucili e al suo portafogli contenente carte bancomat, con cui gli aguzzini avrebbero fatto acquisti per oltre un migliaio di euro.

L'indicazione sul luogo dove trovare il cadavere sarebbe stata data agli inquirenti da una persona fermata ieri, durante l'interrogatorio in cui ha anche confessato l'omicidio. Gli agenti della Polfer del Veneto, in servizio sul treno Bologna-Venezia, si sono insospettiti dal comportamento di un giovane e così hanno deciso di controllarlo.

L'approfondimento degli accertamenti ha portato a scoprire che lo slovacco, Patrik Ruszo, 19 anni, era ricercato dalla Questura di Ferrara proprio perché sospettato di omicidio, quindi è stato fatto scendere dal treno e portato alla Sezione Polizia Ferroviaria di Padova dove è poi giunta la squadra mobile ferrarese che l'ha preso in carico e messo a disposizione del pm della procura della città emiliana.

Commenti

vince50

Sab, 26/09/2015 - 16:52

Potremmo ripetere sempre le stesse cose,ossia che siamo diventati un serbatoio di farabutti di ogni provenienza.Ma sarebbe inutile e scambiati per razzisti brutti e cattivi,allora seguiamo le mode dicendo ben vengano le società multirazziali.Tutti i farabutti si ogni sorta vengano pure da noi,senza temere di pagare il giusto prezzo per le bastardate commesse.

treumann

Sab, 26/09/2015 - 17:45

il mio pensiero va alla famiglia di questo povero disgraziato.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 26/09/2015 - 18:14

Questo delitto è ancora più infame perche commesso in danno di persona molto anziana non in grado di difendersi. Doppiamente infame la RISORSA slovacca 19 enne alla quale riserverei un trattamento tale da fargli passare la voglia di vivere.

fisis

Sab, 26/09/2015 - 18:35

Basta ricordarsi alle prossime elezioni di non votare sinistra o 5 stelle, evitando di non andare a votare, che sarebbe ancora peggio.

alby118

Sab, 26/09/2015 - 19:02

Fiero di essere tacciato di razzismo dai cervelli rossi cocomero se dico che questa è feccia e che grazie a questi comunistoidi, di essa, stiamo facendo tracimare il nostro paese. Quando ci vuole bisogna fare PULIZIA !!!!!!!

stogu

Sab, 26/09/2015 - 19:05

Cani rumeni figli di badanti. Che popolo schifoso!

Linucs

Sab, 26/09/2015 - 19:52

Altro slavo selvatico importato col 3x2.

sorciverdi

Sab, 26/09/2015 - 20:26

Tutti i delinquenti arrivano in Italia tanto sanno bene che qui fanno la pacchia. A causa di quel criminale adesso si spenderà un mucchio di tempo e denaro per processarlo e poi state pur certi che anche se condannato starà poco in carcere. Invece di tante manfrine non sarebbe più semplice linciarlo?

justic2015

Dom, 27/09/2015 - 02:44

Bisogna cercare di amalgamarvi con questi belle risorse proclamate dalla zingara.

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Dom, 27/09/2015 - 09:12

L'efferatezza di questo delitto mi porta a sperare in pene più adeguate di un semplice ergastolo. Altro che il Papa che va in America a chiedere l'abolizione della massima pena!