Finisce l'era De Bortoli. Il direttore lascerà il Corsera nel 2015

Rimarrà alla guida del Corriere fino alla primavera del 2015. Paga i rapporti tesi con Scott Jovane e col cdr 

Finisce l'era De Bortoli al Corriere della Sera. Il cda di Rcs MediaGroup "ha approvato l'accordo con il dottor Ferruccio de Bortoli per la conclusione della sua lunga esperienza alla conduzione del Corriere della Sera, con pieno apprezzamento per il lavoro svolto in dodici anni complessivi di direzione e con sentita gratitudine per il suo apporto alla Società ed al Gruppo, nel quale entrò alla fine del 1973". L'azienda ha chiesto al direttore "di rimanere alla guida del Corriere fino alla prossima assemblea ordinaria della Società che approverà il bilancio 2014 (primavera del 2015), al fine di assicurare il completamento di importanti progetti editoriali"L'azienda ha inoltre invitato il dottor de Bortoli a partecipare al processo di individuazione del nuovo direttore, in supporto al comitato nomine della Società, e il dottor de Bortoli ha accolto la proposta dell'azienda. Per De Bortoli una buonuscita da 2,5 milioni di euro. 

Erano anni che si paventava l'addio di De Bortoli, complice il rapporto non proprio idilliaco con l'ad Scott Jovane. Nell'ultimo periodo poi ad aggiungere benzina sul fuoco è arrivata la polemica col cdr per la pagina pubblicitaria a pagamento a sostegno di Marcello Dell'Utri. A prendere il posto di Ferruccio De Bortoli potrebbe essere Mario Calabresi, ora direttore de La Stampa, che insieme con Aldo Cazzullo potrebbero occupare i posti di comando di via Solferino ricevendo anche il tacito assenso di Palazzo Chigi (Renzi ha un ottimo rapporto con Cazzullo). 

“Ho sperato che ci fosse la possibilità di un nuovo inizio ma, verificato che non c’erano assolutamente le condizioni, alla fine ho accettato la proposta di uscita che mi è stata fatta dall’azienda. Lascerò la direzione del Corriere della Sera il 30 aprile 2015. Comunque non ho dato io le dimissioni”. Così Ferruccio de Bortoli ha spiegato a Prima Comunicazione il percorso di uscita annunciato oggi da Rcs MediaGroup.

Commenti

Atlantico

Gio, 31/07/2014 - 15:39

A breve ci saluterà un altro direttore ...

eloi

Gio, 25/09/2014 - 09:26

Un altro che si butterà in poltica. Per me è già corteggiato.

eloi

Gio, 25/09/2014 - 09:30

Buonuscita di 2,5 milioni di euro, naturalmente a carico del bilancio di RCS, però a spese dei contribuenti. Basta sovvenzioni alla stampa.