Finto prete arrestato a Fiumicino con 3 kg di eroina

Un uomo, proveniente dal Mozambico, si era travestito da prete per trasportare l'eroina ma la sua impresa si è conclusa con l'arresto all'aeroporto di Fiumicino

Le code ai desk dell'aeroporto di Fiumicino

Si era travestito da prete per trasportare l'eroina ma la sua impresa si è conclusa miseramente con l'arresto all'aeroporto di Fiumicino. Dai controlli effettuati dai finanzieri e dai doganieri è, infatti, risultato che nella custodia del suo computer c'erano tre chili di eroina finissima pronta per finire sul mercato italiano.

Il falso prete proveniva da Maputo, capitale del Mozambico e, per non destare sospetti ha dichiarato di avere la cittadinanza americana e di essere reduce da un impegnativo viaggio missionario. I militari però, insospettiti dal suo atteggiamento, hanno deciso di controllare i suoi bagagli e dentro l’imbottitura hanno trovato tre chili di droga destinati alla criminalità organizzata che controlla il litorale romano. Si sarebbe trattato di circa 25 mila dosi che, come spiega La Stampa, avrebbero garantito ai trafficanti guadagni per oltre un milione di euro. L’uomo è stato immediatamente arrestato con l’accusa di traffico di droga.