Firenze, borsa "pro femminicidio" in vendita: edicolante multato

L'assessore allo sviluppo economico del capoluogo toscano promette più controlli nei negozi della città

Si sa, per vendere si è disposti a tutto ma esporre una borsa in cui una donna viene lanciata dalla finestra è un po' troppo. A Firenze sta infatti facendo discutere la borsa "pro femminicidio".

In un'edicola nel quartiere San Lorenzo del capoluogo toscano, una persona ha notato un souvenir discutibile: una shopping bag su cui campeggia l'immagine di una coppia, lei che urla contro di lui e sotto la scritta "problem". Nella vignetta successiva lui spinge lei giù, facendola precipitare. E sotto la scritta "solved", problema risolto. La foto della borsa è stata caricara su Facebook suscitando subito numerose polemiche: molti utenti hanno infatti espresso la loro indignazione parlando di borsa pro femminicidio.

Edicolante multato

Anche l'assessore allo sviluppo economico di Firenze Cecilia Del Re è corsa subito ai ripari. Come riporta Repubblica.it, sabato scorso i vigili urbani hanno effettuato un sopralluogo sul posto e sanzionato l'edicolante: 160 euro di multa ai sensi dell'articolo 30 del regolamento di polizia urbana che vieta la vendita di "oggetti che offendano il pubblico decoro". Il negoziante ha quindi tolto la borsa dalla vendita.

Commenti

Tarantasio

Lun, 12/06/2017 - 15:14

e le barzellette sulla suocera: multa ! multa ! multa...

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Lun, 12/06/2017 - 16:30

Parlare di femminicidio per una vignetta di cattivo gusto è oltre il limite del ridicolo

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Lun, 12/06/2017 - 16:51

sì sì, bravi, questi sono i veri problemi dell'itaglia... :-)