Firenze, concorrenza fra venditori ambulanti finisce in rissa

Prima un diverbio per la vendita, ad alcuni clienti, degli stessi prodotti commerciali, poi la rissa a schiaffi e pugni: momenti di tensione al mercato di San Lorenzo nel centro di Firenze.

Il Mercato di San Lorenzo a Firenze

Il bazar o la casbah, come lo chiamano alcuni a Firenze, è lo storico mercato di San Lorenzo nel cuore della città, a pochi passi dalle Cappelle Medicee, un dedalo di bancarelle che si snodato fra le caratteristiche strade cittadine, attorno all’edificio che ospita il Mercato centrale. Lo stesso posto dove circa un anno fa si fronteggiarono due bande di extracomunitari a colpi di spranghe.

Qui all’esterno gli ambulanti sono per lo più stranieri e, per lo più, vendono tutti le stesse mercanzie: souvenir, articoli in pelle, cartoline, abiti, accessori di abbigliamento, oggetti che vanno dai due fino ai cento euro.

La concorrenza è spietata, non è difficile infatti fare pochi metri e trovare gli stessi prodotti a prezzi di poco più bassi. Una guerra fra poveri che, come accaduto ieri, può sfociare in pura violenza.

Protagonisti in questo caso due ambulanti originari del Bangladesh che, secondo la ricostruzione dei presenti, si sarebbero prima battibeccati e infine azzuffati per questioni relative alla vendita ad alcuni clienti dei medesimi oggetti.

Uno dei due, un 43enne, è stato raggiunto al volto da un pugno e accompagnato al pronto soccorso, il connazionale 35enne, nonché aggressore, è stato invece prontamente identificato dalle forze di polizia e adesso rischia una denuncia.